Nuova Opel Corsa-e: giovanile e sportiva, con diversi punti di forza

Nuova Opel Corsa-e: giovanile e sportiva, con diversi punti di forza

Abbiamo provato la nuova Opel Corsa-e, ovvero la versione full electric della nuova Corsa, che con i vari incentivi è una delle auto elettriche più abbordabili sul mercato e con batteria da 50kWh. Pregi, difetti, consumi, impressioni e molto altro in questo articolo (con video), che espone l'esperienza d'uso nell'arco di circa una settimana fra circuito cittadino, extraurbano e autostrada.

di pubblicato il nel canale Tecnologia
Opel
 

Parlare di Opel Corsa oggi significa mettere in conto un percorso che dura da decenni, visto che questo modello è giunto alla sesta generazione. Si fa presto a dire segmento B, quello delle cosiddette utilitarie in cui rientrano moltissimi modelli fra i 370cm e i 420cm di lunghezza, così come è in discussione il termine stesso di utilitaria. La prima Opel Corsa del 1982 era un'auto mezzo metro più corta e 20cm più stretta, consumava di più con la metà dei cavalli, nessuna concessione al lusso e piena aderenza al concetto classico di utilitaria.

Salire su una "utilitaria" moderna, non per forza una Opel Corsa, permette di capire che tutto è cambiato. Le virgolette che abbiamo usato sottintendono una grande approssimazione, poiché sono auto complete anche sotto il profilo della sicurezza, molto più curate, rifinite e, in proporzione, anche più care ovviamente. Cambia anche l'approccio delle case automobilistiche: grandi aggregazioni e sviluppo di pianali condivisi fra più marchi hanno permesso di offrire molte alternative mitigando i costi, se rapportati a quelli necessari a sviluppare un'auto ex novo per ogni modello.

[HWUVIDEO="3085"]Opel Corsa-e, le impressioni alla guida[/HWUVIDEO]

Non deve quindi stupire, con la nuova Opel Corsa, l'utilizzo di quella Common Modular Platform già vista con la Peugeot 208, 2008, Citroen C4 e la nuovissima Mokka, restando in casa Opel. Non solo: questa piattaforma non è sviluppata solo per auto benzina e diesel di più brand, ma anche per la propulsione esclusivamente elettrica. Parleremo proprio dell'esperienza di utilizzo della nuova Opel Corsa-e, dopo un test approfondito condotto nell'arco di una settimana.

Costruzione, dimensioni, caratteristiche

Corsa-e condivide con le versioni termiche un'estetica moderna e sportiva, così come praticamente tutti gli interni. Lunga 406 cm, alta 143 cm e larghezza 176 cm, nella versione elettrica ferma la bilancia a 1455Kg, circa 400Kg in più delle versioni termiche. Con Opel Corsa-e si sale a bordo di una delle vetture elettriche meno costose del segmento: il prezzo di partenza è fissato a circa 32000 Euro, ma promozioni Opel e ecoincentivi vari fanno scendere sensibilmente questa cifra. La velocità è autolimitata a 150Km/h, mentre l'accelerazione dichiarata  è di 8,1s nello 0-100Km/h. Nel video trovate poi il dettaglio degli interni e di molti particolari, motivo per cui vi invitiamo a prenderne visione.

La costruzione è curata, così come gli allestimenti non sono certo poveri anche nella versione di base, ovvero la Edition. C’è ampio uso di plastiche di qualità più che valida, così come sono apprezzabili i sedili e le opzioni di regolazione sedili e volante.  Due le opzioni per il monitor centrale: Multimedia Navi con schermo da 7" oppure Multimedia Navi Pro con schermo da 10". Oltre a questo c'è anche un cruscotto digitale proprio di fronte al guidatore, purtroppo con pochi margini di personalizzazione e stranamente privo della carica residua in percentuale (ci sono solo i Km residui stimati, molto ballerini in base allo stile di guida).

