Poteva essere questa la Apple Car? Ecco le prime immagini dell'auto elettrica di Foxconn

Poteva essere questa la Apple Car? Ecco le prime immagini dell'auto elettrica di Foxconn

Foxconn ha in essere rapporti con diverse aziende del settore automotive, che erano in cerca di una forza industriale affidabile, ma potrebbe anche sviluppare un suo marchio di auto elettriche, con cui aggredire il mercato

di pubblicata il , alle 11:00 nel canale Auto Elettriche
Foxconn
 

Il nome Foxconn non è certamente nuovo nel mondo della tecnologia, ma lo è invece se si parla di automotive. Per questo la notizia dell'arrivo del colosso cinese nel mondo della mobilità aveva un po' stupito, e ancora di più aveva stupito il fatto che potesse essere uno dei maggiori indiziati come collaboratore di Apple, per portare sul mercato la famigerata iCar.

I progetti alla fine non si sono concretizzati, ma Foxconn ha mantenuto i suoi interessi, soprattutto se si parla di auto elettriche. Il noto produttore di componenti elettroniche ha stretto alleanze con diversi giovani brand, come Lordstown o Fisker, che erano in cerca di una forza industriale per entrare sul mercato, ma ha anche deciso di avere un suo prodotto.

Foxconn Foxtron

Parallelamente a queste collaborazioni Foxconn ha quindi creato un suo brand diretto: il progetto Foxtron. Le immagini che vedete in questo articolo sono le prime diffuse in rete, del primo prototipo costruito, immortalato durante la fase di imballaggio per la spedizione.

Il 18 ottobre infatti è previsto un evento dove l'azienda presenterà il brand Foxtron, e dove spiegherà più nel dettaglio i suoi piani a medio e lungo termine. È molto probabile dunque che l'auto elettrica di Foxconn non serva più come corpo per l'anima messa da Apple, ma diventi un marchio totalmente indipendente.

Foxconn Foxtron

Ed è già chiaro come le intenzioni siano serie, viste le mosse fatte nei mesi scorsi. Foxconn ha acquistato la fabbrica di Lordstown (in difficoltà) in Ohio, oltre ad aver avviato la costruzione di un altro stabilimento in Wisconsin. Nel frattempo però è pronta a collaborare con chiunque, avendo sviluppato la piattaforma come open source, sia lato hardware che software, il tutto accompagnato dagli studi sulle batterie allo stato solido.

La produzione dovrebbe iniziare entro il 2023, negli Stati Uniti e in Thailandia. Siamo davvero di fronte a un nuovo protagonista del settore?

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]12 Ottobre 2021, 11:44 #1
.... non mi da idea di "Apple" quel design.
agonauta7812 Ottobre 2021, 12:25 #2
Dubito seriamente che ad Apple interessi entrare nel mercato delle auto.
Gringo [ITF]12 Ottobre 2021, 12:49 #3
Dubito seriamente che ad Apple interessi entrare nel mercato delle auto.

Sono anni che vuole entrarci, ma devono ancora inventare i cuscinetti a levitazione magnetica a temperatura ambiente da usare sull'asfalto classico, probabilmente entreranno anche con le iRoute prima dell' icar.
LMCH12 Ottobre 2021, 13:34 #4
Date un occhiata a questi due articoli per farvi un idea più dettagliata di quello che potrebbe succedere in 2..3 anni:
https://www.electronicdesign.com/markets/automotive/article/21162112/electronic-design-a-closer-look-at-foxtrons-evkit-electricvehicle-platform
https://www.electronicdesign.com/markets/automotive/article/21177144/electronic-design-those-big-bets-on-solidstate-batteriesthe-payoff-is-getting-closer
Foxconn/Foxtron ha stretto alleanze strategiche con grossi produttori di componenti chiave per veicoli EV e l'aver reso "open source" i progetti di base a grandi linee non è molto diverso dai kit di sviluppo per smartphone e dai "modelli generici per conto terzi" delle aziende che assemblano smartphone e pc per conto terzi.
Anche la scelta del drive-by-wire è orientata a semplificare la customizzazione di "piattaforme base" ed eventualmente anche sistemi di guida pienamente automatizzati.
E se arrivano così presto le batterie allo stato solido, va a finire che gli EV domineranno nei paesi sviluppati ed anche nelle grosse aree urbane dei paesi in via di sviluppo.

In pratica Foxtron punta sull'idea che le auto elettriche non cambieranno più radicalmente eccetto che per batterie, motori, elettronica ed interni (e per quelli ci sono i fornitori di componentistica), quindi come per smartphone, computer ed elettronica di consumo ci saranno pochi veri grandi produttori/assemblatori che lavoreranno (anche) per altre aziende che ci metteranno solo il design (basato su componentistica per la maggior parte "standard" ed il marchio finale.
La mia ipotesi è che ci sarà anche spazio per piccoli produttori "che assemblano da se" (a patto che le solite lobby non li eliminino a colpi di legislazione), ma bisogna ancora vedere come reagiranno i grandi produttori di autoveicoli (a livello economico/politico) a quello che sta tentando di fare Foxtron.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^