La tecnologia di guida autonoma del leggendario Geohot diventa open-source

La tecnologia di guida autonoma del leggendario Geohot diventa open-source

Dagli iPhone alla guida autonoma il passo non è stato poi così breve. Dopo aver cancellato il suo ultimo progetto lo scorso ottobre, Geohot sta iniziando ad offrire il codice del suo sistema di guida autonoma come open-source

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Tecnologia
 

George Hotz è famoso per aver crackato iPhone e PlayStation in passato, e negli ultimi periodi aveva lavorato, sostanzialmente da solo, su un sistema per la guida autonoma fatto in casa. Il progetto è stato cancellato lo scorso mese di ottobre, ma c'è un'evoluzione nella storia: invece di vendere un prodotto fisico con la sua tecnologia, Comma.ai (la sua società) sta rilasciando il codice del software per la guida autonoma insieme ai piani per produrre Comma Neo, la parte hardware. 

Open Pilot è, secondo Hotz, una "alternativa open source alla tecnologia Autopilot di Tesla" e insieme a Comma Neo offre "quasi tutte le funzionalità presenti su Autopilot 7". Il codice e i piani sono entrambi presenti su Github, tuttavia chi volesse mettere le mani sul progetto deve armarsi anche di molto altro. Prima di tutto funziona solamente su alcuni modelli di Honda e Acura e richiede un sistema operativo specifico, NeOS, che ad oggi si riesce a far funzionare solamente su OnePlus 3.

Questo perché quest'ultimo è l'unico smartphone sufficientemente "open" che ha le specifiche necessarie per il funzionamento di Open Pilot, ovvero un SoC Qualcomm Snapdragon 820 e fotocamere compatibili. Bisogna inoltre stampare con una stampante 3D la scocca di Comma Neo: "Non stiamo consegnando un prodotto, ma una versione alpha del software con finalità esclusivamente di ricerca. Non diamo garanzie", sono state le parole di Hotz.

I nuovi piani sono molto differenti da quelli annunciati precedentemente che prevedevano la vendita di un kit after-market da 999 dollari che avrebbe aggiunto la guida autonoma su alcuni modelli di Honda Civic e Acura. Durante l'estate Comma.ai aveva dimostrato la tecnologia a vari esponenti dell'editoria statunitense, che avevano notato alcune incertezze nella guida in città. Nei mesi successivi lo stesso Geohot ridimensionava di molto le mire della società.

Alle prime pressioni degli organi di certificazione statunitensi, che consideravano poco sicure le tecnologie di Hotz, quest'ultimo ha risposto via Twitter che avrebbe preferito cancellare del tutto Comma One, cosa che ha fatto: "Preferisco passare la mia vita a costruire tecnologie favolose, che stare a contrattare con enti regolatori ed avvocati. Non ne vale la pena", scriveva lo scorso ottobre il cracker su Twitter. Il progetto non è stato però del tutto cancellato.

Ora che è open-source Open Pilot può essere la base di parecchi prodotti fatti in casa o per esperimenti per la guida autonoma. La strategia è comunque prima di tutto un metodo per aggirare i regolatori americani: "La NHTSA può regolare solo prodotti fisici immessi in commercio", ha dichiarato Geohot. "Non può regolare il software open-source. Se al governo americano non piace questo progetto, sono sicuro che verrà accolto favorevolmente da molte altre nazioni".

Secondo il suo creatore Open Pilot è l'Android della guida autonoma, ma è in realtà orientato verso ricercatori e creativi che vogliono sperimentare sulla tecnologia: "È per persone che vogliono spingere il futuro. Abbiamo l'obiettivo di possedere la rete di auto a guida autonoma", ed è così che Hotz punta a far soldi con la sua idea.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7701 Dicembre 2016, 17:49 #1
Hotz è certamente uno che ha un cervello di un bel pezzo sopra la media.
Non è esattamente roba da poco creare un sistema di guida autonoma DA SOLI.. senza poi contare le imprese del passato. Onore e stima a lui.

Tuttavia la storia del kit in vendita mi fa abbastanza paura..
perchè un discorso è avere una macchina autonoma realizzata appositamente da una squadra di tecnici e testata ben oltre la nausea spendendo milioni..
Ben altro paio di maniche è lo smanettone di turno che piazza un kit di autoguida sulla sua carretta e "stiamo a vedere che succede".

