Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Nuove regole in Turchia rendono impossibile l'importazione di auto elettriche cinesi

Nuove regole in Turchia rendono impossibile l'importazione di auto elettriche cinesi

Anche la Turchia si schiera tra i Paesi che vogliono rendere difficile la vita ai marchi automotive cinesi. Le nuove regole rendono quasi impossibile vendere auto elettriche cinesi

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Auto Elettriche
 

Mentre in Germania arriva un inatteso stop agli incentivi statali, e in Francia vengono escluse dai sussidi le auto di produzione cinese, indipendentemente dal marchio, in Turchia arrivano nuove regole per l'importazione nel Paese di auto elettriche di marchi cinesi.

Il produttore turco Togg si sta impegnando per portare sul mercato diversi modelli elettrici, e il nuovo decreto mira evidentemente ad eliminare la concorrenza cinese con prezzi competitivi. Le nuove regole prevedono che, per vendere auto elettriche in Turchia, un'azienda cinese debba essere titolare di almeno 140 filiali autorizzate, e di un call center, adeguatamente distribuiti sul territorio. Il Ministero del Commercio turco ha fatto sapere che gli accordi di distribuzioni con gruppi di rivenditori locali non valgono.

Turkey EV

Secondo Erol Sahin, amministratore delegato della società di consulenza automobilistica EBS, queste regole sono così severe che praticamente nessun marchio sarà in regola, anche perché per adeguarsi c'è tempo solo fino alla fine del 2023. Sono esentati dalle nuove regole gli importatori dell'UE e dei paesi che hanno accordi di libero scambio con la Turchia.

La Turchia è il sesto mercato automobilistico più grande d'Europa, e per questo fa gola ai marchi che vogliono vendere le proprie auto elettriche in massa. Ma il governo di Erdogan aveva già aggiunto un nuovo dazio all'inizio del 2023, cosa che però non ha impattato più di tanto sulle vendite, che a valore sono arrivate a 184 milioni di dollari, il doppio rispetto all'intero 2022.

Le nuove regole però non mirano a mettere solo dei paletti, o meglio, i nuovi paletti sono talmente grandi da rendere quasi impossibile evitarli.

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
silvanotrevi18 Dicembre 2023, 18:03 #1
tutti contro la Cina oh!

oggi è già la terza notizia in tal senso, dopo i no di Francia e Germania. Ora anche la Turchia! Evvai! Biden fa proseliti
Ginopilot18 Dicembre 2023, 18:10 #2
184 milioni saranno un 5.000 auto scarse in tutto.
Notturnia18 Dicembre 2023, 18:26 #3
Originariamente inviato da: silvanotrevi
tutti contro la Cina oh!

oggi è già la terza notizia in tal senso, dopo i no di Francia e Germania. Ora anche la Turchia! Evvai! Biden fa proseliti


Lol.. tu non sei europeo giusto ?
Ci serve Biden per far capire agli europei che distruggere il mercato interno importando inquinamento cinese non è intelligente ?

Pensavo che tutti gli europei usassero il proprio cervello ma a quanto pare alcuni usano quello di Biden (e la cosa è triste pensando alla sua età…)

Boh.. fare in casa nostra quello che fa la Cina a casa sua con il suo protezionismo non lo trovo sbagliato visto che noi in Europa abbiamo una normativa antinquinamento più stringente della loro..

Poi che scusa si voglia usare per bloccare l’inquinamento cinese poco importa, l’importante è iniziare a mettere paletti come fanno loro e iniziare a farli calare l’inquinamento folle che causano certe scelte scellerate
Ginopilot18 Dicembre 2023, 18:38 #4
Originariamente inviato da: Notturnia
Lol.. tu non sei europeo giusto ?
Ci serve Biden per far capire agli europei che distruggere il mercato interno importando inquinamento cinese non è intelligente ?

Pensavo che tutti gli europei usassero il proprio cervello ma a quanto pare alcuni usano quello di Biden (e la cosa è triste pensando alla sua età…)

Boh.. fare in casa nostra quello che fa la Cina a casa sua con il suo protezionismo non lo trovo sbagliato visto che noi in Europa abbiamo una normativa antinquinamento più stringente della loro..

Poi che scusa si voglia usare per bloccare l’inquinamento cinese poco importa, l’importante è iniziare a mettere paletti come fanno loro e iniziare a farli calare l’inquinamento folle che causano certe scelte scellerate


La questione è più che altro economica. Lo step successivo è smettere di spingere sull’elettrico, utile solo a distruggere l’industria europea.
Evilquantico18 Dicembre 2023, 18:56 #5
Se non ci difendono gli altri paesi noi Italiani non riusciamo a capire che la macchina elettrica ė la più grande cazz@t@ che ė stata inventata , gia nel 1800 ci stavano poi chissà come mai sono state portate avanti solo le termiche
kbios18 Dicembre 2023, 19:54 #6
Originariamente inviato da: Ginopilot
Lo step successivo è smettere di spingere sull’elettrico, utile solo a distruggere l’industria europea.


Eh no qui mi fai incazzare. Magari tu tra 20 anni non ci sarai più e non te ne frega nulla, ma io vorrei avere un futuro con un pianeta vivibile e non ucciso dalla gente che crede a queste bufale.
Ginopilot18 Dicembre 2023, 20:02 #7
Originariamente inviato da: kbios
Eh no qui mi fai incazzare. Magari tu tra 20 anni non ci sarai più e non te ne frega nulla, ma io vorrei avere un futuro con un pianeta vivibile e non ucciso dalla gente che crede a queste bufale.


E che dovrebbe succedere tra 20 anni con tante auto elettriche in giro? Non servono mica a ridurre le emissioni.
zbear18 Dicembre 2023, 20:50 #8
"Sono esentati dalle nuove regole gli importatori dell'UE e dei paesi che hanno accordi di libero scambio con la Turchia". Quindi basta un bell'accordo con un importatore europeo che reimporti le vetture cinesi in Turchia e fine del problema .... magari di un paese filo-cinese.
Notturnia18 Dicembre 2023, 21:40 #9
Originariamente inviato da: kbios
Eh no qui mi fai incazzare. Magari tu tra 20 anni non ci sarai più e non te ne frega nulla, ma io vorrei avere un futuro con un pianeta vivibile e non ucciso dalla gente che crede a queste bufale.


scusa quindi tu non compri prodotti cinesi perchè ci tieni all'ambiente e riduci l'inquinamento globale con scelte consapevoli giusto ?

non è che ti offendi solo per quel niente% delle auto vero ? non compri niente che venga da fuori EU per ridurre l'impatto ambientale vero ?

niente telefonini made in china.. prodotti Amazon.. etc..

SOLO made in EU 100% da fonti rinnovabili
kbios18 Dicembre 2023, 21:48 #10
Originariamente inviato da: Notturnia
scusa quindi tu non compri prodotti cinesi perchè ci tieni all'ambiente e riduci l'inquinamento globale con scelte consapevoli giusto ?

non è che ti offendi solo per quel niente% delle auto vero ? non compri niente che venga da fuori EU per ridurre l'impatto ambientale vero ?

niente telefonini made in china.. prodotti Amazon.. etc..

SOLO made in EU 100% da fonti rinnovabili


Io faccio del mio meglio nei limiti del possibile per ridurre il mio impatto ambientale:

- Preferisco il cibo a km0 anche se costa di più
- Scaldo casa e produco acqua sanitaria con pompa di calore
- Ho 3 impianti fotovoltaici
- Cerco sempre gli elettrodomestici con la classe energetica migliore

etc

Non salverà da solo il mondo ma almeno ci provo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^