Renault vuole rinviare l'addio ai motori termici al 2040: teme il crollo di Dacia

Renault vuole rinviare l'addio ai motori termici al 2040: teme il crollo di Dacia

Renault, da sempre tra i pionieri della mobilità elettrica, fa marcia indietro sull'abbandono dei motori endotermici. Secondo un dirigente, il 2035 imposto dall'Europa è troppo presto. Il rischio è che le auto costino troppo

di pubblicata il , alle 17:05 nel canale Auto Elettriche
RenaultDacia
 
53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue10 Settembre 2021, 09:11 #11
Originariamente inviato da: steverm
se Dacia manterrà i motori termici altro che crollo... andrà a ruba!


Dipenderà sopratutto dal prezzo della benzina. Quando le elettriche avranno una quota rilevante aumenterà o crollerà? Chi può dirlo. I costi di estrazione e raffinazione sono altissimi, senza contare le accise, quindi non penso che sarà tanto a buon mercato.
nickmot10 Settembre 2021, 09:56 #12
Originariamente inviato da: Unrue
Dipenderà sopratutto dal prezzo della benzina. Quando le elettriche avranno una quota rilevante aumenterà o crollerà? Chi può dirlo. I costi di estrazione e raffinazione sono altissimi, senza contare le accise, quindi non penso che sarà tanto a buon mercato.


Insomma, anche la quantitá di infrastrutture, l'autonomia ed il prezzo delle auto elettriche.
Perché se devi andare a lavoro con l'auto e non puoi caricare la tua elettrica, ti tocca la benzina anche se costasse 5€/l.
Certo, a quel punto si apriranno scenari interessanti, io prevedo che l'elettrica porterá al definitivo spopolamento di certe aree.
barzokk10 Settembre 2021, 09:58 #13
Originariamente inviato da: Unrue
Dipenderà sopratutto dal prezzo della benzina. Quando le elettriche avranno una quota rilevante aumenterà o crollerà? Chi può dirlo. I costi di estrazione e raffinazione sono altissimi, senza contare le accise, quindi non penso che sarà tanto a buon mercato.

peccato che aumenta il prezzo dell'elettricità
Unrue10 Settembre 2021, 10:02 #14
Originariamente inviato da: nickmot
Perché se devi andare a lavoro con l'auto e non puoi caricare la tua elettrica, ti tocca la benzina anche se costasse 5€/l.


Non penso proprio, non tutti possono permettersi prezzi alti del carburante. Se spendi tutto il tuo stipendio in benzina ha poco senso fare quel lavoro, tanto vale cercarne uno più vicino o trasferirsi, con tutte le complicazioni del caso.

Secondo me tra un pò ci sarà un aumento netto delle auto a gpl e metano. Già le vendite di auto a metano sono aumentate del 20% rispetto all'anno scorso.
v10_star10 Settembre 2021, 10:29 #15
Originariamente inviato da: Unrue
...cut...
Secondo me tra un pò ci sarà un aumento netto delle auto a gpl e metano. Già le vendite di auto a metano sono aumentate del 20% rispetto all'anno scorso.


Da possessore (in famiglia ne abbiamo ben 4 a metano) posso dire si, risparmi: col gasolio spendevo il 40% in più. io faccio 40km~ al giorno e un pieno di metano (da ben 13&#8364 mi dura oltre una settimana. Peccato per la gabola delle revisione delle bombole che ogni 2 anni ti pela via 200€ e si mangia parte del risparmio. Dipende sempre una persona quanta strada fa.

E' un peccato comunque che VAG (perchè a conti fatti rimangono solo loro, Fiat panda a parte) abbia deciso di non sviluppare più i motori TGI.
Unrue10 Settembre 2021, 10:39 #16
Originariamente inviato da: v10_star
Da possessore (in famiglia ne abbiamo ben 4 a metano) posso dire si, risparmi: col gasolio spendevo il 40% in più. io faccio 40km~ al giorno e un pieno di metano (da ben 13&#8364 mi dura oltre una settimana. Peccato per la gabola delle revisione delle bombole che ogni 2 anni ti pela via 200€ e si mangia parte del risparmio. Dipende sempre una persona quanta strada fa.

E' un peccato comunque che VAG (perchè a conti fatti rimangono solo loro, Fiat panda a parte) abbia deciso di non sviluppare più i motori TGI.


I 200 euro dipendono molto da chi vai, ho sentito anche fare revisioni a metà prezzo. Riguardo i TGI è vero, ma considera che ne stanno vendendo parecchi e quindi ci sarà disponibilità ancora per molto, per non parlare della possibilità di convertirne uno a benzina.

Infatti secondo me tra un pò aumenteranno parecchio anche le conversioni.
Super-Vegèta10 Settembre 2021, 11:03 #17
Originariamente inviato da: pin-head
Nessuno comprerà più auto a combustione tra 8-10 anni.
Non varrà assolutamente la pena. Già oggi in alcuni casi è di molto preferibile un’elettrica, figuratevi tra 10 anni quando i prezzi delle elettriche saranno crollati e le prestazioni saranno superlative.
Le auto a benzina saranno dei catorci inutili.


