Come KITT di Supercar: dopo decenni un'altra persona si veste da sedile per simulare la guida autonoma

Come KITT di Supercar: dopo decenni un'altra persona si veste da sedile per simulare la guida autonoma

Si tratta di un progetto di Ford, condotto in Virginia, con il quale studiare le reazioni di pedoni e automobilisti che si trovano di fronte ad un'auto a guida autonoma. Ecco i dettagli dell'apparentemente bizzarro esperimento della nota casa automobilistica

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tecnologia
Ford
 

Alcuni lettori si ricorderanno di KITT, l'auto "senziente" e senza necessità di avere un guidatore, che ha appassionato negli anni '80 una nutrita schiera di fan, incollati alla serie TV (che una volta si chiamavano telefilm...) Supercar, con l'attore David Hasselhoff. Girate fra il 1982 e il 1986, le singole puntate narrano molte vicende in cui spesso l'automobile, che poteva anche muoversi autonomamente senza il proprio conducente, riusciva a togliere dagli impicci il protagonista, impegnato a sua volta nella lotta contro malviventi e malaffare di ogni risma.

Si parla di oltre 30 anni fa ed era scontato che proprio in quelle puntate si leggesse sgomento, terrore e incredulità sui volti dei personaggi secondari, quando si trovavano di fronte al potenziale di quella auto da sogno. Qualcosa di fantascientifico, insomma: un'auto con cui dialogare e che può muoversi in completa autonomia! Oggi fa sorridere, ma eravamo tutti affascinati da quella Pontiac Firebird Trans Am nera col led rosso frontale.


(Ecco parte del volto del pilota vestito da sedile)

Per girare le riprese si usò uno stratagemma semplice quanto geniale: perché non "inserire" il pilota nel sedile anteriore, ben nascosto, evitando di intraprendere la strada di qualcosa di telecomandato che poteva creare moltissimi problemi e avere anche costi altissimi? Andò così infatti, e col senno di poi sono in molti che hanno passato al setaccio i vecchi video a bassa definizione, trovando qua e là la conferma visiva (sopra potete vedere un fotogramma).

Perché questa premessa? Ebbene, è successo ancora, ma in un contesto del tutto differente, più precisamente sulle strade della Virigina, ad Arlington. Il progetto nasce da un'iniziativa Ford, in collaborazione con Virginia Tech Transportation Institute, finalizzata a studiare le reazioni dei pedoni e degli altri automobilisti che si trovano al cospetto di un'auto a guida autonoma. Ce ne parla ArsTechnica, ma anche altre testate incuriosite dalla storia.

Una serie di piloti, insomma, sono stati letteralmente camuffati da sedile anteriore e istruiti per guidare tenendo le mani molto in basso, per evitare che fosse troppo evidente lo stratagemma. Il volante viene tenuto nella parte bassa e le mani escono da sotto il travestimento, mentre per gli indicatori di direzione sono stati creati comandi appositi. Un giornalista di ArsTechnica è riuscito a sedersi all'interno di una di queste auto, una Ford Transit, vestito di tutto punto. La visibilità resta ottima perché il cappello-poggiatesta è bucherellato nonché trasparente per la vista, mentre gli specchietti e sensori di prossimità sopperiscono all'impossibilità di voltarsi. Ecco una foto tratta dal profilo Twitter di uno dei giornalisti che per primo si è accorto della stranezza, Adam Tuss della NBC Washington:


Fonte: Adam Tuss on Twitter

Ora il perché di tutto ciò. Ford, come è noto, punta ad una auto a guida completamente autonoma (livello 4 e 5) per il 2021, dopo aver scelto di saltare i passaggi intermedi di vetture semi-autonome laddove sono presenti alcuni concorrenti, per esempio Mercedes-Benz. Attualmente però Ford non dispone di un'auto a guida autonoma. Questo permette a Ford di concentrarsi con maggiore attenzione sul suo obiettivo finale, eseguendo test che possono sembrare quantomeno bizzarri. Eppure sono studi non certo frivoli.


Ecco il led in fase di sperimentazione

Questo test è stato anche l'occasione per provare un led posizionato sul parabrezza anteriore, come se potesse un giorno diventare uno standard per le auto a guida autonoma, codificando dei segnali che possano essere chiari a tutti. Il led lampeggia velocemente se l'auto è in accelerazione, mentre lampeggia lentamente in caso stia dando la precedenza ad un alto veicolo. La barra completa di led accesi e fissi indica una marcia ordinaria in modalità completamente autonoma, e così via. Insomma, cose che potrebbero veramente essere utili e trovare applicazione come standard nelle auto di un futuro nemmeno troppo lontano.

Come è andato il test? In base alle fonti le reazioni delle persone alla vista dell'auto senza conducente è stata di generalizzata indifferenza, ormai tutti sanno che ci sono progetti di questo tipo in corso, specie nelle strade USA. Niente, insomma, dello stupore nell'osservare per la prima volta KITT, anche da spettatori seduti sul divano.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
*Pegasus-DVD*14 Settembre 2017, 16:40 #1
e dove vedo le reazioni???????
floc14 Settembre 2017, 17:11 #2
"Oggi fa sorridere"
ehi, Kitt è un argomento serissimo, c'e' gente che ci è cresciuta, portate rispetto
Sandime14 Settembre 2017, 18:02 #3
"fuffaware upgrade"
stoka14 Settembre 2017, 19:21 #4
IMHO " Campa cavallo che l'erba cresce "
Oenimora14 Settembre 2017, 20:20 #5
Originariamente inviato da: articolo
In base alle fonti le reazioni delle persone alla vista dell'auto senza conducente è stata di generalizzata indifferenza, ormai tutti sanno che ci sono progetti di questo tipo in corso, specie nelle strade USA. Niente, insomma, dello stupore nell'osservare per la prima volta KITT, anche da spettatori seduti sul divano.


Dal video (e dall'articolo di Ars Technica) non mi pare fosse proprio così e che piuttosto lo scopo era di trovare una segnalazione efficace per i pedoni, riguardo a cosa l'auto autonoma sta per fare.
https://www.youtube.com/watch?v=EwujR1ARsog
Itzcoatl15 Settembre 2017, 09:59 #6
Se avessero fatto il test in Italia non sarebbe servito creare dei comandi appositi per gli indicatori di direzione! Qui non li usa nessuno....
bio.hazard15 Settembre 2017, 13:00 #7
Originariamente inviato da: Itzcoatl
Se avessero fatto il test in Italia non sarebbe servito creare dei comandi appositi per gli indicatori di direzione! Qui non li usa nessuno....


Ma non è vero!
Io vedo quotidianamente un sacco di gente che mette la freccia a destra e poi gira a sinistra (e viceversa)!
aleardo15 Settembre 2017, 20:44 #8
I peggiori sono quelli che mettono la freccia solo quando stanno già sterzando, quindi con un'utilità pari a zero.
Sandime16 Settembre 2017, 22:41 #9
Fixed

Originariamente inviato da: aleardo
I peggiori sono quelli che non mettono la freccia ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^