Completano le dotazioni di sicurezza i servizi Opel Connect, il collegamento diretto con i mezzi di soccorso stradale e anche le chiamate di emergenza eCall. Il sistema di infotainment è compatibile con Android Auto e Apple CarPlay, utilizzando però solo il cavo e non in modalità wireless. Ottima, a nostro avviso, la scelta di lasciare manuali e non via touchscreen i controlli per la climatizzazione, lasciando quindi semplice e immediata un'operazione che alcuni concorrenti hanno complicato.

Se da una macchina lunga poco più di 4 metri non possiamo attenderci grande spazio per i bagagli, Opel Corsa-e si piazza però un po' sotto la media: 267 litri per un vano regolare, con una soglia di carico un po’ troppo alta e nessun piccolo vano supplementare per riporre i cavi di alimentazione (che rubano quindi ulteriore spazio godibile). Se l’abitabilità anteriore è molto buona anche per i più alti lo spazio è più sacrificato per gli occupanti posteriori, soprattutto in termini di spazio per le gambe.

Modalità di utilizzo

Come praticamente in tutti i modelli della concorrenza, sono disponibili la modalità ECO, NORMAL e SPORT. ECO è quella per consumare meno energia possibile: il motore è tarato per erogare circa 80CV e 180Nm di coppia, con limitazioni sull'efficienza del sistema di riscaldamento e raffreddamento, già comunque poco energivoro grazie all'adozione di una pompa di calore. Limitante? Sinceramente, no. In città non si sente la mancanza di altro così come nell'extraurbana, se è nella propria indole adottare una guida tranquilla.

In NORMAL, che è la modalità con cui l'auto si accende sempre, si sale 80kW e 220Nm, mente è con la modalità SPORT che il motore è al massimo, in combinazione con uno sterzo più duro.
C'è da dire che nella nostra prova da 0 a 100 Km/h il valore di 8,3 secondi, davvero buono, lo si raggiunge in qualsiasi modalità, segno che all'affondo deciso del pedale dell'acceleratore il motore viene spinto al suo massimo comunque.

Anche con Corsa-e è presente una modalità B il recupero dell'energia in frenata, sfruttando appunto la frenata rigenerativa. Il sistema è abbastanza efficiente ma avremmo gradito la possibilità di selezionarne l'incisività di intervento. L'auto decelera sensibilmente, sia chiaro, ma non come in altre auto che abbiamo avuto modo di provare. Appena ci si abitua, infatti, con una frenata rigenerativa molto corposa si può in molti casi non toccare affatto il pedale del freno, a tutto vantaggio di usura e quantità di energia rigenerata. L’auto, tuttavia, non si ferma del tutto da sola ed è per questo che avremmo preferito una rigenerazione più incisiva

Autonomia, tanti fattori in gioco

L'autonomia dichiarata è di circa 320Km come valore massimo, garantiti da una batteria da 50kWh di cui 45kWh quelli effettivi. Il dichiarato medio, quindi, è di circa 7,1 Km per kWh. Sono realistici? La risposta è veramente complessa tanto da poter affermare, prima di motivarlo, che si può tranquillamente andare oltre ma anche non superare i 200Km.

1. Dove. Opel Corsa-e è un'auto per la città e il piccolo-medio raggio, da sempre. Le auto elettriche, in generale, sono più efficienti alle basse e medie andature, mentre nelle alte tutto si complica.  Corsa-e non fa eccezione: la coppia massima già disponibile al minimo permette di muoversi senza impaccio in città e con consumi relativamente bassi, cosa che vale anche per l'extraurbano a velocità codice, fino a 90Km/h. In autostrada la musica cambia: già ad una andatura lenta, 110Km/h, i Km residui stimati (anche in ECO) si livellano su valori ben più bassi. Quanto, vediamo qualcosa in seguito.

2. Come - Stile di guida: ovviamente lo stile di guida influisce parecchio, anche se in misura minore alle basse e medie andature rispetto alle auto a combustione termica. Resta il fatto che un'andatura a filo di acceleratore in ECO permette una percorrenza superiore di circa l'8%% rispetto alla NORMAL e piede un po' più pesante. Passando in SPORT l'erosione dei Km residui subisce un ulteriore -8% circa.

