COP26, presentata l'ambulanza a idrogeno del servizio sanitario inglese. Quasi 500 km con un pieno

COP26, presentata l'ambulanza a idrogeno del servizio sanitario inglese. Quasi 500 km con un pieno

In occasione del Climate Summit COP26, il UK National Health Service ha presentato la nuova ambulanza con motore elettrico alimentato da fuel cell a idrogeno. Fa parte di un piano per abbattere le emissioni di tutto il settore

di pubblicata il , alle 08:25 nel canale Auto Elettriche
 

Abbattere le emissioni inquinanti derivanti da trasporto e da attività civili è un traguardo che non devono raggiungere solo i privati cittadini, ma anche e soprattutto le istituzioni. È proprio questo l'obbiettivo che si è prefissato il National Health Service del Regno Unito, tramite il progetto Greener NHS.

Con questo programma si mira ad abbattere le emissioni di CO2 dell'80% entro il 2032, per arrivare poi alla neutralità entro il 2040. Un primo passa verso questa direzione è la nuova ambulanza presentata in occasione del summit COP26 a Glasgow. Si tratta di un veicolo a zero emissioni, con motore elettrico alimentato da fuel cell.

Le celle a combustibile sono a loro volta alimentate da idrogeno, che secondo il partner tecnico, la compagnia scozzese Hydrogen Vehicle Systems, è stato scelto come vettore energetico per offrire maggiore versatilità al mezzo. L'autonomia infatti è considerevole, 480 km, ed i tempi di rifornimento sono molto rapidi. Entrambi fattori importanti per mezzi di soccorso che devono intervenire in tempi rapidi e per distanza non pianificate.

Per fare un confronto, l'ambulanza elettrica a batteria messa in servizio in ottobre, con accumulatore da 96 kWh è in grado di percorrere solo 177 km.

È stato calcolato che il servizio sanitario inglese, da solo, contribuisce per il 5,4% delle emissioni del Paese, edifici compresi, e sul fronte della mobilità l'NHS è responsabile del 3,5% del traffico nazionale. L'adozione di più di 1.000 ambulanze di questo genere potrebbe dare un aiuto significativo.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1303 Novembre 2021, 10:25 #1
il fattore produzione di questo idrogeno è il valore di CO2 risparmiata o meno, altri confronti spostano solo l'inquinamento o la CO2 da un posto ad un'altro; fattore positivo delle celle è che non generano combustioni quindi niente NO2, anche peggiore in città
Unrue03 Novembre 2021, 10:32 #2
Per me il futuro è l'elettrico per le automobili, idrogeno per tutto il resto, specialmente furgoni, camion, autobus, dove l'elettrico ha autonomie troppo ridotte (così come il tempo di ricarica troppo lungo) non adatte all'utilizzo tipico.
djfix1303 Novembre 2021, 14:16 #3
Originariamente inviato da: Unrue
Per me il futuro è l'elettrico per le automobili, idrogeno per tutto il resto, specialmente furgoni, camion, autobus, dove l'elettrico ha autonomie troppo ridotte (così come il tempo di ricarica troppo lungo) non adatte all'utilizzo tipico.


queste auto sono elettriche...al posto delle batterie usi il "mezzo" idrogeno, ma restano elettriche
Unrue03 Novembre 2021, 14:19 #4
Originariamente inviato da: djfix13
queste auto sono elettriche...al posto delle batterie usi il "mezzo" idrogeno, ma restano elettriche


Ovviamente intendo elettriche con batteria.
WhiteSnake66603 Novembre 2021, 18:16 #5
Ma si, facciamo ancora qualche ulteriore conversione da una forma di energia all'altra, tanto la termodinamica non esiste...
Apozeme03 Novembre 2021, 21:32 #6
Dalle mie parti la fantastica società pubblica di trasporto urbano ed extraurbano ha comprato tre autobus ad idrogeno, che comprese spese accessorie ed al lordo di contributi vari sono costati sette milioni di Euro. Fermi da anni. Stranamente la suddetta società minaccia di fallire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^