Tesla introduce nuovi freni carboceramici per la Model S Plaid. Costano "solo" 20.000 dollari

Tesla introduce nuovi freni carboceramici per la Model S Plaid. Costano "solo" 20.000 dollari

La Model S Plaid ha prestazioni da pista, e ora potrà avere anche freni più adeguati all'uso estremo. Con il kit dei freni in carbonio ci sono anche pinze in unico componente e liquido ad alte prestazioni

di pubblicata il , alle 11:44 nel canale Auto Elettriche
Tesla
 
22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia25 Novembre 2021, 14:58 #11
sono costosetti.. in mercedes costano 7.5k gli anteriori e 12k ant-post
15k sui top

inoltre chissà se avvisano delle controindicazioni di quel tipo di freni
Holy8725 Novembre 2021, 15:11 #12
Originariamente inviato da: Techie
Ma non frenava per induzione e quindi era ottimo perché riduceva le emissioni?
20'000 pippi per una roba che si usa solo in pista? (padronissimi, eh, ci mancherebbe...)


La frenata rigenerativa può farti rallentare più o meno velocemente, ma non puoi frenare di botto, non ne hai il tempo.
Per questo quando si tratta di frenate brusche entra sempre la frenata meccanica, mentre quella a induzione viene usata per i casi di guida normale (rallentamento, stabilità in discesa ecc.)
Techie25 Novembre 2021, 16:54 #13
Originariamente inviato da: Holy87
La frenata rigenerativa può farti rallentare più o meno velocemente, ma non puoi frenare di botto, non ne hai il tempo.
Per questo quando si tratta di frenate brusche entra sempre la frenata meccanica, mentre quella a induzione viene usata per i casi di guida normale (rallentamento, stabilità in discesa ecc.)


Sì, stavo diciamo parzialmente trollando...
ramses7725 Novembre 2021, 18:00 #14
Originariamente inviato da: Techie
Ma non frenava per induzione e quindi era ottimo perché riduceva le emissioni?


Per “rigenerazione” mi pare si dica.
Comunque si, è più che sufficiente.
In un anno avrò toccato il freno 10 volte nel traffico normale (e una volta che non ho visto la coda davanti per fortuna quando ho pestato il pedale del freno era già giù e ha frenato da sola).
Se vai in pista ovviamente non basta.
Techie25 Novembre 2021, 20:46 #15
Originariamente inviato da: ramses77
Per “rigenerazione” mi pare si dica.
Comunque si, è più che sufficiente.
In un anno avrò toccato il freno 10 volte nel traffico normale (e una volta che non ho visto la coda davanti per fortuna quando ho pestato il pedale del freno era già giù e ha frenato da sola).
Se vai in pista ovviamente non basta.


Grazie per la testimonianza di utilizzo reale
Notturnia25 Novembre 2021, 22:39 #16
Originariamente inviato da: ramses77
Per “rigenerazione” mi pare si dica.
Comunque si, è più che sufficiente.
In un anno avrò toccato il freno 10 volte nel traffico normale (e una volta che non ho visto la coda davanti per fortuna quando ho pestato il pedale del freno era già giù e ha frenato da sola).
Se vai in pista ovviamente non basta.


se vai in pista lo sanno tutti che quei freni non vanno bene..
roccia123426 Novembre 2021, 07:56 #17
Originariamente inviato da: ramses77
Per “rigenerazione” mi pare si dica.
Comunque si, è più che sufficiente.
In un anno avrò toccato il freno 10 volte nel traffico normale (e una volta che non ho visto la coda davanti per fortuna quando ho pestato il pedale del freno era già giù e ha frenato da sola).
Se vai in pista ovviamente non basta.


È una frenatura elettrica, in generale. I motori vengono utilizzati come generatori e l'energia elettrica generata viene usata per ricaricare una batteria, rimandata lungo la.linea elettrica o smaltita su un reostato. In ferrovia esiste da decenni.

A voi la scelta di usare il nome più o meno da marketing che preferite, ma la sostanza non cambia.
ramses7726 Novembre 2021, 09:10 #18
Originariamente inviato da: roccia1234
In ferrovia esiste da decenni.

Non lo sapevo. Figo!
Zappz26 Novembre 2021, 09:34 #19
Originariamente inviato da: Notturnia
sono costosetti.. in mercedes costano 7.5k gli anteriori e 12k ant-post
15k sui top

inoltre chissà se avvisano delle controindicazioni di quel tipo di freni


Infatti hanno poco senso in una macchina stradale visto che da freddi frenano da schifo ed ancora meno senso su un elettrica che li usa solo nelle frenate importanti.
Notturnia26 Novembre 2021, 12:26 #20
Originariamente inviato da: Zappz
Infatti hanno poco senso in una macchina stradale visto che da freddi frenano da schifo ed ancora meno senso su un elettrica che li usa solo nelle frenate importanti.


no.. l'opposto..

li ho sulla mia.. in realtà i carbo-ceramici non sono freni al carbonio che effettivamente su una stradale NON hanno senso perchè non vanno in temperatura.
anche in inverno i carboceramici frenano molto bene e non sono mai peggiori di un freno normale
il problema è proprio il loro uso in pista.. i carbo-ceramici si rovinano velocemente in pista.
vanno bene per fare una sessione/una gara ma poi li butti perchè si biscottano.

nell'uso stradale invece sono stupefacenti e hanno una durata "illimitata" mentre le loro pastiglie costano poco più delle pastiglie normali e hanno una durata inferiore al normale

l'altro difetto che hanno i carboceramici è quello della loro intrinseca fragilità (ma questo l'ho scoperto dopo) .. se si infila un sassolino nei fori dei dischi e questo non si frantuma sulle pinze è possibile che crei una cricca e in questo caso il disco va buttato se non si spacca proprio facendo un disastro.. per cui parcheggiare sul ghiaino non è consigliato .. non è un evento certo ma è una cosa che con dei dischi in ghisa o ferro non crea problemi mentre con un carboceramico costoso invece si.

con il senno di poi non li avrei presi visto che anche il sistema brembo a 6 pistoncini è una favola.. si nota la maggior capacità di frenata e si deve fare il piede alla differente risposta (che è sempre lineare ma con una corsa molto più limitata) .. il pedale si sfiora per frenare e li si tocca per inchiodare.. non si affonda mai il piede sul freno.. fa saltare le otturazioni :-D

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^