3. Temperatura: un fattore importantissimo. Praticamente tutte le auto elettriche consumano di più, spesso molto di più, con l'abbassarsi della temperatura esterna. Valga un esempio su tutti ovvero il simulatore messo a disposizione da Opel, che di certo non ha voluto "penalizzare" i dati ma anzi, facile che siano stime ancora ottimistiche.

Con stile di guida tranquilla, verosimilmente in ECO, 20°C di temperatura e velocità autostradale di 120 Km/h, climatizzazione al minimo, l'autonomia scende a circa 200Km (considerando una batteria completamente carica). Velocità e resistenza aerodinamica penalizzano di molto il consumo di batteria. Dai nostri dati registrati, mediamente, l'auto ha consumato circa 15,3 kWh/100Km, ma in contesti simili il consumo istantaneo si alza a ridosso dei 19-20kWh/100Km,  sulla carta circa 200-230Km di autonomia.

Nello stesso identico contesto, ma con 0°C esterni e sempre guida tranquilla, i valori scendono e anche di molto.

Affrontando l'autostrada con guida dinamica, quindi anche sorpassi e modalità ECO o SPORT, ma a 130Km/h e con 20°C, altro taglio nella stima dei Km residui.

Lo scenario peggiore possibile per un'auto elettrica: stessa modalità di guida di prima ma con 0°C esterni: l'autonomia è ben più che dimezzata rispetto alle condizioni standard ad andature meno elevate. Sono dati confermati dalle nostre prove.

Tutto cambia con una guida tranquilla, in extraurbano, con 25°C: l'autonomia è verosimilmente come la dichiarata, ma ci sono margini per fare anche di meglio. Morale: nella guida di tutti i giorni non è difficile percorrere più di 250km con una carica anche non completa, soprattutto se percorriamo le tipiche strade statali. In autostrada cambia tutto: il consumo aumenta soprattutto andando oltre i 110km/h.

Ricarica

L’auto è dotata di connettore CCS2 Combo pertanto può venir ricaricata tanto in corrente alternata come in quella continua. Nel primo caso il convertitore di serie è da 7kW quale massimo, con la possibilità di ottenere come accessorio una versione da 11kW; in corrente continua la ricarica arriva ad un massimo di 100 kW. La vettura da noi testata è dotata di caricatore da 11kW: collegata ad una colonnina Enel X in un’ora siamo passati dal 39% di batteria e 92Km residui a 64% e 170 Km, valori che permettono quindi di allungare l'autonomia in maniera sufficiente a non farsi condizionare troppo la vita.

Tutto è relativo, in ogni caso: un'ora può essere poca se hai cose da fare, lunghissima se si è costretti a ricaricare non avendo alternative. In casa i tempi sono più lunghi, in quanto tipicamente si opta per una potenza tra 3 e 6kW a seconda dell’impianto domestico: con una capacità di 50kWh complessiva la batteria viene portata facilmente all'80%  durante una ricarica notturna, pronta per il giorno dopo.

Frenata rigenerativa

Anche con Corsa-e è presente una modalità B il recupero dell'energia in frenata, sfruttando appunto la frenata rigenerativa. Come in altre auto simili, la modalità di marcia prevede sia la D (drive) che la B (Brake). La prima permette di guidare Corsa-e senza frenata rigenerativa rilasciando l'acceleratore, evidentemente preferita da qualche guidatore, mentre la B, consigliata, è quella che fa lavorare i motori destinati alla trazione "al contrario", andando quindi a ricaricare le batterie.

Il sistema è abbastanza efficiente ma avremmo gradito la possibilità di selezionarne l'incisività di intervento, come avviene su alcune auto della concorrenza. L'auto decelera sensibilmente, sia chiaro, ma non come in altre auto che abbiamo avuto modo di provare (più è incisiva, più ricarica). Appena ci si abitua, infatti, con una frenata rigenerativa molto corposa si può in molti casi non toccare affatto il pedale del freno, a tutto vantaggio di usura e quantità di energia rigenerata.

