Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Hyundai e Kia presentano Uni Wheel, la trasmissione si sposta nella ruota, più spazio nel pianale

Hyundai e Kia presentano Uni Wheel, la trasmissione si sposta nella ruota, più spazio nel pianale

Hyundai e Kia hanno mostrato un nuovo concetto di trasmissione, particolarmente adatto alla mobilità elettrica, che consente di usare motori più piccoli

di pubblicata il , alle 12:50 nel canale Auto Elettriche
HyundaiKia Motors
 

Hyundai e Kia hanno presentato l’Universal Wheel Drive System, abbreviato Uni Wheel, una novità che potrebbe aiutare parecchio i progettisti a rivoluzionare le piattaforme di mobilità, soprattutto se abbinate alla motorizzazione 100% elettrica.

L'avvento dei motori elettrici non ha cambiato la sostanza di come il moto viene trasmesso alle ruote, mentre Uni Wheel ha un approccio completamente diverso. Sparisce la normale trasmissione, così come gli alberi di trasmissione e i giunti omocinetici. Il meccanismo riduttore viene spostato all'interno dello spazio libero nelle ruote.

Uni Wheel

In questo modo si libera parecchio spazio nel pianale, cosa utile in diversi contesti. I veicoli Purpose Built Vehicles (PBV) ottengono un fondo piatto con più facilità, e più spazio a bordo, oppure le auto elettriche possono avere ancora più moduli di batteria, a beneficio dell'autonomia.

Uni Wheel

Confronto tra pianale tradizionale e uno con Uni Wheel

Uni Wheel offre anche un elevato rapporto di riduzione, e notevole coppia in uscita e consente l’utilizzo di un motore elettrico più compatto, che può così essere spostato vicino alla ruota, adottando un motore per ruota, con i benefici che si possono trarre da un avanzato torque vectoring. Hyundai ha realizzato anche un video dove viene ben spiegato il funzionamento, e l'accoppiamento con la sospensione:

Citando il comunicato ufficiale: "Uni Wheel sfrutta una speciale configurazione di ingranaggi planetari composta da un ingranaggio centrale, quattro pignoni per parte collegati in serie ad esso e una corona dentata che circonda questa disposizione. La potenza generata dal motore viene trasmessa all’ingranaggio centrale, che a sua volta innesta i pignoni per far ruotare la corona, collegata alla ruota".

Uni Wheel

Questo sistema trasmette la potenza quasi senza variazioni di efficienza, indipendentemente dal movimento della ruota, anche su terreni accidentati, dove l'usura risulta quindi inferiore. Infine, la tecnologia di Uni Wheel può essere applicata a diversi tipi di veicoli, anche quelli più piccoli come sedie a rotelle o robot per le consegne. I test per migliorare la tecnologia continueranno, ma nel frattempo Hyundai e Kia hanno registrato otto brevetti relativi a Uni Wheel in Corea del Sud, Stati Uniti ed Europa.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sbaffo01 Dicembre 2023, 14:12 #1
ehm, ma le ruote anteriori non curvano???
dal video non sembra, e comunque senza un joint mi pare impossibile, a meno che non giri anche tutto il motore...

Poi ci vuole un motore per ruota (peso), e uno accrocchio per ruota (peso), e vedere dove mettere i freni perchè di spazio non ne rimane tanto.

Poi bisognerebbe vedere il discorso delle masse non sospese, e della massima escursione, ma è secondario se si parla di mezzi da lavoro.

Lo vedo possibile per muletti o roba simile, per auto non capisco come possa funzionare.

EDIT: dimenticavo, come si lubrifica sto accrocchio? non vedo una pompa dell'olio interna.
Unrue01 Dicembre 2023, 14:18 #2
Mi domando quanto un sistema del genere sia suscettibile ad urti, buche, sollecitazioni varie ecc.. CI manca pure di dover cambiare un motore se si pizzica un marciapiede
nicnew01 Dicembre 2023, 14:40 #3

Aumento masse non sospese.

Questi ingranaggi nella ruota aumentano di parecchio le masse non sospese e quindi peggiorano notevolmente la tenuta di strada.
frncr01 Dicembre 2023, 14:45 #4
Originariamente inviato da: sbaffo
ehm, ma le ruote anteriori non curvano???
dal video non sembra, e comunque senza un joint mi pare impossibile, a meno che non giri anche tutto il motore...

In effetti sembrerebbe che il motore debba ruotare restando allineato all'albero di ingresso del riduttore, altrimenti servirebbe comunque il giunto omocinetico. In pratica l'unico vantaggio che offrirebbe rispetto al motore nella ruota sembra essere il disaccoppiamento del moto relativo verticale, quindi la rimozione del motore elettico dal totale delle masse non sospese. Il prezzo sarebbe comunque una complicazione dell'assieme della sospensione, almeno per l'avantreno. Al retrotreno potrebbe avere un senso al posto del motoriduttore unico centrale.
Il video sembra volutamente sorvolare sulla meccanica della sterzata, il che non è un buon segno.

Nel complesso mi pare una roba poco utile per le automobili, dove la soluzione più pulita secondo me resta il motore nella ruota (tipo Aptera), per potenze non eccessive.
marantz04 Dicembre 2023, 10:43 #5
Può funzionare anche con un motore non assiale tipo il "dark matter" ?
Eppoi, non si capisce affatto quale sarebbe il meccanismo dello sterzo. Le coppie trasversali farebbero saltare all'istante quel trenino di ingranaggi planetari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^