Ford pronta a fornire ambulanze a zero emissioni per il primo soccorso al Regno Unito

Ford pronta a fornire ambulanze a zero emissioni per il primo soccorso al Regno Unito

Il London Ambulance Service (LAS) intende aggiungere quattro veicoli elettrici di emergenza alla sua flotta e ha scelto Ford quale fornitore

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Auto Elettriche
Ford
 

A Capodanno 2023 è ufficialmente entrata in servizio la prima ambulanza elettrica del London Ambulance Service (LAS), che per quest'anno ha deciso di aggiungere alla scuderia a zero emissioni altri quattro mezzi di emergenza.

ambulanze elettriche Ford Londra

A preparare e consegnare i nuovi veicoli (fatti su misura) sarà Ford, scelto dal LAS in virtù del suo essere "il primo produttore di apparecchiature originali a fornire al servizio sanitario nazionale un veicolo base che ha consentito ai convertitori specializzati, WAS, di costruire un'ambulanza completamente elettrica con caratteristiche uniche", come dichiarato dal servizio di soccorso londinese.

Fra i punti di forza del modello Ford di ambulanza elettrica figura la capacità di alimentare il riscaldamento, la ventilazione, l'aria condizionata e le forniture ausiliarie richieste a un mezzo di primo soccorso tradizionale per la durata di un intero turno, ovvero 12 ore, ma non solo. Le versioni a batteria delle ambulanze permettono di montare apparecchiature più leggere e versatili, come una barella con carrello elettrico, una sedia trasportabile elettrica e un sistema di scansione integrato che controlla le scorte presenti nel veicolo dopo ogni paziente trattato, informando i soccorritori di eventuali ammanchi.

Daniel Elkeles, amministratore delegato del London Ambulance Service, ha definito i nuovi veicoli "un punto di svolta per la progettazione di ambulanze in tutto il mondo" anche in virtù di quanto affermato da Taylor Forde, uno dei medici in turno durante la vigilia di Capodanno:

"C'è molto più spazio nella parte posteriore, si guida molto più agevolmente e ci ha davvero aiutato a far entrare e uscire i pazienti dall'ambulanza, rendendoci molto più efficienti. Le nuove funzionalità, in particolare il sistema letto carrello, ci hanno permesso di gestire meglio la cura dei pazienti".

ambulanze elettriche Ford Londra

"Abbiamo avuto veicoli elettrici per il trasporto dei pazienti e veicoli di supporto, ma fino ad ora non avevamo un'ambulanza elettrica in grado di rispondere alle emergenze potenzialmente letali a Londra", ha aggiunto Elkeles.

"Queste ambulanze non solo ci aiuteranno a fornire cure eccezionali ai nostri pazienti, ma sono fondamentali per i nostri sforzi volti a ridurre il nostro impatto ambientale e a fare la nostra parte nel migliorare la qualità dell'aria della capitale".

Al momento Londra vanta una flotta elettrica composta da 160 veicoli, fra cui 42 auto elettriche a risposta rapida e tre motociclette elettriche; a queste si aggiungeranno a breve le quattro ambulanze commissionate a Ford, facenti parte di un ordine di 12 mezzi di primo soccorso, che verranno gestite dal team Net Zero Travel and Transport di NHS England in collaborazione con LAS.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TorettoMilano16 Gennaio 2024, 09:13 #1
a parole sembra tutto ottimo, bisogna poi vedere coi fatti. mi aspetto nel breve per le ambulanze verrà utilizzata la ricarica wireless (non per forza sotto l'asfalto, ma anche a vista)
agonauta7816 Gennaio 2024, 09:29 #2
12 ore di servizio non significano niente . I mezzi di emergenza non possono essere a batteria ,ditelo ai geni . I mezzi che hanno già donato sono in servizio ? Quante ore km percorrono al giorno ? A quali servizi sono affidati ?(dimissioni /ricoveri / trasporto attrezzature ?) Sono in uso o buttati in qualche deposito dopo le foto di rito ?
TorettoMilano16 Gennaio 2024, 09:38 #3
Originariamente inviato da: agonauta78
12 ore di servizio non significano niente . I mezzi di emergenza non possono essere a batteria ,ditelo ai geni . I mezzi che hanno già donato sono in servizio ? Quante ore km percorrono al giorno ? A quali servizi sono affidati ?(dimissioni /ricoveri / trasporto attrezzature ?) Sono in uso o buttati in qualche deposito dopo le foto di rito ?