E' una cosa parecchio seria che coinvlge pure la sicurezza di altre persone.
benderchetioffender02 Dicembre 2016, 02:48 #2
Originariamente inviato da: demon77
Hotz è certamente uno che ha un cervello di un bel pezzo ...coinvlge pure la sicurezza di altre persone.


quotone in toto e a mani basse
Notturnia02 Dicembre 2016, 09:09 #3
un kit aftermarket per guida autonoma ?.. da galera..
un software open source che uno può installare male ?
mamma mia.. e pure si stupisce se qualche governo potrebbe vedere male il DIY della guida autonoma ? :-D

ma se la guida autonoma serve proprio per evitare quello che facciamo tutti i giorni.. guidare noi..

poi se il SUO software sbaglia e ammazzo qualcuno lui risponde ?
jepessen02 Dicembre 2016, 09:16 #4
Non penso che il kit sia rivolto al fai da te, ma a societa' che poi svilupperanno parti con le giuste certificazioni...

E' come elaborare un auto, ci sono cose che puoi fare (ma poche, in Italia, e personalmente aggiungo per fortuna), e cose che puoi fare ma poi per essere tutto regolare deve passare una certificazione, mica ti fanno girare cosi'...
demon7702 Dicembre 2016, 09:49 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Non penso che il kit sia rivolto al fai da te, ma a societa' che poi svilupperanno parti con le giuste certificazioni...

E' come elaborare un auto, ci sono cose che puoi fare (ma poche, in Italia, e personalmente aggiungo per fortuna), e cose che puoi fare ma poi per essere tutto regolare deve passare una certificazione, mica ti fanno girare cosi'...


speriamo sia come dici tu..
comunque sia anche delle "società" mi fido fino ad un certo punto.
Perchè se a fare la guida autonoma si sbatte la Mercedes o la Citroen è un paio di maniche.. se col kit può mettersi sul mercato anche la "Mario Parri & figli Srl" la cosa mi sta meno bene.

Non è un discorso genreale sia chiaro. E' solo che secondo me questa tecnologia che è ancora meno che neonata deve per ora rimanere nelle mani dei pesci grossi.
Mparlav02 Dicembre 2016, 09:55 #6
Un kit sw di autoguida open source NON implica che possa essere utilizzato da chiunque per la libera circolazione.
Certo, puoi pure prendere una Fiat 500 e divertirti a montare 4 telecamere ed un paio di radar, per farla scorrazzare nella tua proprietà privata.
Così come sei libero di montargli un V8. Stessa cosa.

Ma come per qualsiasi altra modifica apportata all'auto che non rientra nei limiti imposti dal codice, è necessaria una nuova omologazione per la circolazione stradale pubblica.

Cosa succede se il sw di autoguida "sbaglia"?
La stessa cosa di una delle tante modifiche aftermarket "imperfette" che possono essere apportate all'auto e sulle quali anche il più provetto pilota da forum, non ha alcun controllo.
demon7702 Dicembre 2016, 10:41 #7
Originariamente inviato da: Mparlav
Un kit sw di autoguida open source NON implica che possa essere utilizzato da chiunque per la libera circolazione.
Certo, puoi pure prendere una Fiat 500 e divertirti a montare 4 telecamere ed un paio di radar, per farla scorrazzare nella tua proprietà privata.
Così come sei libero di montargli un V8. Stessa cosa.

Ma come per qualsiasi altra modifica apportata all'auto che non rientra nei limiti imposti dal codice, è necessaria una nuova omologazione per la circolazione stradale pubblica.

Cosa succede se il sw di autoguida "sbaglia"?
La stessa cosa di una delle tante modifiche aftermarket "imperfette" che possono essere apportate all'auto e sulle quali anche il più provetto pilota da forum, non ha alcun controllo.


certo su questo non ci piove.
ma è e resta la teoria.

perchè la pratica dice che uno si monta il kit sulla macchina e poi ci va in giro.
poi quando succede il casino allora tutti a piangere. Ma deve succedere.

Da noi in particolare è la logica preferita..
Simonex8402 Dicembre 2016, 10:45 #8
Il solo pensiero che il nerd di turno possa montarsi un kit di guida autonoma ed usarlo sulle strade pubbliche è TERRIFICANTE!!!
!fazz02 Dicembre 2016, 10:49 #9
Originariamente inviato da: jepessen
Non penso che il kit sia rivolto al fai da te, ma a societa' che poi svilupperanno parti con le giuste certificazioni...

E' come elaborare un auto, ci sono cose che puoi fare (ma poche, in Italia, e personalmente aggiungo per fortuna), e cose che puoi fare ma poi per essere tutto regolare deve passare una certificazione, mica ti fanno girare cosi'...


di pure nulla in Italia
comunque kit del genere non sono pensati per l'uso su strada
Vash8802 Dicembre 2016, 10:51 #10
dargli dell'ingenuo è voler essere gentili

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^