Avresti ragione, non fosse per il fatto che mentre le auto elettriche supereranno i loro limiti entro quella data, le infrastrutture elettriche non lo faranno prima di 30 anni (minimo), senza contare zone disagiate come sud, isole, e molte zone dell'europa non ben messe.

Non è fattibile una colonnina su strada o box per ogni singola auto. Per tanto, serviranno distributori con enormi potenze (da mezzo MW in su) per ricariche rapide e la fluidificazione del traffico diretto vero i centri di ricarica, tipo stazioni di servizio. Non so se hai idea di quanto costi una cabina per 6 postazioni da 500 kW, per non parlare della rete elettrica principale che dovrebbe essere come minimo raddoppiata in termini di capacità. Servirebbero almeno 3 stazioni di quel tipo, su un paesino di 12.000 abitanti e 800MW di produzione turbogas per una 70ina di paesini. Non so se ho reso l'idea.

I produttori di materiale elettrico, NON potrebbero star dietro alla domanda entro il 2035, ammesso ci siano quei soldi da spendere. Il limite sarà quello come del resto, ha dichiarato anche il presidente toyota. Comunque ad oggi le elettriche FULL rappresentano 1/20 della vendita europea, nonostante potenti incentivi. Al momento in cui li toglieranno (l'infrastruttura mostrerà i suoi limiti), quelle vendite si stabilizzeranno fino ai decenni necessari per l'aggiornamento della rete.

Ad oggi abbiamo una rete che salta pure durante l'estate per i climatizzatori. Non guardate quindi all'auto, ma a cosa la deve supportare. Serviranno decenni, questo progetto andava attuato negli anni 90.
Super-Vegèta10 Settembre 2021, 11:09 #18
Originariamente inviato da: Unrue
Non penso proprio, non tutti possono permettersi prezzi alti del carburante. Se spendi tutto il tuo stipendio in benzina ha poco senso fare quel lavoro, tanto vale cercarne uno più vicino o trasferirsi, con tutte le complicazioni del caso.

Secondo me tra un pò ci sarà un aumento netto delle auto a gpl e metano. Già le vendite di auto a metano sono aumentate del 20% rispetto all'anno scorso.


L'UE ha autorizzato da poco l'elettrificazione dei modelli a gas. Cosa di non poco conto, perchè le ibride a benzina consumano comunque troppo. Il futuro sarà certamente di questo tipo, per i prossimi decenni.

Quantomeno finchè non si svilupperanno soluzioni a benzina con consumi adeguati.
nickmot10 Settembre 2021, 11:40 #19
Originariamente inviato da: Super-Vegè
Avresti ragione, non fosse per il fatto che mentre le auto elettriche supereranno i loro limiti entro quella data, le infrastrutture elettriche non lo faranno prima di 30 anni (minimo), senza contare zone disagiate come sud, isole, e molte zone dell'europa non ben messe.

Non è fattibile una colonnina su strada o box per ogni singola auto. Per tanto, serviranno distributori con enormi potenze (da mezzo MW in su) per ricariche rapide e la fluidificazione del traffico diretto vero i centri di ricarica, tipo stazioni di servizio. Non so se hai idea di quanto costi una cabina per 6 postazioni da 500 kW, per non parlare della rete elettrica principale che dovrebbe essere come minimo raddoppiata in termini di capacità. Servirebbero almeno 3 stazioni di quel tipo, su un paesino di 12.000 abitanti e 800MW di produzione turbogas per una 70ina di paesini. Non so se ho reso l'idea.

I produttori di materiale elettrico, NON potrebbero star dietro alla domanda entro il 2035, ammesso ci siano quei soldi da spendere. Il limite sarà quello come del resto, ha dichiarato anche il presidente toyota. Comunque ad oggi le elettriche FULL rappresentano 1/20 della vendita europea, nonostante potenti incentivi. Al momento in cui li toglieranno (l'infrastruttura mostrerà i suoi limiti), quelle vendite si stabilizzeranno fino ai decenni necessari per l'aggiornamento della rete.

Ad oggi abbiamo una rete che salta pure durante l'estate per i climatizzatori. Non guardate quindi all'auto, ma a cosa la deve supportare. Serviranno decenni, questo progetto andava attuato negli anni 90.


12000 abitanti paesini?
Qui servono 3 comuni per fare 12000 abitanti.
I paesi sono da 200-1000 abitanti e sono piuttosato sparsi, quindi devi moltiplicare quei costi, ma ridurre notevolmente l'afflusso per singola stazione.
Unrue10 Settembre 2021, 11:45 #20
Originariamente inviato da: Super-Vegè
L'UE ha autorizzato da poco l'elettrificazione dei modelli a gas. Cosa di non poco conto, perchè le ibride a benzina consumano comunque troppo. Il futuro sarà certamente di questo tipo, per i prossimi decenni.

Quantomeno finchè non si svilupperanno soluzioni a benzina con consumi adeguati.


Ah si? Dammi qualche fonte, non lo sapevo.

Ad ogni modo mi piacerebbe sapere come fanno a stipare bombole e batterie in un unico veicolo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^