Inaugurata a Santa Maria Maggiore la prima stazione di ricarica rapida del progetto Atlante, concorrente di Ionity

Inaugurata a Santa Maria Maggiore la prima stazione di ricarica rapida del progetto Atlante, concorrente di Ionity

Annunciato da Stellantis a luglio, il progetto Atlante diventa realtà con la prima installazione a Santa Maria Maggiore, nella provincia Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte. Si tratta di un progetto importante, in quanto prevede l'adozione di stazioni di ricarica rapida per i veicoli elettrici

di pubblicata il , alle 16:32 nel canale Auto Elettriche
Stellantis
 

L'annuncio è di quelli importanti, per chi segue il mondo delle auto elettriche o ne possiede già una: è stata inaugurata la prima stazione di ricarica rapida del progetto Atlante, voluta da Stellantis e in concorrenza con le già diffuse Ionity. Per chi fosse digiuno di questi argomenti facciamo un breve riepilogo della situazione.

Oggi, in Italia, sono molto diffuse le colonnine di ricarica AC, corrente alternata (per semplicità le definiamo "lente", fino a 22kW, sempre che l'auto sia in grado di arrivarci) e DC, corrente continua, ben più rare e costose, che però sono veloci,  con valori nominali fino a 350kW, ovvero fino a 15 volte più veloci delle AC. Stiamo semplificando molto: le DC non sono mai così rapide nel ricaricare, ma sono senza dubbio estremamente più veloci di quelle AC. Facendo un esempio, con una AC si ricarica una Volkswagen ID.4 con batteria 72kWh da 0% a 80% in circa tre, tre ore e mezza, con la DC basta una mezz'ora.

Ne consegue che i possessori di auto elettriche prediligano approvvigionarsi di energia presso quelle "fast", ovvero le DC. Ci sono quelle di Enel X, che arrivano solitamente a 50kW (pochino, per essere fast), ma anche quelle di Ionity, rappresentate da 17 stazioni in tutta Italia, soprattutto Nord. Dietro alla rete Ionity ci sono i marchi  BMW, Daimler-Mercedes, Volkswagen, con partner anche Ford, Hyundai e Kia. Insomma, i tedeschi, con qualche partner.

Il progetto Atlante è una rete concorrente di Ionity con alle spalle Stellantis, che controlla i marchi Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Citroën, Dodge, DS Automobiles, FIAT, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Ram Trucks e Vauxhall. Ecco perché è importante: la concorrenza non può che far bene in un settore in divenire, che vede il proprio punto debole proprio nella penuria di postazioni di ricarica rapide.

Ci si potrebbe chiedere perché a Santa Maria Maggiore, un paesino di 1200 anime a quasi 1000 metri di altezza nel profondo nord del Piemonte. In realtà tutta la zona della Val Vigezzo e della Val Grande, da tempo, hanno dimostrato un grande interesse per le tematiche green. Inoltre, la zona è molto turistica, tanto in estate quanto in inverno, quindi appare chiaro l'interesse di attirare un certo tipo di clientela. Si tratta poi della prima postazione, a cui ne seguiranno altre.

Gli appassionati si chiederanno da quanto sono le colonnine fast... bella domanda, diciamo che Stellantis non ha propriamente brillato in comunicazione. Si parla di "fino a 500kW" in giro per la rete e nient'altro. Ecco perché, nel weekend, partiremo alla volta di Santa Maria Maggiore, così da avere informazioni di prima mano direttamente in loco. Sappiamo che saranno aperte a tutti, con priorità ai marchi del gruppo. Seguirà un report. 

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eeWee7222 Ottobre 2021, 09:05 #1
Può sembrare un posto curioso dove installare una cosa del genere ma la località (non lontana da dove abito io) è spesso meta di Svizzeri, Tedeschi e Olandesi e qui di Tesla in effetti ne vediamo parecchie (per il posto che è, quanto meno)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^