Sistemi di assistenza alla guida

I sistemi elettronici di assistenza alla guida sono davvero numerosi. Troviamo infatti il cruise control attivo, sistema di assistenza al parcheggio, mantenimento della corsia oltre i 65 Km/h, sorveglianza dell'angolo cieco, riconoscimento cartelli stradali, anche luminosi, rilevazione di stanchezza, Flank guard per la protezione della fiancata e non solo. Come optional o nelle versioni più accessoriate citiamo i fari IntelliLux a Led, che permettono di adattarsi dinamicamente evitando di abbagliare altri conducenti creando coni d'ombra in corrispondenza di altre auto che precedono o sopraggiungono. Non solo: di notte la cartellonistica stradale viene illuminata selettivamente, rendendola estremamente leggibile anche nel buio più assoluto di una extraurbana senza lampioni.

Comportamento stradale

Il comportamento stradale di Corsa-e è quasi da piccola sportiva, in modalità SPORT, regalando emozioni di guida grazie anche all'ottima coppia disponibile da subito e sempre. tenuta di strada e sterzo sono sicuramente all'altezza della situazione. Il baricentro basso, grazie alle batterie posizionate nel pianale, rende il veicolo molto stabile nonostante il peso; l’elettronica di bordo governa il tutto conferendo sicurezza.

Cruise Control attivo e in generale tutte le impostazioni, da volante e da display, ci sono sembrate un po' macchinose, non certo semplici per chi non ci ha mai avuto a che fare. Soluzioni della concorrenza sono sicuramente più intuitive (climatizzazione a parte), quindi è da mettere in conto un certo periodo di apprendimento. Da segnalare che la sporgenza dei comandi al volante è soggetta a contatti accidentali con le mani e gli avambracci nei tornanti. Manca inspiegabilmente un indicatore residuo di batteria in percentuale, cosa che invece viene visualizzato in fase di ricarica. La stima del chilometraggio residuo è infatti abbastanza impreciso e fortemente condizionato dallo stile di guida istantaneo. Diventa più preciso solo guidando un po’. Con una temperatura esterna bassa, circa 1°C, alla partenza Corsa-e indicava 90 Km residui, diventati però dopo una decina di minuti e in modalità ECO ben oltre i 130 Km.
 

Considerazioni importanti

Corsa-e è proposta in 4 versioni, con prezzi che partono da 32.400€ sino a 34.200.€. C'è una buona scelta di optional con i quali poter configurare ulteriomente la propria vettura: il prezzo sale ma in questo caso il consiglio è di rivolgersi direttamente a una delle versioni con allestimento più ricco. Grazie agli incentivi nazionali con rottamazione di un veicolo adatto è possibile acquistare Corsa-e a partire in diversi casi da circa 20.500€, sfruttando una promozione offerta da Opel. Fortemente incentivata, Opel Corsa-e costituisce una bella opzione qualora si guardi con interesse al mondo delle vetture elettriche. Ha una batteria capiente, finiture ottime, linee moderne e verve.

Ci sono però molte considerazioni da fare. Opel Corsa-e, come tutte le elettriche più o meno, NON è nata per l'autostrada o per le andature veloci. Se la percorrenza abituale comprende percorsi di questo tipo per lunghi tratti, la buona autonomia "standard" diventa un miraggio, anche a prescindere dalla temperatura esterna. L'auto è molto più adatta alla città e alle extra-urbane, con qualche passaggio in eventuali tangenziali. In questo caso allora la musica cambia e parecchio: un'autonomia reale di 260Km è facilmente raggiungibile anche senza troppe attenzioni.

Cosa ci ha convinto di meno? Nell'uso quotidiano sicuramente una maggiore semplicità per la gestione dell'elettronica di bordo (ma ci si abitua), così come la frenata rigenerativa non impostabile. Il baule non è certo il suo forte, così come il drastico calo del rendimento alle elevate andature (ma vale un po' per tutte le elettriche).

Opel Corsa-e è comunque più auto in una: può essere docile, ma trasformarsi in un attimo in una esuberante piccola sportiva da circa 8 secondi nello 0-100Km/h, il tutto con una generale sensazione di sicurezza e piacere di guida.  Mai, come in questi casi, serve capire bene l'utilizzo medio che se ne farà, per poi decidere di conseguenza.

