Da Londra a New York in 30 minuti? Possibile secondo Elon Musk, ecco come

Da Londra a New York in 30 minuti? Possibile secondo Elon Musk, ecco come

Elon Musk ha rivelato al mondo l'ennesima sua idea per ottenere mezzi di trasporto estremamente veloci per viaggiare ovunque nel mondo

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Tecnologia
 

Elon Musk ha rivelato una nuova idea per uno dei suoi progetti più ambiziosi, secondo solo a quello della colonizzazione di Marte. Il CEO di SpaceX ha di recente parlato di voli intercontinentali attraverso razzi progettati per accomodare passeggeri in carne ed ossa. In questo modo sarà possibile raggiungere qualsiasi posizione della Terra impiegando anche meno di mezz'ora.

A rendere il tutto possibile è il Big Fucking Rocket (abbreviato BFR, per i più educati) che potrebbe trasportare un grosso veicolo in orbita intorno alla terra per poi adagiarlo su un pad d'atterraggio situato in una delle grandi città del mondo. Sia il razzo che il veicolo sono attualmente idee teoriche, non attualizzate nella pratica, ma la produzione materiale del primo BFR potrebbe iniziare entro nove mesi secondo quanto spera lo stesso ideatore spirituale del progetto, Musk.

Il miliardario non ha parlato (del resto è troppo presto) degli enormi rischi presenti allo stato attuale della tecnologia. Da oltre un anno SpaceX prova i suoi razzi riutilizzabili, ma nei test non sono state poche le esplosioni e i tentativi non andati in porto. Sono stati in numero maggiore i successi, e non i fallimenti, ma il rischio in termini di vite umane rimane ancora elevatissimo. Per essere i viaggi di Musk fattibili bisogna compiere enormi progressi sul piano della sicurezza.

I razzi che verrebbero utilizzati possono percorrere i cieli ad una velocità di circa 27.000 chilometri orari, ma per i viaggi con passeggeri ci si fermerebbe a circa 11.200 chilometri all'ora. La tecnologia prevista per i viaggi su Marte potrebbe essere pronta per il 2022, mentre nel 2024 si prevede che sarà sufficientemente sicura per iniziare la colonizzazione del pianeta. Non c'è motivo, dunque, perché non possa essere utilizzata per i viaggi terrestri, secondo Musk.

Le sue parole esatte sono state: "Se costruisci una navicella capace di andare su Marte, che succede se prendi la stessa nave per andare su un'altra parte della Terra? Abbiamo fatto i nostri test e i risultati sono piuttosto interessanti", e ha poi aggiunto che "il costo per passeggero sarebbe paragonabile alla tariffa piena di un volo economy su un aereo standard". Le tempistiche sarebbero però ridotte enormemente: da Hong Kong a Singapore in 22 minuti, da New York a Londra in 29 minuti. La più lunga descritta da Musk è da Londra a Sydney: solo 51 minuti.

Il veicolo trasportato dal BFR potrebbe contenere circa 100 persone, che salirebbero a bordo grazie a pad galleggianti da raggiungere su una barca. Una volta in orbita la navicella si separerebbe dal BFR e atterrerebbe verticalmente su un pad posizionato in un'altra città con i costi di manutenzione che verrebbero decurtati dalla possibilità di riutilizzare i razzi. BFR sarà sufficiente per sostituire l'intera line-up di razzi di SpaceX che la compagnia utilizza oggi per i viaggi spaziali da e verso la International Space Station.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Strato154104 Ottobre 2017, 10:23 #1
Uomo che passa del fare cose più o meno sensate a dirne di tremendamente ridicole, menomale che è sostenitore dell'ambiente..Molto ecologico sparare un razzo per trasporto persone...
Bellaz8904 Ottobre 2017, 10:33 #2
Originariamente inviato da: Strato1541
Uomo che passa del fare cose più o meno sensate a dirne di tremendamente ridicole, menomale che è sostenitore dell'ambiente..Molto ecologico sparare un razzo per trasporto persone...


