Hyundai Ioniq 6, con il V2L puoi usare l'energia della batteria per elettrodomestici e altro

Hyundai Ioniq 6, con il V2L puoi usare l'energia della batteria per elettrodomestici e altro

La Hyundai Ioniq 6, tramite apposito adattatore, può trasferire l'energia della batteria a qualsiasi apparecchiatura elettrica. Ha una presa anche dentro l'abitacolo

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Auto Elettriche
Hyundai
 

Nella nostra playlist YouTube sulla Hyundai Ioniq 6, si aggiunge un nuovo video, che riguarda la funzionalità V2L, abbreviazione di Vehicle-To-Load.

Si tratta di una funzione, non ancora molto diffusa tra le varie auto elettriche, che permette di sfruttare l'energia immagazzinata nella batteria di trazione, per alimentare apparecchiature elettriche di varia natura, che necessitano di una normale presa domestica a 220 volt in corrente alternata.

L'adattatore, oltre ad abilitare il passaggio, serve appunto per fornire una classica presa da casa, alla quale possiamo collegare qualsiasi cosa, per una potenza fino a 3,6 kW, più che sufficiente quasi per tutto. È disponibile anche una presa domestica all'interno dell'abitacolo.

Per non rischiare di rimanere a piedi, consumando tutta la carica della vettura, il computer di bordo permette di impostare un limite minimo, oltre il quale il V2L viene disattivato, per preservare l'autonomia necessaria. Ecco il nostro video con un paio di esempi di utilizzo, usando anche una prolunga:

[HWUVIDEO="3436"]Hyundai Ioniq 6, l'energia della batteria per far funzionare qualsiasi cosa[/HWUVIDEO]
2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Verter31 Gennaio 2024, 16:29 #1
Al diavolo il v2l, chi lo propone e chi ne scrive oserei. Vedrete che fregatura sarà per tutti quando le utility scopriranno che possono usarci come storage senza pagarci un centesimo. (E gli oneri di sistemi rimarranno in bolletta)
gd350turbo31 Gennaio 2024, 16:37 #2
Originariamente inviato da: Verter
Al diavolo il v2l, chi lo propone e chi ne scrive oserei. Vedrete che fregatura sarà per tutti quando le utility scopriranno che possono usarci come storage senza pagarci un centesimo. (E gli oneri di sistemi rimarranno in bolletta)


Vero, ma è uno storage imprevedibile, ora puoi avere xxx capacità e tra un minuto yyy, quindi a meno che non si facciano contratti apposta in cui si definisce le tempistiche di collegamento alla rete sarà difficile per esse utilizzarle e/o programmare gli acquisti/vendite.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^