Pro:

Finiture ed estetica: ottime per il tipo di auto, che si offre con una linea fresca e sportiva.

Dotazioni di sicurezza e assistenza alla guida: veramente ricche ed efficaci.

Guida: l'auto è reattiva, ben piantata a terra ma senza essere troppo rigida sullo sconnesso.

Prestazioni: in SPORT ci si diverte.

Contro:

Baule piccolo: considerando che è fortemente consigliato tenerci sempre i cavi di ricarica, che sono ingombranti, il vano di carico è risicato.

Cruscotto: poco personalizzabile, manca inspiegabilmente l'indicazione della percentuale di batteria residua (che però in ricarica appare)

Poche personalizzazioni disponibili: l'auto riparte sempre in NORMAL e in D; non è possibile impostare la frenata rigenerativa fino all'arresto completo del mezzo. Idem per quelle sul cruscotto.

[HWUVIDEO="3085"]Opel Corsa-e, le impressioni alla guida[/HWUVIDEO]
40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
xpiuma03 Maggio 2021, 18:26 #1
Bella Alessandro, confermo praticamente tutto (ce l'ho da un paio di mesi la Corsa-e).
Unica cosa è uno dei contro. "Non è possibile impostare la frenata rigenerativa fino all'arresto completo del mezzo". Non è vero, anche in moto, a qualunque velocità, basta tirare il selettore automatico in basso e la modalità passa da D a B e viceversa.
Manca una sezione sull'app connessa, che va a completare l'auto.

Provvedo io.
Funziona davvero male. Molte potenzialità ma pochissima utilità.
Si può vedere da remoto la carica residua e accendere il condizionatore (senza però poter impostare la temperatura. E' a 21° deciso da Opel.
Si possono visualizzare i percorsi fatti e i consumi (in Km/l, quindi sempre zero). Per le versioni a benzina/gasolio funziona, per la "e" nulla da fare.
Ginopilot03 Maggio 2021, 20:45 #2
32.000 euro scontati a 20.000. Siamo ancora davvero molto lontani dal senso di queste auto.
journeyman03 Maggio 2021, 20:54 #3
Mi associo alle conferme di xpiuma!

Io ho la Corsa-e da 10 mesi e 24000 km, e sono entusiasta di questa auto!!

Purtroppo l'app è davvero il punto debole. Stanno facendo dei progressi, ma molto lentamente...
Personalmente dei percorsi fatti, ne vengono caricati uno su 5 nella sezione dell'app! Quindi una funzione inutilizzabile per me.
Invece la, pur limitata, attivazione del clima a distanza (anche se richiede una carica di almeno il 50%, che mi sembra esagerata!) mi è stata utile, sia in estate per non trovare l'auto troppo bollente, ma soprattutto in inverno per non ritrovare il ghiaccio sul parabrezza!

Per quanto riguarda la frenata rigenerativa che porta ad un arresto completo, forse altre auto elettriche prevedono propio che l'auto arrivi fino a 0 senza alzare il piede dall'acceleratore, mentre la nostra Corsa quando arriva a 7 km/h non rallenta più e continua a procedere a passo d'uomo, se non si preme il pedale del freno. Probabilmente nell'articolo intendevano questo...

In ogni caso complimenti per l'articolo!
floc03 Maggio 2021, 21:05 #4
chi ha scritto il titolo ha uno strano concetto di "sportività". 150kmh e 8.1 secondi di 0-100 sono scarsi per un'auto a combustione, figuriamoci per una elettrica.

Sarà tante belle cose, ma di sicuro non è sportiva neanche da lontano.
leoben03 Maggio 2021, 21:39 #5
Originariamente inviato da: floc
chi ha scritto il titolo ha uno strano concetto di "sportività". 150kmh e 8.1 secondi di 0-100 sono scarsi per un'auto a combustione, figuriamoci per una elettrica.

Sarà tante belle cose, ma di sicuro non è sportiva neanche da lontano.


