Guida e tecnologie autonome: l'amministrazione Trump rivaluta le regole delineate da Obama e lancia una sfida al settore

Guida e tecnologie autonome: l'amministrazione Trump rivaluta le regole delineate da Obama e lancia una sfida al settore

Silicon Valley e Detroit devono farsi avanti e aiutare i cittadini a comprendere i benefici delle tecnologie autonome: è questo il parere del Segretario dei Trasporti della nuova amministrazione Trump

di Andrea Bai pubblicata il , alle 18:01 nel canale Tecnologia
 

Il Segretario dei Trasporti USA Elaine Chao ha dichiarato nei giorni scorsi che vorrebbe rivalutare le regole delineate dall'amministrazione Obama per quanto riguarda le vetture a guida autonomia e ha lanciato una sfida al settore tecnologico e automobilistico a meglio educare e informare il pubblico sulle caratteristiche di siurezza della guida autonoma.

Durante un discorso tenuto al meeting della National Governors Association, Chao ha affermato di voler "lanciare una sfida alla Silicon Valley, a Detroit e a tutti gli altri distretti dell'industria dell'automobile per fare un passo avanti ed aiutare a educare il pubblico scettico circa i benefici delle tecnologie automatizzate".

Il Segretario ha inoltre sottolineato di essere in fase di valutazione delle direttive dell'era Obama per assicurare che siano adeguatamente equilibrate. Lo scorso settembre il governo federale ha rilasciato il primo insieme di regole che normano la produzione e la vendita dei veicoli autonomi.

Secondo le nuove regole, le società che costruiscono e testano automobili con guida autonoma dovranno condividere estese quantità di informazione con gli enti di controllo federali. Le grandi compagnie che lavorano alle tecnologie di guida autonoma hanno ovviamente alzato gli scudi contro queste richieste, che avrebbero a loro avvisto rallentato il passo dell'innovazione e condotto i vari stati ad adottare le linee guida come obbligatorie.

Chao si è inoltre detta "molto preoccupata" sull'impatto delle tecnologie automatizzate sulla forza lavoro. "Come ex-Segretario al lavoro sono molto, molto preoccupata e molto consapevole di queste sfide. Dobbiamo condurre le persone ad un passaggio e abbiamo bisogno di tenerlo ben presente". Del resto l'impatto della guida autonoma potrebbe rivelarsi particolarmente distruttivo per settori come quello dei trasporti che attualmente offrono lavoro a centinaia di migliaia di lavoratori americani. Uber ha già condotto a termine con successo un trasporto di birra in Colorato tramite il camion Otto (dall'omonima startup di proprietà della stessa Uber) completamente automatizzato, mentre Embark, un'altra startup, sta conducendo test in Nevada.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej01 Marzo 2017, 07:38 #1
purtroppo è verità, sicuramente l'impiego di "macchine" sostituirà, più o meno velocemente, l'uomo in molti settori dei trasporti.
Inoltre, come è stato detto molte volte qui sul forum,sono convinto che riusciremo ad avere una vera rivoluzione sulla sicurezza solamente quando tutto sarò automatizzato, fin tanto che vi sarà un sistema ibrido uomo+macchina in circolazione, la riduzione degli incidenti non sarà così massiccia

IMHO
fano01 Marzo 2017, 10:12 #2
E` quello che io chiamo "il problema degli spazzacamini" con il progresso semplicemente molti lavori sono destinati a sparire perché divenuti obsoleti non c'è nulla da fare purtroppo.

D'altro canto essere uno spazzacamino era un lavoro di m*rda sporco e puzzolente (e non dimentichiamoci spesso fatto da bambini che entravano bene dentro ai camini) chi mai vorrebbe farlo? Quindi benvenute caldaie a gas

Anche il tassista o il guidatore di autobus non è che sia uno spasso anzi... sono lavori noiosi e pure pericolosi a volte!

Io ho una visione del futuro in cui solo i "Creativi" lavoreranno e una massa di beoni che o faranno lavori "immaginari" (tipo uomo-cartello pubblicitario) o che saranno mantenuti dallo stato... tutti i lavori ripetitivi e che non richiedono un QI troppo elevato potranno essere fatti dalle macchine.

Questo è il futuro previsto da Kurt Vonnegout in "Piano Meccanico" (o "Distruggete le Macchine":

https://it.wikipedia.org/wiki/Piano...o_%28romanzo%29
Utonto_n°101 Marzo 2017, 11:33 #3
Originariamente inviato da: fano
E` quello che io chiamo "il problema degli spazzacamini" con il progresso semplicemente molti lavori sono destinati a sparire perché divenuti obsoleti non c'è nulla da fare purtroppo.

D'altro canto essere uno spazzacamino era un lavoro di m*rda sporco e puzzolente (e non dimentichiamoci spesso fatto da bambini che entravano bene dentro ai camini) chi mai vorrebbe farlo? Quindi benvenute caldaie a gas

Anche il tassista o il guidatore di autobus non è che sia uno spasso anzi... sono lavori noiosi e pure pericolosi a volte!

Io ho una visione del futuro in cui solo i "Creativi" lavoreranno e una massa di beoni che o faranno lavori "immaginari" (tipo uomo-cartello pubblicitario) o che saranno mantenuti dallo stato... tutti i lavori ripetitivi e che non richiedono un QI troppo elevato potranno essere fatti dalle macchine.

Questo è il futuro previsto da Kurt Vonnegout in "Piano Meccanico" (o "Distruggete le Macchine":

https://it.wikipedia.org/wiki/Piano...o_%28romanzo%29


E pensa che a casa mia, manco c'è il camino e la caldaia, il riscaldamento è elettrico a pompa di calore, quindi niente gas e niente pulizia annuale della caldaia, dovrei preoccuparmi del lavoro dei tecnici che "vivono" di pulizia delle caldaie?
Luca6901 Marzo 2017, 15:58 #4
Riprendendo l'esempio dello spazzacamino direi che non è sparito, ma si è evoluto con il tecnico che fa la manutenzione della caldaia.
Così tutte queste "macchine" che faranno i lavori più semplici avranno bisogno di nuovo personale per la manutenzione e la gestione logistica.
Quindi prevedo più un'evoluzione del lavoro.
Il giorno in cui le macchine faranno la maggior parte dei lavori lo vedo ancora molto molto lontano.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^