Autolivery: il futuro delle consegne a domicilio come lo immagina Ford

Autolivery: il futuro delle consegne a domicilio come lo immagina Ford

Autolivery la cooperazione tra van elettrificati a guida autonoma e droni e il futuro delle realtà urbane visto attraverso il Ford VR experience

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:21 nel canale Tecnologia
Ford
 

Durante l’evento Handelsblatt Auto-Gipfel, a Colonia, in Germania, Ford ha mostrato, per la prima volta a un pubblico di 500 persone, Autolivery, il suo video-concept realizzato attraverso la virtual reality. Si tratta di una visione circa il funzionamento delle città e delle consegne del futuro.

Autolivery, sviluppato da un team di dipendenti-inventori Ford all’ultima Last Mile Mobility Challenge, è l'innovativo sistema di consegne che, grazie alla cooperazione tra van elettrificati a guida autonoma e droni, mira a rivoluzionare la logistica ‘dell’ultimo miglio’ nelle città del futuro.

Ford Autolivery

Un mondo popolato da veicoli autonomi che servono i consumatori dopo gli ordini realizzati tramite uno swipe su un tablet. O magari è il frigorifero che autonomamente comunica con i droni sulla base delle necessità dei suoi proprietari, andando a reperire tutti gli ingredienti che servono per preparare la ricetta della giornata.

Steven Armstrong, Vice President e President, Ford Europe, Middle East & Africa ha, inoltre, illustrato la vision di Ford City of Tomorrow, il programma creato per ispirare innovazione tecnologica e offrire soluzioni alle sfide in tema di mobilità con la finalità ultima di aiutare le persone a muoversi più facilmente, oggi e in futuro.

"Lo shopping online è esploso nell'ultimo decennio con più di 4 miliardi di consegne ogni anno nelle principali città europee", ha detto Armstrong durante l'evento di Colonia. "Questi ritmi, inoltre, stanno crescendo esponenzialmente. E' poi necessario che i negozi nei centri urbani e nei centri commerciali siano costantemente riforniti".

"Ancora più importante, abbiamo bisogno di assistenza sanitaria e di servizi sociali per essere sempre immediatamente accessibili, anche quando bloccati nel traffico. Più veicoli in circolazione allo stesso tempo corrispondono a maggiore concorrenza per i posti negli spazi pubblici e nelle strade".

"La città del futuro avrà bisogno di infrastrutture diverse. Con l'aumentare dei veicoli elettrici, la domanda di elettricità può mettere in ginocchio la rete esistente. I guadagni sono enormi in termini di riduzione dell'inquinamento, ma ci sono sfide altrettanto importanti per quanto riguarda la disponibilità di nuove e più efficienti reti di distribuzione dell'energia".

"In ultima analisi lo spazio in città è una risorsa finita che dovrà essere gestita in modo efficace ed efficiente. Siamo abituati ai vecchi modelli di moto, autobus, tram, taxi e automobili che operano in parallelo, ma adesso abbiamo la necessità di allinearli e integrarli in maniera migliore in modo che soddisfino le esigenze dei cittadini che vogliono spostarsi senza soluzione di continuità e senza stress. Questi cambiamenti renderanno le città più vivibili".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^