John Deere acquista una startup per lo sviluppo dell'intelligenza artificiale sui propri trattori

John Deere acquista una startup per lo sviluppo dell'intelligenza artificiale sui propri trattori

La principale tecnologia sviluppata dalla startup acquistata Blue River è denominata See and Spray, ed ha il compito di identificare le varie tipologie di piante e trattarle di conseguenza: uno strumento di visione avanzata che aiuta gli agricoltori ad analizzare le proprie colture, valutare i raccolti e sbarazzarsi di erbacce

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 16:21 nel canale Tecnologia
 

John Deere si interessa sempre di più al settore dell'intelligenza artificiale, ed acquisisce, per la bellezza di 305 milioni di dollari, la stratup Blue River al fine di creare nuovi strumenti per aiutare ad automatizzare ed affinare i vari processi nel campo dell'agricoltura.

La principale tecnologia sviluppata dalla Blue River è denominata See and Spray, o meglio guarda e spruzza, cioè identificare le varie tipologie di piante e trattarle di conseguenza: uno strumento di visione avanzata che aiuta gli agricoltori ad analizzare le proprie colture, valutare i raccolti e sbarazzarsi di erbacce, il tutto in un unico passaggio.

Principalmente la nuova dotazione prevista a bordo dei mezzi John Deere consiste in un insieme di telecamere fissate in prossimità delle irroratrici, che monitorano le piante, le identificano, sfruttando un database che comprende migliaia di specie, e forniscono il comando per erogare il giusto prodotto: se vengono rilevate delle erbacce, verranno irrorati pesticidi per eliminarle, se invece sono rilevate piante da raccolto, il sistema userà del fertilizzante per nutrirle. Tutti questi parametri possono essere personalizzati a piacimento dall'agricoltore, studi effettuati da Blue River affermano che questo innovativo trattamento può garantire un risparmiare fino addirittura al 90% del volume di prodotti chimici abitualmente spruzzati, riducendo inutili sprechi, contendo la quantità di pesticidi che finisce sui prodotti e di conseguenza anche i costi generali.

John Deere è sempre stata un'azienda con un'anima innovativa, ad esempio è stata una delle prime, se non la prima, a pensare al concetto di veicoli a guida autonoma, ancor prima che esistessero Google e Tesla; ad ogni modo, oggi giorni, anche i loro veicoli più avanzati non sono in grado di "coltivare" in maniera completamente indipendente, in quanto i veicoli non possiedono ancora delle competenze intellettuali equivalenti a quelle di una persona esperta che gestisce il mezzo dalla cabina.

Questo perché l'agricoltura, come molte altre professioni interessate dall'automazione, è un ambito pieno di variabili e compiti inaspettati che attualmente solo un essere umano è in grado di gestire: la tecnologia Blue River comunque cerca di colmare il divario tra l'agricoltura tradizionale e quella completamente automatizzata, cercando di facilitare il più possibile il lavoro dell'uomo ed evitare gli sprechi.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^