CATL: al via la fabbrica di batterie più grande del produttore cinese, con una capacità di 60 GWh

CATL: al via la fabbrica di batterie più grande del produttore cinese, con una capacità di 60 GWh

Il produttore cinese di celle per batterie CATL ha avviato la produzione nel suo stabilimento più grande. Si trova a Fuding, vicino a Ningde, nella provincia del Fujian

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Batterie
CATL
 

Una volta a regime, il nuovo stabilimento per la produzione di batterie di CATL offrirà una capacità annua di 120 GWh, mentre nella prima fase garantirà 60 GWh. CATL, che è uno dei principali fornitori di batterie per le auto elettriche dei principali produttori, sta portando a termine i lavori su una fabbrica di batterie che ha pochi precedenti, se non nessuno, e che ha il potenziale per cambiare il settore.

CATL: sempre più investimenti per le batterie delle auto elettriche

Basti pensare che la sua capacità obiettivo è assimilabile alla capacità totale di tutte le fabbriche di batterie in Cina considerate insieme, che nei primi undici mesi del 2021 si attesta su 128,3 GWh. Secondo i prezzi attuali delle batterie, 120 GWh avrebbero un valore di produzione di oltre 100 miliardi di yuan, ovvero poco meno di 14 miliardi di euro.

CATL

CATL aveva annunciato il nuovo impianto di Ningde nel febbraio 2020, dicendo che sarebbe stato completato in due anni. L'investimento necessario per portare a termine i lavori era stato stimato in 10 miliardi di yuan, circa 1,3 miliardi di euro. Tuttavia, secondo quanto riportato dal Fujian Daily, i lavori sono partiti solamente quest'anno, come ha confermato Liu Henghua, direttore operativo del progetto.

Non è chiaro neanche quando sarà toccata la capacità dei 60 GWh, con l'impianto che, a regime, dovrebbe assicurare 10 mila posti di lavoro. Inoltre, il 19 dicembre, CATL ha avviato la costruzione di un altro impianto di produzione a Xiamen, nella provincia del Fujian, che sarà completato nel dicembre 2024 con una capacità di circa 20 GWh.

Secondo i dati provenienti dalla Cina, nello scorso novembre CATL poteva vantare una quota di mercato del 55% nel settore delle batterie, con una capacità di produzione di 11,45 GWh. Ma nei piani ci sono ambizioni ben superiori, visto che il produttore ha già annunciato rapporti di collaborazione e joint venture che richiederebbero una capacità complessiva di 600 GWh.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia27 Dicembre 2021, 14:38 #1
55% di mercato con 11,45 GWh/mese..
stabilimento da 60 GWh/anno e produzione cinese del 2021 pari a 128 GWh..

mi sa che la transizione dai combustibili fossili Arabi alle pile cinesi è partita bene.. cambiamo padrone :-D
Sp3cialFx27 Dicembre 2021, 18:14 #2
al di là del fatto che già dipendiamo dalla Cina come peraltro loro dipendono da noi su un'ampia gamma di cose;
cmq basterebbe non dormire e mettersi a costruire gigafactory anche qui
Notturnia27 Dicembre 2021, 23:02 #3
Certo.. con che soldi ? Che garanzie ? Che costi ?

Ormai la bilancia non regge e gli stralli di Genova lo dimostrano
La Cina esporta molto più di quello che importa è noi abbiamo ormai invertito la rotta perdendo soldi

Sarebbe bello costruire qui ma il costo del lavoro, dell’energia etc sono moto superiori a quelli cinesi e senza border-Carbon-tax non possiamo cambiare le cose
Inoltre non abbiamo le loro riserve ne di soldi ne di materie prime

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^