Tesla è il secondo produttore americano di auto: superata Ford

Tesla è il secondo produttore americano di auto: superata Ford

La societÓ di Elon Musk, famosa per le proprie produzioni con propulsione elettrica, ha superato Ford in termini di valore di capitalizzazione di mercato dopo gli ottimi risultati trimestrali riportati

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:51 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Elon Musk è probabilmente il più grande visionario della nostra epoca, con progetti a volte ai confini della fantascienza. Ma è anche un formidabile imprenditore dal momento che ha reso Tesla una realtà da sfidare nel suo segmento, proponendosi sul mercato esclusivamente con modelli a propulsione elettrica. In questa nicchia di mercato - possiamo dirlo - non ha praticamente eguali e a conferma di ciò arrivano gli ottimi risultati trimestrali annunciati lunedì.

In seguito alla divulgazione dei nuovi dati Tesla ha superato Ford in termini di capitalizzazione di mercato, con un valore per le azioni (aggiornati alla mattinata del 4 aprile) della società di 48,69 miliardi di dollari. La concorrente americana, di contro, si ferma a 45,31 miliardi di dollari, occupando adesso la terza posizione del podio. Certo è che in termini di volumi di mercato le due società non sono paragonabili dal momento che occupano posizioni estremamente diverse.

La generalista Ford ha venduto nel 2016 quasi 7 milioni di veicoli, laddove l'elettrica Tesla può vantare 80 mila unità vendute. Nel primo trimestre del 2017 la compagnia di Musk è riuscita a consegnare 25 mila automobili, fra cui quasi la metà Model X, con segnali di crescita addirittura prima del lancio del modello economico Model 3. Anche l'investimento da parte di Tencent ha naturalmente aiutato a favorire la fiducia negli investitori. Risultato? +7,27% in un solo giorno.

Musk ha scherzato su Twitter su questi dati, ma non tutti sono favorevoli a considerare Tesla una realtà più solida di un brand consolidato da oltre un secolo. Secondo l'analista Dave Sullivan di AutoPacific il sorpasso di Tesla nei confronti di Ford non ha senso: "È sbalorditivo che una società con il respiro globale e la profondità di Ford abbia improvvisamente un valore inferiore o quanto meno uguale a quello di Tesla", sono state le sue parole riportate da Bloomberg.

La borsa tuttavia tende a considerare diversi fattori, e il prezzo azionario delle società riflette questi fattori in maniera differente. Le potenzialità di crescita di Tesla sono ad esempio enormi rispetto a quelle di Ford: Musk ha dichiarato che intende aumentare la produzione fino ad oltre 500 mila veicoli all'anno già nel 2018 dopo il lancio di Model 3 e, se ciò avvenisse, crediamo che gli investitori - piccoli e grandi - ne saranno davvero ben contenti. 

51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ripe04 Aprile 2017, 14:06 #1
Il titolo mi sembra onestamente un po' stupido (e non so perché, ma la cosa non mi stupisce)... scusate, ma per stabilire se un produttore di auto viene prima di un altro non si è sempre usato il numero di unità vendute (o il market share)? Da quando la capitalizzazione di mercato significa qualcosa a proposito?! Ma magari mi sbaglio io, eh....
marchigiano04 Aprile 2017, 14:09 #2
il titolo è proprio sbagliato

a parte questo è evidente la bolla che ha il titolo tesla e il nasdaq in generale, c'è il rischio di una correzione a colpi di -10% al giorno
zappy04 Aprile 2017, 14:11 #3
Originariamente inviato da: marchigiano
il titolo è proprio sbagliato
a parte questo è evidente la bolla che ha il titolo tesla e il nasdaq in generale, c'è il rischio di una correzione a colpi di -10% al giorno


+ che altro è un titolo acchiappaclick
Luxor8304 Aprile 2017, 14:14 #4
Aldilà del titolo del tutto sbagliato credo che questo sia il futuro dell'automobile e questo tizio si merita davvero tutto il successo che sta avendo, ci vorrebbero più visionari "positivi" come lui.
fraquar04 Aprile 2017, 14:15 #5
Originariamente inviato da: ripe
Il titolo mi sembra onestamente un po' stupido (e non so perché, ma la cosa non mi stupisce)... scusate, ma per stabilire se un produttore di auto viene prima di un altro non si è sempre usato il numero di unità vendute (o il market share)? Da quando la capitalizzazione di mercato significa qualcosa a proposito?! Ma magari mi sbaglio io, eh....


Funziona così, è come per la temperatura
20° reali, percepiti 24°, per gli ambientalisti 36°
Basta saperlo e dare il giusto valore ai dati.
Opteranium04 Aprile 2017, 14:17 #6
correggete il titolo per carità..
Lampetto04 Aprile 2017, 14:21 #7
Originariamente inviato da: ripe
Il titolo mi sembra onestamente un po' stupido (e non so perché, ma la cosa non mi stupisce)... scusate, ma per stabilire se un produttore di auto viene prima di un altro non si è sempre usato il numero di unità vendute (o il market share)? Da quando la capitalizzazione di mercato significa qualcosa a proposito?! Ma magari mi sbaglio io, eh....


Certamente in base al volume di vendite attuali, Tesla è un moscerino rispetto a Ford e il valore di mercato reale non è neppure paragonabile tra le 2 realtà, ma la capitalizzazione in borsa fa parte di quello che il mercato cerca di anticipare riguardo il futuro di questa scommessa (auto elettrica) e da come si stanno muovendo tutti non è certamente un'eresia una simile capitalizzazione in ottica futura...
La scommessa non è se l'auto elettrica avrà successo o meno, ma se tesla saprà capitalizzare il vantaggio che ha accumulato in questo mercato, attualmente di nicchia...
marchigiano04 Aprile 2017, 14:22 #8
Originariamente inviato da: fraquar
Funziona così, è come per la temperatura
20° reali, percepiti 24°, per gli ambientalisti 36°
Basta saperlo e dare il giusto valore ai dati.


e per la procura 15

Originariamente inviato da: Luxor83
credo che questo sia il futuro dell'automobile


assolutamente no, almeno fino a che una batteria da 200kwh non costerà meno di 5k e avrà ingombri e peso adatti a un'auto media. attualmente senza incentivi di elettriche ne venderebbero 5 all'anno

questo tizio si merita davvero tutto il successo che sta avendo, ci vorrebbero più visionari "positivi" come lui.


questo è poco ma sicuro
zappy04 Aprile 2017, 14:25 #9
Originariamente inviato da: marchigiano
...assolutamente no, almeno fino a che una batteria da 200kwh non costerà meno di 5k e avrà ingombri e peso adatti a un'auto media. ...

condivido che le batterie erano e restano un problema, non solo nel settore auto.
trvdario04 Aprile 2017, 14:31 #10
Che titolo del menga...ma che siamo su Chi?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^