La vicenda Cruise sta infiammando l'opinione pubblica contro di lei, e GM corre ai ripari

La vicenda Cruise sta infiammando l'opinione pubblica contro di lei, e GM corre ai ripari

Cruise, la controllata di General Motorssi che si occupa, od occupava, di offrire servizi di trasporto persone tramite veicoli a guida autonoma è in cattive acque; dopo le dimissioni del CEO e di altri 9 dirigenti, la start up ha licenziato 900 dipendenti

di pubblicata il , alle 13:34 nel canale Auto Elettriche
GM Cruise
 

La vicenda Cruise, di cui abbiamo parlato diverse volte, sta mettendo in ginocchio la controllata di General Motors dedicata allo sviluppo e diffusione della mobilità elettrica a guida autonoma. I veicoli di Cruise sono infatti privi di conducente umano, i cosiddetti robotaxi, e se la fase di test sul campo fosse andata bene, avrebbe probabilmente aperto la strada a un nuovo tipo di mobilità.

Cruise General Motors licenziamenti

Le cose però sono andate diversamente e alcune vetture della start-up sono state coinvolte in incidenti che hanno visto i veicoli mettere in pericolo la vita dei pedoni: il caso emblematico, la proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso (già pieno fino all'orlo) è stato quello di una donna investita due volte. La prima da un pirata della strada, la seconda da un veicolo di Cruise contro cui era andata a sbattere, che pur ricevendo l'urto, ha continuato la sua corsa.

Cruise General Motors licenziamenti

Da qui, il Dipartimento della Motorizzazione civile della California (DMV) ha stabilito la revoca del permesso di circolazione alle vetture senza conducente, mettendo di fatto la parola fine alla fase di "test in condizioni reali".

Cruise, la cui diretta concorrente è la Waymo di Google/Alphabet (che invece se la sta passando benissimo), non sembrava intenzionata ad arrendersi davanti alle difficoltà e, a stretto giro dalle dimissioni volontarie del CEO Kyle Vogt, del Chief Product Officer Daniel Kan e di altri nove dirigenti, ha deciso di ricominciare da capo in altre città, stavolta su piccola scala.

Cruise General Motors licenziamenti

La start-up non ha però tenuto conto dell'opinione pubblica, che in questo momento la guarda letteralmente col fumo negli occhi; ciononostante, la società sta comunque continuando a portare avanti il proprio progetto di un nuovo inizio da qualche altra parte, seppur appesantita da una lunga serie di defezioni.

In una recente e-mail allo staff, Mohamed "Mo" Elshenawy  (ora alla guida di Cruise) ha affermato che i licenziamenti (che hanno riguardato 900 persone, ovvero il 24% della sua forza lavoro, secondo TechCrunch) sono necessari, soprattutto visto che Cruise sta rallentando la sua spinta verso la commercializzazione dei suoi servizi.

La nuova priorità, ha aggiunto Elshenawy, sarà la sicurezza e il miglioramento delle prestazioni dei veicoli, pertanto i ruoli ingegneristici rimarranno in gran parte inalterati.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mally15 Dicembre 2023, 14:09 #1
ma chi ha scritto il titolo, topo gigio?
giuliop17 Dicembre 2023, 14:21 #2
Originariamente inviato da: mally
ma chi ha scritto il titolo, topo gigio?


Però ci ha fatto conoscere un nuova azienda, la “General Motorssi”

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^