Le prime 100 BYD Tang sbarcano in Europa. È l'inizio dell'invasione cinese

Le prime 100 BYD Tang sbarcano in Europa. È l'inizio dell'invasione cinese

La cinese BYD ha portato i primi 100 esemplari del SUV elettrico Tang in Norvegia, come primo atto dell'ingresso nel mercato europeo. Prezzo di circa 60.000 euro, ne arriveranno 1.500 nel 2021

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Auto Elettriche
BYD
 

Continua l'arrivo nel mercato europeo di nuovi brand automotive dalla Cina, specialmente per quanto riguarda il settore delle auto elettriche. Dopo le importazioni semi-ufficiali di XPeng, e il lancio in grande stile di NIO (che vuole esportare anche le sue stazioni di scambio batteria), è la volta di BYD.

Arrivano i primi 100 SUV elettrici BYD Tang

La vettura che BYD ha scelto per lo sbarco in Europa è il SUV elettrico Tang, modello a 7 posti e con finiture di lusso. Le auto, come nel caso anche degli altri costruttori, sono state introdotte nel mercato norvegese, il più ricettivo in Europa, sembrerebbe con buon riscontro, tanto che BYD progetta di arrivare a un totale di 1.500 vetture entro il 2021, tutte ovviamente trasportate via nave da Shanghai.

Lo sbarco è avvenuto al porto di Drammen, e le auto verranno consegnate ai clienti nel mese di settembre. La Tang ha una batteria da 86,4 kWh, certificata nel ciclo WLTP per 400 km di autonomia. Pur avendo una massa imponente, l'accelerazione da 0 a 100 km/h è bruciante, in soli 4,6 secondi, mentre la velocità massima è elettronicamente bloccata a 180 km/h.

La vettura è a quattro ruote motrici, con due motori elettrici, uno per asse, con una potenza complessiva di 380 kW, e coppia di 660 Nm. Supporta ovviamente la ricarica fast con presa Combo CCS, con potenza massima di 110 kW, per una carica da 30 a 80% in circa 30 minuti. Per la ricarica lenta in corrente alternata ci si affida al caricatore di bordo da 7 kW. Il prezzo è di 599,900 NOK, poco meno di 60.000 euro.

L'arrivo in Norvegia della Tang è da seguire anche da un punto di vista tecnico, in quanto monta le batterie a lama, le stesse che si vocifera possano essere fornite a Tesla. La chimica di queste batterie, litio-ferro-fosfato, notoriamente soffre alle basse temperature, e sarà dunque interessante scoprire se BYD ha trovato il modo di proteggerle dal clima rigido del Nord Europa.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo06 Agosto 2021, 13:00 #1
vedo un futuro complicato per i costruttori storici di automobili
aqua8406 Agosto 2021, 13:08 #2
60.000 euro in norvegia è come se qui in italia la vendessero a 20.000€
eltalpa06 Agosto 2021, 13:09 #3
Originariamente inviato da: acerbo
vedo un futuro complicato per i costruttori storici di automobili

Erano più preoccupati per Tesla. Per contrastare i cinesi faranno un po' di lobby per imporre dazi a livello di unione europea, probabilmente con la scusa che la produzione e il trasporto di quei veicoli in Cina inquina più che produrli in Europa.

Ci stanno già lavorando:
https://ec.europa.eu/commission/pre...n/qanda_21_3661

Ah, guarda caso la Norvegia é fuori EU.
io78bis06 Agosto 2021, 13:12 #4
Originariamente inviato da: acerbo
vedo un futuro complicato per i costruttori storici di automobili


I gusti sono gusti e ognuno ha le proprie capacità economiche ma a parità di Qualità/Prezzo/Caratteristiche sarebbe meglio promuovere il mercato interno UE rispetto ad alimentare i mercato Cinese.
acerbo06 Agosto 2021, 13:22 #5
Originariamente inviato da: io78bis
I gusti sono gusti e ognuno ha le proprie capacità economiche ma a parità di Qualità/Prezzo/Caratteristiche sarebbe meglio promuovere il mercato interno UE rispetto ad alimentare i mercato Cinese.


Beh si questo vale per tutte le tipologie di prodotto e mi pare che negli ultimi anni sia gli italiani che gli europei in genere alla fine scelgono quelli meno cari, ossia quelli cinesi.
Per le auto termiche c'é ancora il preconcetto che le tedesche sono piu' affidabili e le fiat sono un assegno circolare, ma questo era valido 20anni fà e i nuovi automobilisti ormai questi concetti li hanno superati, figuriamoci se parliamo di auto elettriche.
Per ora le proposte eurpee fanno cagare, aspettiamo l'evolversi del mercato.
Alfhw06 Agosto 2021, 13:28 #6
Originariamente inviato da: io78bis
I gusti sono gusti e ognuno ha le proprie capacità economiche ma a parità di Qualità/Prezzo/Caratteristiche sarebbe meglio promuovere il mercato interno UE rispetto ad alimentare i mercato Cinese.


Originariamente inviato da: acerbo
Beh si questo vale per tutte le tipologie di prodotto e mi pare che negli ultimi anni sia gli italiani che gli europei in genere alla fine scelgono quelli meno cari, ossia quelli cinesi.


Sante parole. Purtroppo molti guardano al risparmio immediato senza pensare alle conseguenze future come il rischio di maggior disoccupazione.

Ci tocca sperare in Liberty Prime:
https://www.youtube.com/watch?v=XZ6...WL&index=57
lemming06 Agosto 2021, 16:39 #7
Siamo arrivati ad un cambio epocale, come è stato il passaggio dal carro all'automobile. O come il passaggio dal telefono fisso alla rete cellulare.
MaxVIXI06 Agosto 2021, 19:29 #8
Dalla Cina sono mesi che non sta arrivando niente… figuriamoci se arriveranno le auto
Notturnia06 Agosto 2021, 23:35 #9
la gente continuerà ad essere stupida e a comprare cinese inquinando mezzo mondo per farlo arrivare qui al posto di proteggere la propria nazione/continente tenendo qualche posto di lavoro qua..

compreremo cinese perchè costa meno impoverendo ancora di più l'europa facendo in modo da poter solo comprare cinese e perdendo il lavoro.. etc..

ormai è iniziato da tempo e se la gente non vede più in la di domani il problema è bello che servito.. ci si lamenta che manca la drogheria ma poi si compra in internet.. ci si lamenta che la macchina europea costa ma si compra cinese.. ci si lamenta che il cibo non sa più di buono come 20 anni fa e si compra al supermercato etc..

normalmente la gente studia e NON impara dai propri errori.. avanti la cina e i suoi prodotti.. ormai il made in Italy sta morendo ucciso dagli stessi italiani che dovrebbero tutelarlo e produrlo.. mi domando che lavoro faremo "domani" quando tutto sarà made in cina..

scusate la disamina ma temo che sia così.. anche il commento di MaxVIXI è intonato.. giustamente dice che dalla cina non arriva niente e immagino sappia perchè non arriva.. è proprio perchè compriamo tutto da li e non esportiamo più molto.. ma non ci vuole un genio a capire il mondo della logistica (o forse si..)

guardate quanti ground-slots sono liberi a Genova..
rockroll06 Agosto 2021, 23:58 #10
Originariamente inviato da: acerbo
vedo un futuro complicato per i costruttori storici di automobili


Non è mica detto che vada così!

A parità di prezzo guarda che cosa puoi comprare...
https://www.youtube.com/watch?v=0QG...nel=Automoto.it
e poi dimmi cosa preferiresti avere...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^