parlano di 12 ore per alimentare i dispositivi interni e non di servizio
agonauta7816 Gennaio 2024, 10:17 #4
Per fare cosa ? Non è un ospedale viaggiante deve solo trasportare i pazienti da un luogo all'altro , le apparecchiature si alimentano come hanno sempre fatto fino ad oggi . Che poi in ambulanza oltre alla luce e al riscaldamento c'è ben poco da alimentare . Le barelle e le sedie sono quelle tradizionali per essere leggere e versatili .
TorettoMilano16 Gennaio 2024, 10:24 #5
Originariamente inviato da: agonauta78
Per fare cosa ? Non è un ospedale viaggiante deve solo trasportare i pazienti da un luogo all'altro , le apparecchiature si alimentano come hanno sempre fatto fino ad oggi . Che poi in ambulanza oltre alla luce e al riscaldamento c'è ben poco da alimentare . Le barelle e le sedie sono quelle tradizionali per essere leggere e versatili .


fortunatamente la mai esperienza con l'ambulanza è molto limitata, ti conviene contattarli direttamente per chiedere informazioni ai tuoi dubbi
!fazz16 Gennaio 2024, 10:26 #6
Originariamente inviato da: agonauta78
12 ore di servizio non significano niente . I mezzi di emergenza non possono essere a batteria ,ditelo ai geni . I mezzi che hanno già donato sono in servizio ? Quante ore km percorrono al giorno ? A quali servizi sono affidati ?(dimissioni /ricoveri / trasporto attrezzature ?) Sono in uso o buttati in qualche deposito dopo le foto di rito ?


beh dai le ambulanze sono quei mezzi dove l'uso elettrico (almeno in italia) non sarebbe problematico
alla fine per ogni servizio standard si percorrono mediamente pochi km (massimo sulla cinquantina almeno qui in lombardia calcolando la distribuzione delle sedi)
si rimane parecchio in ospedale, tra accettazione triage ecc ecc dove già esistono prese per alimentare i servizi di bordo e che quindi potrebbero ricaricare

anche al rientro in sede ci vuole sempre un pò per la checklist e il ripristino dei materiali
calcolando una velocità di ricarica spannometrica di 8 km al kW anche con una stazione ac base da 11 kw in sede e in ospedale tieni sempre le batterie cariche
Goofy Goober16 Gennaio 2024, 11:06 #7
Originariamente inviato da: !fazz
beh dai le ambulanze sono quei mezzi dove l'uso elettrico (almeno in italia) non sarebbe problematico
alla fine per ogni servizio standard si percorrono mediamente pochi km (massimo sulla cinquantina almeno qui in lombardia calcolando la distribuzione delle sedi)
si rimane parecchio in ospedale, tra accettazione triage ecc ecc dove già esistono prese per alimentare i servizi di bordo e che quindi potrebbero ricaricare

anche al rientro in sede ci vuole sempre un pò per la checklist e il ripristino dei materiali
calcolando una velocità di ricarica spannometrica di 8 km al kW anche con una stazione ac base da 11 kw in sede e in ospedale tieni sempre le batterie cariche


non ci sono anche i mezzi dedicati al trasporto avanti/indietro dei pazienti? ossia non dedicati alle emergenze ma che sono poco più di taxi per trasporto barelle/sedie etc?

per circa un anno son stato trasportato avanti e indietro da ambulanze varie, tra cui dei modelli VW 4x4 per le zone impervie, questo perchè ero impossibilitato a muovermi senza barella prima e senza sedia da trasporto poi.
i miei trasporti erano perlopiù dovuti a controlli medici e medicazioni post trauma e altri piccoli interventi dove, oltre a me ovviamente, c'era un via vai costante di pazienti durante il giorno.
non so quanti km percorrevano, ma ne mio caso erano 35 circa, se hai una decina di trasporti pazienti come o anche più credo che i 500 al giorno siano probabili, e non so che soste ci siano nel mezzo dato che i conducenti fanno i turni, i mezzi non è detto.
agonauta7816 Gennaio 2024, 11:09 #8
Le ambulanze scaricano il paziente in triage e ripartono in 5 minuti . C'è poco da caricare se non l'eventuale ripristino o pulizia (se necessario ) . Il concetto di ambulanza è che non è un mezzo che sta fermo . I mezzi elettrici sono incompatibili con le urgenze . Giusto le dimissioni o i trasporti tra un ospedale e l'altro potrebbero fare
TorettoMilano16 Gennaio 2024, 11:14 #9
Originariamente inviato da: agonauta78
Le ambulanze scaricano il paziente in triage e ripartono in 5 minuti . C'è poco da caricare se non l'eventuale ripristino o pulizia (se necessario ) . Il concetto di ambulanza è che non è un mezzo che sta fermo . I mezzi elettrici sono incompatibili con le urgenze . Giusto le dimissioni o i trasporti tra un ospedale e l'altro potrebbero fare


hai eseguito dei calcoli particolari per valutare quei 5 minuti di ricarica ad ogni viaggio non siano sufficienti?
Zappz16 Gennaio 2024, 11:24 #10
Ha ragione, fare un mezzo per le emergenze a batteria è una follia. Un mezzo per le emergenze deve essere sempre pronto, deve raggiungere zone sperdute e poter fare anche tanti km di fila senza perdere ore a ricaricare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^