Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

L'Università del Michigan apre un centro di ricerca sui veicoli elettrici da 130 mln di dollari

 L'Università del Michigan apre un centro di ricerca sui veicoli elettrici da 130 mln di dollari

Scopo del centro è sviluppare la ricerca e lo sviluppo collaborativi, la creazione di una forza lavoro qualificata attraverso la creazione di un campus che supporti entrambe le attività

di pubblicata il , alle 12:29 nel canale Auto Elettriche
 

L'apertura del centro dell'Università del Michigan incentrato sulla mobilità elettrica inzia con una nomina d'eccezione, quella di Alan Taub - vicepresidente della ricerca e sviluppo globale presso General Motors – quale Direttore.

Taub è stato scelto in forza della sua comprovata esperienza nel lancio con successo di partenariati pubblico-privato, tra cui il Manufacturing USA Institute da 148 milioni di dollari con sede a Detroit noto come Lightweight Innovations for Tomorrow, o LIFT.

Il neo incaricato avrà il compito di istituire un comitato consultivo del settore e lavorare con i suoi membri per identificare le esigenze del mercato e stabilire le strategie iniziali per lo sviluppo della forza lavoro del centro e le priorità di ricerca e sviluppo.

Taub intende guidare il nuovo centro tenendo a mente il passato storico dello stato federale, da cui è nata la mobilità americana:

"Stiamo subendo una ridefinizione della mobilità personale in un modo che non vedevamo da un secolo. 100 anni fa, il sud-est del Michigan ha guidato l'evoluzione della mobilità dalla carrozza trainata da cavalli alle automobili a prezzi accessibili. Abbiamo quello che serve per farlo di nuovo, ma la posta in gioco è enorme quanto l'opportunità".

Michigan ev campus

Uno dei primi focus del centro sarà sull'ingegneria e la produzione di batterie per auto elettriche, un mercato che - secondo un rapporto di Argonne National Labs - vedrà il Michigan quale cuore pulsante, vista la grande attenzione che lo stato federale sta ricevendo da parte di case automobilistiche e joint venture operanti nel settore.

Michigan ev campus

Secondo le stime dell'Università, circa 50 dei 130 milioni investiti saranno dedicati alla ricerca e lo sviluppo di tecnologie innovative attraverso partenariati pubblico-privato.

Il centro lavorerà con l'industria per identificare le priorità, sviluppare una roadmap tecnologica e implementare un modello di ricerca collaborativa, attingendo a piene mani dai punti di forza dei corsi universitari riguardanti mobilità elettrica, batterie, materiali, produzione, analisi del ciclo di vita e produzione.

Fra questi: il DOE Energy Frontier Research Center sulla tecnologia delle batterie a stato solido, Mcity, l'UM Transportation Research Institute , la Global CO2 Initiative e la School for Environment and Sustainability.

Lo stato del Michigan metterà a disposizione del centro investimenti per 20 milioni di dollari; il nuovo campus è progettato per rivolgersi alle generazioni attuali e future di lavoratori della mobilità con offerte educative presso la messaggistica unificata e altre istituzioni in tutto lo stato.

L'obiettivo finale è quello di coinvolgere più di 1.200 studenti all'anno supportando la crescente industria della mobilità elettrica nello stato tramite la formazione di professionisti e di una rete di talenti locali.

Michigan ev campus

"Questo investimento prudente da parte dello stato sarà fondamentale per inaugurare un futuro di mobilità sostenibile, sicuro ed equo per i lavoratori del Michigan, le nostre comunità e la nazione", ha affermato Alec Gallimore, Robert J. Vlasic Dean di Ingegneria, Richard F. e Eleanor A. Towner Professor, Arthur F. Thurnau Professor e professore di ingegneria aerospaziale.

"Mentre la rivoluzione dei veicoli elettrici è ben avviata, c'è un'enorme quantità di lavoro da fare per raggiungere, e poi spingersi oltre, l'obiettivo degli Stati Uniti, ovvero che la metà delle vendite di auto nuove sia elettrica entro il 2030. Dobbiamo affrontare aree come la forza lavoro, costo, autonomia del veicolo, infrastruttura di ricarica e sostenibilità. Il nostro centro si baserà su oltre un secolo di leadership della messaggistica unificata nei trasporti per affrontare queste e altre aree critiche".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^