Cina verso divieto alla vendita di auto a combustibili fossili

Cina verso divieto alla vendita di auto a combustibili fossili

Sulle orme di Francia e Regno Unito, la Cina, che rappresenta il primo mercato mondiale per le automobili, si appresta a vietare la vendita di auto a benzina o diesel

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:21 nel canale Tecnologia
 

I legislatori cinesi stanno lavorando su una nuova norma destinata a proibire la vendita di auto alimentate con combustibili fossili. L'obiettivo è incoraggiare i produttori locali a passare alla produzione di auto elettriche, come riferisce Bloomberg.

Intervenendo a un auto forum locale nella giornata di sabato, infatti, Xin Guobin, vice ministro dell'Industria, ha detto che l'esecutivo sta lavorando su una timeline per il blocco alle vendite di auto a benzina e diesel. La Cina è il principale mercato per le automobili, con 28 milioni di veicoli venduti solo nel 2016 e ancora importanti prospettive di crescita, contribuendo dunque massicciamente all'inquinamento globale.

Jaguar Land Rover conferma: tutti i nuovi veicoli saranno elettrici a partire dal 2020
Il governo cinese sta già erogando dei sussidi per invogliare i produttori di auto a passare all'elettrico e ridurre le emissioni. L'iniziativa si iscrive sulla scia delle decisioni prese dai governi di Francia e Regno Unito che a partire dal 2040 hanno vietato la vendita di veicoli a benzina o diesel nei rispettivi territori.

Volvo ha già annunciato che a partire dal 2019 produrrà solo veicoli elettrici o ibridi, mentre Jaguar Land Rover renderà disponibile la controparte elettrica per ogni nuovo modello introdotto a partire dal 2020. Aston Martin passerà definitivamente all'elettrico dal 2025.

83 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo12 Settembre 2017, 12:33 #1
Bè in cina, nelle città più popolate c'è un aria grigia, che pare nebbia invece è smog...

Se non vogliono vedere la popolazione decimarsi velocemente, devono regolamentare la cosa prima possibile !
TheDarkAngel12 Settembre 2017, 12:34 #2
Il mercato si regolerà moooolto prima per far sparire le auto a combustione interna, sono insostenibili e non serve neppure prendere i casi limite come il diesel che andrebbe bandito già "ieri" per il "pubblico"
gd350turbo12 Settembre 2017, 12:40 #3
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Il mercato si regolerà moooolto prima per far sparire le auto a combustione interna, sono insostenibili e non serve neppure prendere i casi limite come il diesel che andrebbe bandito già "ieri" per il "pubblico"


Eh no eh...
Per 3/4 anni, mi serve ancora, poi vediamo !


Ma non siamo noi euro4 i responsabili, ci sono ancora riscaldamenti a gasolio e dei camion, tanti camion, che quando gli stai dietro devi accendere i fari per vedere la strada !
TheDarkAngel12 Settembre 2017, 12:44 #4
Originariamente inviato da: gd350turbo
Eh no eh...
Per 3/4 anni, mi serve ancora, poi vediamo !


Ma non siamo noi euro4 i responsabili, ci sono ancora riscaldamenti a gasolio e dei camion, tanti camion, che quando gli stai dietro devi accendere i fari per vedere la strada !


Non credo che tra 4 anni entrerai più in qualsiasi centro città con un diesel euro 4
I camion non hanno alternative, le auto private si, è stata una stupidata levare i superbolli e permettere l'invasione di diesel destinati a chi fa 10kkm l'anno.
NB l'italiano medio fa circa 11.5k km l'anno.
walter.caorle12 Settembre 2017, 12:50 #5
Scusate la domanda da nubbio...
Se già adesso acquistiamo l' energia elettrica dall' estero e fra 10 anni con tutti attaccati, Europa compresa, per ricaricare l' auto, come saremo messi in termini di approvvigionamento e impiantistica??
Rinz12 Settembre 2017, 12:55 #6
Servirà di pari passo un incremento notevole di produzione di energia elettrica pulita, le auto che prima andavano a benzina ora avranno bisogno di corrente. Non vorrei che sopperissero alla crescente domanda di energia elettrica con le centrali a carbone.

Le batterie poi dovranno essere fabbricate e smaltite...
san80d12 Settembre 2017, 12:57 #7
mah, io tutti questi annunci li vedo un po' come fantascienza
illidan200012 Settembre 2017, 12:58 #8
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Non credo che tra 4 anni entrerai più in qualsiasi centro città con un diesel euro 4
I camion non hanno alternative, le auto private si, è stata una stupidata levare i superbolli e permettere l'invasione di diesel destinati a chi fa 10kkm l'anno.
NB l'italiano medio fa circa 11.5k km l'anno.


euro 4 penso di sì...
TheDarkAngel12 Settembre 2017, 13:00 #9
Originariamente inviato da: illidan2000
euro 4 penso di sì...


Già oggi siamo così:
http://www.comune.torino.it/ambient...-a-torino.shtml
Livello GIALLO
Al raggiungimento consecutivo per 7 giorni del valore limite giornaliero di PM10 pari a 50 μg/m3 è vietata la circolazione dinamica su tutto il territorio comunale per i veicoli privati diesel Euro 3 ed Euro 4.



Livello ARANCIO
Al raggiungimento consecutivo per 3 giorni del doppio del suddetto valore limite giornaliero pari a 100 μg/m3 è vietata, in aggiunta al provvedimento previsto dal livello precedente:

la circolazione dinamica su tutto il territorio comunale per tutti i veicoli privati diesel.


Azzarderei che già per il 2021 si toglieranno i 5 e per il 2025 tutti i diesel, ma queste sono mie idee. Certo che fino a 6 mesi nessuno pensava ad un bando dei motori a combustione interna ma appena inizia uno, si arriva a cambiare in fretta tutto. Oggi dicono 2040, tra 5 anni a suon di cambiamenti climatici e di spesa per il welfare, diranno 2027
arwar12 Settembre 2017, 13:07 #10
Ottime notizie. La Cina e' il traino del mondo in questo momento data l'economia crescente e la popolazione.

Spero che in Italia si faccia molto di piu' per agevolare gli investimenti in energia rinnovabile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^