Uber ha un nuovo CEO: Dara Khosrowshahi, ex Expedia, è stato scelto per rilanciare la piattaforma

Uber ha un nuovo CEO: Dara Khosrowshahi, ex Expedia, è stato scelto per rilanciare la piattaforma

Una lunga riunione ha permesso di scegliere il nuovo numero uno di Uber: è Dara Khosrowshahi, già CEO di Expedia. A lui il compito di prendere in mano un'azienda capace di rivoluzionare il trasporto e di prepararla a sbarcare in borsa.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 12:41 nel canale Tecnologia
Uber
 

Uber ha finalmente il suo nuovo CEO: è Dara Khosrowshahi e dopo le dimissioni "forzate" di Travis Kalanick è stato scelto dopo una lunga riunione dal board dell'azienda che dunque delega in tutto e per tutto a lui la necessità di riportare in auge, risolvere i problemi e permettere lo sbarco in borsa di Uber. Un compito per nulla facile per l'ex CEO di Expedia che comunque è riuscito a spuntarla tra le candidature di Jeff Immelt, ex capo di General Electric, e Meg Whitman, attuale CEO di HP che però aveva dichiarato già di non prendere in considerazione la sua candidatura.

Secondo i più informati la scelta di Dara sembra essere stata dettata come "tregua" visto che il dirigente risulta essere poco conosciuto nel giro e proprio questo aspetto permetterebbe di riportare un po' di tranquillità nell'ambiente della società soprattutto dopo la dipartita anticipata di Travis voluta fortemente proprio dagli addetti ai lavori di Uber. In questo caso il nuovo Dara Khosrowshahi non ha ancora ufficialmente accettato l'incarico anche se a detta degli esperti non potrà che farne a meno visto soprattutto il prestigio di una figura quale quella di CEO in Uber.

Chi è Dara Khosrowshahi? Nato a Teheran in Iran e trasferitosi in USA da adolescente, Dara, possiede una buona esperienza alla guida di società importanti. Sì perché dal 2005 ha preso le redini di Expedia, uno dei principali siti web per la prenotazione dei viaggi online, allontanandosene solo in questo anno. Prima di entrare in Expedia è stato anche responsabile finanziario alla IAC Travel oltre ad essere inserito anche nel board del New York Times.

Un nome non nuovo nella Silicon Valley con un forte potenziale. Sì, perché il nuovo CEO di Uber è riuscito alla guida di Expedia a far salire i ricavi della società dai 2,1 miliardi di dollari del 2005 fino agli 8,7 miliardi di dollari dello scorso anno. Un balzo impressionante che ha permesso ad Expedia di acquisire sotto la guida di Dara anche importanti pedine quali i siti web di Hotels.com, Orbitz ma anche Trivago e Travelocity e molti altri ancora.

Accettando, Dara Khosrowshahi, dovrà escogitare una soluzione alla situazione non proprio rosea della società a livello finanziario con una perdita di oltre 2 miliardi di dollari nel solo 2017 malgrado l'utilizzo di Uber sia aumentato del 150% in un solo anno. Oltre a questo dovrà porre a tacere i vari scandali sessisti degli ultimi mesi che avevano messo in ginocchio proprio il suo predecessore. Un compito non facile ma che Dara sembra pronto ad accollarsi.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Uncle Scrooge29 Agosto 2017, 14:43 #1
Faccio solo notare che "non potrà che farne a meno" e "non potrà farne a meno" hanno significati opposti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^