*

Questa e' veramente a caso.
s-y04 Ottobre 2017, 10:36 #3
di questo passo, si attende a breve annuncio teletrasporto

cmq da quello he ho capito 'sti razzi servono cmq a sostituire/coadiuvare la lineup attuale, quindi magari è 'ricamo giornalistico', anche se tutto può essere, ormai
nudge04 Ottobre 2017, 10:37 #4
Questo sta sparando idee a ruota libera.
Spenta un po la smania di andare su Marte (visti gli enormi costi e problemi, e le ultime rilevazioni che danno per dannoso il suolo marziano), è partito con la colonizzazione della Luna, adesso punta al viaggio veloce sulla terra...e intanto è arrivata la notizia della sottoproduzione di Tesla 3.
A me pare un po' uno che racconta racconta, una specie di broker.
Poi i fatti spero mi smentiscano!
Cfranco04 Ottobre 2017, 10:40 #5
A leggere la notizia mi è venuto subito in mente il BFG 9000
RaZoR9304 Ottobre 2017, 10:41 #6
Originariamente inviato da: Strato1541
Uomo che passa del fare cose più o meno sensate a dirne di tremendamente ridicole, menomale che è sostenitore dell'ambiente..Molto ecologico sparare un razzo per trasporto persone...
BFR è basato sul Raptor (motori primo e secondo stadio). Raptor è un methalox criogenico, usa quindi O2 come ossidante e CH4 come propellente, in rapporto 3,6:1. Prodotto di reazione è H2O + CO2, ma è decisamente meno inquinante del kerosene rocket grade (RP1) usato ora da Falcon 9.

In futuro CH4 può essere estratto dalla CO2 atmosferica usando rinnovabili come fonte energetica, ottenendo di conseguenza un mezzo di trasporto orbitale CO2 neutral, introducendo di fatto solo vapore acqueo in atmosfera.

Questo a lungo termine ovviamente, ma del resto questo stesso concept di modalità di trasporto sarà inapplicabile per almeno 10 anni, nella migliore delle ipotesi.
GabrySP04 Ottobre 2017, 10:42 #7
non c'è bisogno di pubblicare tutte le minchiate che dice
Phoenix Fire04 Ottobre 2017, 11:15 #8
Originariamente inviato da: RaZoR93
BFR è basato sul Raptor (motori primo e secondo stadio). Raptor è un methalox criogenico, usa quindi O2 come ossidante e CH4 come propellente, in rapporto 3,6:1. Prodotto di reazione è H2O + CO2, ma è decisamente meno inquinante del kerosene rocket grade (RP1) usato ora da Falcon 9.

In futuro CH4 può essere estratto dalla CO2 atmosferica usando rinnovabili come fonte energetica, ottenendo di conseguenza un mezzo di trasporto orbitale CO2 neutral, introducendo di fatto solo vapore acqueo in atmosfera.

Questo a lungo termine ovviamente, ma del resto questo stesso concept di modalità di trasporto sarà inapplicabile per almeno 10 anni, nella migliore delle ipotesi.


interessante, grazie per la spiegazione
hockey04 Ottobre 2017, 11:26 #9
Originariamente inviato da: GabrySP
non c'è bisogno di pubblicare tutte le minchiate che dice


Pur essendo estimatore di Musk, sono d'accordo. Non è che se gli scappa una scorreggia bisogna farci un articolo scrivendo che Musk ha inventato l'erede dell'hyperloop
Opteranium04 Ottobre 2017, 11:40 #10
Originariamente inviato da: RaZoR93
BFR è basato sul Raptor (motori primo e secondo stadio). Raptor è un methalox criogenico, usa quindi O2 come ossidante e CH4 come propellente, in rapporto 3,6:1. Prodotto di reazione è H2O + CO2, ma è decisamente meno inquinante del kerosene rocket grade (RP1) usato ora da Falcon 9.

In futuro CH4 può essere estratto dalla CO2 atmosferica usando rinnovabili come fonte energetica, ottenendo di conseguenza un mezzo di trasporto orbitale CO2 neutral, introducendo di fatto solo vapore acqueo in atmosfera.

Questo a lungo termine ovviamente, ma del resto questo stesso concept di modalità di trasporto sarà inapplicabile per almeno 10 anni, nella migliore delle ipotesi.

Una domanda: quando dici che per almeno 10 anni non se ne farà nulla, parli dei processo di estrazione del metano o dello sviluppo del motore stesso?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^