TGV a guida autonoma nel 2023

TGV a guida autonoma nel 2023

Il TGV è in grado di raggiungere una velocità di 574 km/h (record segnato nel 2007 sulla tratta Strasburgo-Parigi), attualmente è già predisposto per essere pilotato occasionalmente da remoto ma a bordo sono comunque presenti alcuni conducenti per gestire le emergenze o eventi imprevisti

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 15:01 nel canale Tecnologia
 

L'operatore nazionale ferroviario francese SNCF mira ad avere un treno a guida autonoma in servizio entro il 2023, per la precisione sta lavorando sul suo famoso TGV ad alta velocità.

Secondo un rapporto pubblicato da FranceInfo i test per questa nuova frontiera di guida autonoma inizieranno già nel corso del 2019 e si baseranno su un treno prototipo denominato Drone train.

IIl TGV è in grado di raggiungere una velocità di 574 km/h (record segnato nel 2007 sulla tratta Strasburgo-Parigi), attualmente è già predisposto per essere pilotato occasionalmente da remoto ma a bordo sono comunque presenti alcuni conducenti per gestire le emergenze o eventi imprevisti; Il nuovo TGV a guida autonoma sopperirebbe la mancanza di personale a bordo con l'adozione di svariati sensori in grado di far capire ai sistemi di bordo, in maniera completamente autonoma, ciò che lo circonda e anche di rilevare ostacoli e frenare automaticamente se necessario.

Guillaume Pepy, presidente di SNCF, ha dichiarato orgogliosamente a Le Figaro che, se il progetto avrà successo, SNCF sarà il primo operatore al mondo ad utilizzare treni automatizzati ad alta velocità per il servizio di linea.

Questa particolare evoluzione dei sistema di controllo del TGV ha come obiettivo quello di aumentare la velocità e la frequenza degli spostamenti su tutta la rete francese, ed in particolare nelle zone vicino a Parigi, dove le linee TGV intersecano maggiormente con varie linee ferroviarie territoriali: è stato stimato che questo sistema automatizzato porterebbe ad esempio ad aumentare il numero di viaggi tra Parigi e Lione del 25 %.

Se doveste affidare i vostri spostamenti ad un mezzo dotato di guida autonoma vi sentireste più sicuri su di un'auto oppure su questo treno completamente indipendente?

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FirePrince19 Giugno 2017, 15:49 #1
Mi sentirei piu' sicuro in un veicolo completamente autonomo, visto che la maggior parte degli incidenti e' dovuta a errore umano.
Epoc_MDM19 Giugno 2017, 15:50 #2
Originariamente inviato da: FirePrince
Mi sentirei piu' sicuro in un veicolo completamente autonomo, visto che la maggior parte degli incidenti e' dovuta a errore umano.


Concordo, se anche gli scambi e gli start/stop dalle stazioni siano gestiti autonomamente, altrimenti non è che cambi gran che.
mattia.l19 Giugno 2017, 20:53 #3
alla fine è codice, una volta testato per bene funziona e basta...
tuttodigitale19 Giugno 2017, 23:23 #4
Originariamente inviato da: FirePrince
Mi sentirei piu' sicuro in un veicolo completamente autonomo, visto che [U]la maggior parte degli incidenti e' dovuta a errore umano[/U].


quello sicuro, ho i miei dubbi che l'errore sia del macchinista....visto che i sistemi di sicurezza ATTUALI (da una decina di anni e oltre) dovrebbero sostituirlo se questo sbaglia o si distrae...

Non mi meraviglierei se la causa degli incidenti siano dovuti a sistemi di sicurezza fatiscenti, o ad una manutenzione non fatta come si deve la dove questi funzionassero (con binari danneggiati ci vuole un miracolo non un buon computer di bordo)...

Originariamente inviato da: mattia.l
alla fine è codice, una volta testato per bene funziona e basta...

con il sistema attuale il macchinista opera, se non esegue tutte le procedure previste (ad esempio rallentare a partire da tot metri per rispettare un semaforo rosso) prima c'è una segnalazione sonora, poi viene arrestato TEMPESTIVAMENTE il treno....
l'unico limite, è che il treno non ha nessuna informazione della presenza di eventuali massi....se questi sensori riescono a vedere a grandissime distanze (l'attrito tra 2 pezzi di acciaio non è elevato...) potrebbe rivelarsi utile sul piano della sicurezza (anche se resto convinto che sia un sistema nato per aumentare la densità dei treni)
Rubberick20 Giugno 2017, 02:10 #5
Una supervisione di un macchinista però non ce la vedo comunque male..
zappy20 Giugno 2017, 09:13 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://auto.hwupgrade.it/news/tecno...2023_69419.html

Il TGV è in grado di raggiungere una velocità di 574 km/h (record segnato nel 2007 sulla tratta Strasburgo-Parigi), attualmente è già predisposto per essere pilotato occasionalmente da remoto ma a bordo sono comunque presenti alcuni conducenti per gestire le emergenze o eventi imprevisti

Click sul link per visualizzare la notizia.


570km/k è un test di prova in condizioni particolarissime, non certo lo standard.
se per quello anche una matiz può raggiungere i 300km/h

ci sono molte linee di metropolitana gestite del tutto in automatico e da remoto, non mi sembra una novità. ma tutte le notti gira un convoglio di manutenzione e controllo.
Spawn758620 Giugno 2017, 09:58 #7
Guarda i documenti delle lezioni che fa sulle metro completamente automatizzate di Taipei e guarda il "vecchio" sistema di treni automatizzati mi pare fossero di Etihad...
La tecnologia per automatizzare interamente i treni c'è da parecchio e non è nulla di così innovativo, neanche nella alta velocità. Il fatto che si voglia sempre l'operatore a bordo è per gestire le situazioni di emergenza....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^