Opel Astra Electric, prima guida. Comoda e affidabile, in attesa del salto di qualità

Opel Astra Electric, prima guida. Comoda e affidabile, in attesa del salto di qualità

Abbiamo provato per la prima volta la Opel Astra in versione completamente elettrica. Silenziosa e comoda, con un motore che conosciamo benissimo, ultimi colpi prima del salto alle nuove piattaforme

di pubblicata il , alle 13:10 nel canale Auto Elettriche
Opel
 
14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko#8809 Novembre 2023, 17:39 #11
Originariamente inviato da: rob15
personalmente non ho nulla contro l'elettrico in modo pre-giudiziale, mi fa sorridere però la folle velocità con cui si sta cercando di imporlo, pensando che una transizione da oltre 100 anni di motore a scoppio (e relativo ecosistema/infrastruttura) sia una passeggiata che tutto sommato si può fare in pochi anni
ragion per cui, guarda a caso, in queste ultime settimane fioccano notizie di problemi, riduzione di investimenti da parte delle case, tutte notizie che hanno come comune denominatore un fatto: la domanda di questi veicoli non decolla
nessuno che seriamente si chieda il perchè

-fabbisogno energetico ancora distantissimo da quello che occorrerebbe per una elettrificazione di massa (già oggi importiamo oltre il 10% di energia dal nucleare francese e svizzero), figuriamoci quando milioni di veicoli con batterie da diverse decine da KWH saranno da ricaricare

[I]-anche se si trovasse il modo di produrre tale quantità di energia necessaria, ricordiamoci che (per coerenza) deve assolutamente arrivare da fonti green rinnovabili, altrimenti casca l'asino...[/I]

-infrastruttura energetica completamente inadeguata (colonnine, wallbox, ecc.)

-veicoli costosissimi

-batterie ancora pesanti, con poca capacità in relazione al volume/peso occupati

-batterie costosissime (circa il 40-50% del costo del veicolo)

-valore dell'usato? bell'incognita... chi si comprerà una di queste macchine con garanzia batteria in scadenza, con il rischio potenziale di trovarsi a spendere 15-20mila euri per sostituirla

-tempi di caricamento ancora distanti da ciò che avviene oggi con i combustibili fossili (ricordiamo inoltre che la "salute" della batteria è inversamente proporzionale dalla velocità con cui la si ricarica)
in sostanza, ridurre al massimo i tempi di ricarica stressa di brutto la batteria


si doveva avere come faro la cosiddetta "neutralità tecnologica", ovvero porsi degli obiettivi senza propendere subito e in fretta per una delle possibili strade percorribili al fine di raggiungere tali obiettivi


Concordo sulla folle velocità con cui questa transizione sta cercando di essere imposta, non ha senso. Solo un piccolo appunto sulla parte che evidenzio. A livello di "pulizia pianeta" probabilmente è meglio produrre elettricità con una centrale a gas e usare l'elettricità per muovere le macchine piuttosto che estrarre petrolio, raffinarlo e trasportarlo al distributore per alimentare macchina endotermiche. Questo perché la centrale a gas è molto più efficiente di un motore endotermico e il trasporto di energia elettrica, pur avendo anch'esso delle perdite, è molto più efficiente del trasporto di carburante. Quindi con tot energia muovi più roba e alla fine è quello che conta.

Sul resto bene o male concordo anche se purtroppo ormai una segmento C "tradizionale" non è che costi tanto meno... avevano detto che le auto elettriche sarebbero arrivate a costare come le termiche e lo stanno facendo alzando i prezzi delle termiche.

Ai tuoi punti aggiungo anche l'autonomia, perché se è vero che i paladini dell'elettrico dicono che al massimo un umano può guidare 200km poi si deve fermare a fare pipì e a mangiare un panino, bisogna considerare che questa fa 300km in uso reale, diciamo 270 in autostrada? Cazzo io non sono un pilota ma 270km senza fermarmi li faccio senza nemmeno lontanamente avere problemi. Poi non li faccio tutti i giorni, chiaro; ma quelle dieci volte l'anno che vado in montagna non ho voglia di dover pianificare un viaggio di 350km considerando che parto con tot%, arrivo con tot% ma poi mi serve tot% la sera e tot% il giorno dopo... Quando le autonomie saranno doppie rispetto a quelle di ora, senza un aumento proporzionale della capacità delle batterie, allora forse mi interesseranno qualcosa.
Utonto_n°109 Novembre 2023, 22:22 #12
Agli stessi soldi, cioè 40 Mila, c'è la MG ZS, full optional, più spaziosa, con ben 72 kW/h di batteria, 7 anni di garanzia su tutta l'auto, dove vogliono andare on queste auto a questo prezzo?
Inoltre, lo sconto del concessionario è maggiore, dico dopo essere stato in vari concessionari
kbios09 Novembre 2023, 22:39 #13
Originariamente inviato da: Utonto_n°
con ben 72 kW/h di batteria


Psst kWh

Con kW/h al massimo si misura un cambiamento di potenza nel tempo
ferste10 Novembre 2023, 09:36 #14
Originariamente inviato da: cignox1
No infatti non me ne sorprendo, speravo solo che dopo tutti questi anni a parlare di elettrico quando finalmente se ne uscivano con un modello piú "tradizionale" e "popolare" avrebbero fatto il possibile per proporlo ad un prezzo il piú possibile "tradizionle" e "popolare".


Potrebbe arrivare, ma adesso le piattaforme sono quelle, e sono studiate per ospitare termici ed elettrici, man mano che si specializzeranno potremmo vedere seri miglioramenti.
Il prezzo tradizionale quale sarebbe? Se intendi che si possa comprare un C a 20\23000€ non ci torneremo più.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^