Strade piene di Tesla a lumaca: è l'effetto del test FSD sulla bravura alla guida

Strade piene di Tesla a lumaca: è l'effetto del test FSD sulla bravura alla guida

I proprietari americani hanno finalmente avuto accesso alla richiesta del Full Self Driving in beta, ma solo dopo che avranno sostenuto una valutazione da Tesla circa la sicurezza della propria guida. Tutti vanno a spasso per raccogliere voti positivi dall'algoritmo

di pubblicata il , alle 14:07 nel canale Auto Elettriche
Tesla
 

Circa una settimana fa vi avevamo raccontato di come Tesla intendesse valutare il comportamento alla guida dei suoi clienti, per permetter loro di scaricare l'aggiornamento abilitante la guida autonoma in fase beta.

Il tanto atteso "download button" è dunque arrivato, insieme ad un aggiornamento dell'app per smartphone che permette, a chi ha richiesto l'accesso, di tenere traccia della propria valutazione da parte dell'algoritmo. Già, perché a giudicare se si è idonei ad ottenere la guida completamente autonoma ci pensa il Tesla Insurance Calculator, che valuta diversi parametri:

  • Avvisi di collisione frontale per 1.000 miglia
  • Frenate improvvise
  • Svolte aggressive
  • Distanza di sicurezza limitata
  • Disattivazione forzata di Autopilot

Tesla Insurance Calculator

In base a questi controlli, l'app assegna un punteggio da 0 a 100, in cui circa 80 è considerato come un voto sufficiente per un buon guidatore. Al momento solo i clienti americani hanno accesso al sistema, poiché sono gli unici che possono testare FSD.

Il problema è che il software di Autopilot nel frattempo non è migliorato, e continua ad avere comportamenti strani in determinate situazioni, penalizzando i guidatori. Come spiegato da un giornalista di Electrek, la sua Tesla è convinta che una roccia e un albero siano un'auto nel senso opposto di marcia, e che alcune foglie sul vialetto di casa richiedano l'intervento della guida manuale. Risultato? Nemmeno partito, già due segnalazioni negative.

Tesla Insurance Calculator

La cosa però più divertente nel suo resoconto è quando dice di aver incrociato diverse vetture Tesla, in tratti extraurbani, a velocità insolitamente basse. Probabilmente diversi guidatori stanno cercando in questi giorni di compensare le "segnalazioni fantasma" con comportamenti alla guida super sicuri, come guidare in autostrada a circa 88 km/h (curiosamente questo numero, in miglia orarie, ricorderebbe ben altro).

Alcuni sono anche riusciti ad ottenere la super valutazione di 99 su 100, ma generando la rabbia di altri automobilisti per la scarsa velocità. Alla fine dei sette giorni di test, questi proprietari con ogni probabilità verranno ammessi al download della beta, ma resta qualche dubbio sulla reale utilità dell'algoritmo, sia per le segnalazioni ingiuste, sia per la facilità con cui può essere ingannato.

Tesla Insurance Calculator

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattia.l27 Settembre 2021, 14:46 #1
"Strade piene di Tesla a lumaca"

Ma dove? Questo non è un titolo, è una cazzata sbattuta in prima pagina. Equivale a scrivere "qualcuno vende RTX3080 a 10€"
Spyto27 Settembre 2021, 14:48 #2
Sulla mia Ford Puma STX uso sempre il riconoscimento dei segnali stradali e Guido alla velocità indicata dai cartelli. Sta di fatto che oggi sono già al terzo Vaffa che mi urlano dalle altre auto. 😭
giuvahhh27 Settembre 2021, 14:59 #3
e fanno bene. alcuni limiti sono fatti per fare cassa.
Alfhw27 Settembre 2021, 15:12 #4
Originariamente inviato da: mattia.l
"Strade piene di Tesla a lumaca"

Ma dove? Questo non è un titolo, è una cazzata sbattuta in prima pagina. Equivale a scrivere "qualcuno vende RTX3080 a 10€"

E' la traduzione del titolo dell'articolo americano che si trova nel link.
ronthalas27 Settembre 2021, 15:12 #5
se poi invece hai un infotainment che per un po' legge i cartelli, e un po' li recupera dai dati cartografici (obsoleti) dove nel frattempo hanno cambiato i limiti per metterci un autovelox, oppure dimenticati dopo un cantiere finito mesi fa... il risultato è che hai un limite X e una lettura Y...
vallo poi a spiegare alla municipale che eri convinto di un limite sbagliato (ma non disperare, a loro basta che paghi la multa, non gli importa di fare sicurezza).
Korn27 Settembre 2021, 15:35 #6
mo me lo segno
sbaffo27 Settembre 2021, 15:35 #7
ormai è un circo dell'assurdo

è il guidatore (autopilot) che controlla il passeggero (persona che siede al posto di guida ma non fa nulla), invece del contrario.
andbad27 Settembre 2021, 16:46 #8
Originariamente inviato da: ronthalas
se poi invece hai un infotainment che per un po' legge i cartelli, e un po' li recupera dai dati cartografici (obsoleti) dove nel frattempo hanno cambiato i limiti per metterci un autovelox, oppure dimenticati dopo un cantiere finito mesi fa... il risultato è che hai un limite X e una lettura Y...
vallo poi a spiegare alla municipale che eri convinto di un limite sbagliato (ma non disperare, a loro basta che paghi la multa, non gli importa di fare sicurezza).


Già. Infatti è da un po' che penso che ogni comune dovrebbe avere una sua cartografia stradale, aggiornata ed open source (e magari gratuita, ma qui sforiamo nell'assurdo, lo so...).

By(t)e
Gringo [ITF]27 Settembre 2021, 17:48 #9
Basterebbe fare... IL MESE DELLA GUIDA PERFETTA !
E l'Italia Fallirebbe per BLOCCO !
Visto che abbiamo strade Extraurbane a Doppia Corsia a 50KM/H per far piacere a certi comuni....
andbad27 Settembre 2021, 18:45 #10
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Basterebbe fare... IL MESE DELLA GUIDA PERFETTA !
E l'Italia Fallirebbe per BLOCCO !
Visto che abbiamo strade Extraurbane a Doppia Corsia a 50KM/H per far piacere a certi comuni....


50... fai anche 30...
Giusto una settimana fa ho visto un ragazzo spatasciarsi con lo scooter in uno di questi stradoni a due corsie (con sensi di marcia separati, tra l'altro) perché l'asfalto (di nemmeno 10 anni) è peggio di un gruviera. Si fa presto a mettere il cartello dei 30, a far fare i lavori a chi li sa fare (ma non ha agganci dove serve) un po' meno.

By(t)e

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^