Dipende tutto da cosa prendi a paragone. Se per sportiva intendi una supercar, tante grazie al....
Considera che mediamente per fare 0-100 in 8 secondi servono più o meno 150cv in un motore a benzina, quindi il tuo "scarsi" a quale auto è paragonato?
E i 150km/h è ovvio che, come per tutte le elettriche, sono limitati per il discorso autonomia.
Marko#8804 Maggio 2021, 07:52 #6
Originariamente inviato da: floc
chi ha scritto il titolo ha uno strano concetto di "sportività". 150kmh e 8.1 secondi di 0-100 sono scarsi per un'auto a combustione, figuriamoci per una elettrica.

Sarà tante belle cose, ma di sicuro non è sportiva neanche da lontano.


Beh, lo 0-100 è più o meno quello delle segmento B pepate da 150/180 cavalli.
Non è sportivo ma sportiveggiante si. Piuttosto che serve è il comportamente in frenata e curva... per divertirsi conta molto più quello che fare lo 0-100 in 6 o in 7. Altrimenti un SUV da 500 cv sarebbe ottimo.
Notturnia04 Maggio 2021, 08:18 #7
la opel astra 2.0 16v del '97 aveva un 2.0L da 150 cv e faceva lo 0-100 in 8 secondi ed era considerata sportiva al pari della golf GTI e altre auto simili..

il problema di queste auto non è lo 0-100 o la velocità di punta ma la dinamica di guida che è diversa dal normale e il fatto che appena la usi in modo sportivo la batteria non dura più niente.. sarebbe bello vedere quanti km fa su per i passi montani con continue accelerazioni e frenate a salire e scendere.. vero che in frenata rigenera ma mai quanto poi perde tornando ad accelerare e in salita portarsi a spasso 400 kg di troppo una differenza la fa..
altra cosa.. il fading sulle macchine elettriche si nota o no ? che spazi di frenata ha rispetto alla sua sorella termica ? 100-0 in ?

dalla prova di auto.it per esempio una model 3 ha un'autonomia massima di 510 km che scende a 64 km quando si fanno le sparate una dietro l'altra o la si usa in pista.. per raffronto una bmw 330xd passa da oltre 1.000 km di autonomia massima a 248 km nelle medesime condizioni.. questa Corsa quindi se usata in modo sportivo probabilmente regala emozioni per pochi km..
Pino9004 Maggio 2021, 09:11 #8
Sempre più grosse... una utilitaria da 4,06 metri
Marko#8804 Maggio 2021, 10:10 #9
Originariamente inviato da: Pino90
Sempre più grosse... una utilitaria da 4,06 metri


La Grande Punto, uscita ormai 16 anni fa, era 403. Peugeot 207 stessa misura, anch'essa uscita 15 anni fa. Opel Corsa D, sempre di quegli anni, sempre 4 metri. La polo del 2001 era leggermente più compatta, 390...diventati 395 nel 2009.
Insomma, le segmento B sono circa di queste dimensioni da un paio di decenni, non mi sembra cambiato molto.
Se andiamo ancora più indietro certo, erano tutte (di tutti i segmenti) tendenzialmente più piccole... ma quasi vent'anni mi sembra comunque un orizzonte temporale discreto.
Pino9004 Maggio 2021, 10:22 #10
Originariamente inviato da: Marko#88
La Grande Punto, uscita ormai 16 anni fa, era 403. Peugeot 207 stessa misura, anch'essa uscita 15 anni fa. Opel Corsa D, sempre di quegli anni, sempre 4 metri. La polo del 2001 era leggermente più compatta, 390...diventati 395 nel 2009.
Insomma, le segmento B sono circa di queste dimensioni da un paio di decenni, non mi sembra cambiato molto.
Se andiamo ancora più indietro certo, erano tutte (di tutti i segmenti) tendenzialmente più piccole... ma quasi vent'anni mi sembra comunque un orizzonte temporale discreto.


La prima Corsa era 3.6 metri. La Corsa B era 3.7 metri. La Corsa C da 3.8. La Corsa D 3.9. Questa nuova 4,05. Quindi, a prescindere dalle decadi, sono sempre più grandi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^