Desten svela la batteria che si ricarica in 5 minuti, e non mente sui 900 kW necessari

Desten svela la batteria che si ricarica in 5 minuti, e non mente sui 900 kW necessari

L'azienda cinese Desten ha svelato una super batteria in grado di reggere potenze elevatissime in fase di ricarica, senza subire danni e surriscaldamento. La vedremo nella Piëch GT

di pubblicata il , alle 11:54 nel canale Batterie
PiechDesten
 

Non passa mese senza che vi sia un annuncio di batterie rivoluzionarie per il settore automotive, ma a volte alcuni di questi comunicati paiono effettivamente più attendibili di altri. Sembra appartenere a quest'ultima categoria quello di Desten, azienda cinese esperta in sviluppo di celle al litio, che ha presentato la nuova batteria in grado di ricaricarsi in soli 5 minuti.

Precisamente la batteria dovrebbe essere quella che troveremo a bordo della Piëch GT-2, vettura elettrica realizzata da Anton Piëch, il cui cognome non dovrebbe essere nuovo agli appassionati di Porsche. Secondo Desten la nuova batteria è stata in grado di ricaricarsi da 0 all'80% in soli 4 minuti e 40 secondi.

Desten

Diversamente da altri claim visti in passato, Desten però resta più con i piedi per terra, e in modo trasparente dichiara anche quanta potenza serva per ottenere tale risultato, senza far credere che la batteria si ricarichi "per magia". Il sistema di test ha dovuto erogare l'equivalente dicirca 900 kW, una potenza che ad oggi nessuna colonnina è in grado di raggiungere. Si tratta comunque di un risultato notevole, considerando che equivale a una ricarica da più di 10C, basandosi su alcuni dati preliminari secondo i quali il pack dovrebbe essere da 75 kWh.

Desten

Un'altra importante differenza con traguardi millantati in passato è rappresentata da una certificazione esterna, rilasciata dai tecnici di Hofer Powertrain e dall'Università di Esslingen, sotto la supervisione del TÜV Süd (immagine pubblicata qui sopra). Dal documento scopriamo che le celle allo 0% di State of Charge misuravano 3,0 volt, per attestarsi poi a fine carica a 4,2 volt. Si tratta di una cella di tipo pouch (a sacchetto), con valore nominale di 19 Ah.

Le celle di Desten, diversamente da altre celle al litio moderne, hanno però una bassa densità energetica, pari a 160 Wh/kg, il che potrebbe essere il segreto dietro questa notevole capacità di sopportare situazioni critiche. Infatti la ricarica ha innalzato la temperatura della batteria di soli 10,5 gradi Celsius, fino a un massimo di 34,5 gradi. Ma la cosa che fa più stupore è che Desten dichiara che tutto il pacco batteria è raffreddato solo ad aria, senza l'ausilio di un circuito idraulico ad acqua o olio. E se ancora non bastasse, la nuova chimica (per ora segreta) garantirebbe anche una vita utile di 3.000 cicli di carica, pari a 1,5 milioni di km percorsi.

Desten

La Piëch GT-2, che dovrebbe montare per prima la batteria di Desten

Resta ovviamente il problema della potenza necessaria, vicina al megawatt. Da alcune informazioni apprese da Autoblog, scopriamo che Desten, nei siti di ricarica commerciali, installerà anche degli accumuli a batteria, che si ricaricheranno a potenze più consuete durante l'inutilizzo (ipotizziamo fino a 50 kW come una qualsiasi colonnina DC) per poi rilasciare la scarica di 900 kW, necessaria una volta che vi sia la giusta auto collegata.

71 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo19 Ottobre 2021, 12:08 #1
Boh...
Per chi magari non si intende molto di grandezze elettriche, 900 kw è la potenza necessaria per alimentare 300 abitazioni con un coefficente di contemporaneità del 100%
E tutto questo per caricare una macchina elettrica in 5 minuti ?
Questa sarebbe dunque una scelta ecologica e sostenibile ?
Massimiliano Zocchi19 Ottobre 2021, 12:19 #2
Originariamente inviato da: gd350turbo
Boh...
Per chi magari non si intende molto di grandezze elettriche, 900 kw è la potenza necessaria per alimentare 300 abitazioni con un coefficente di contemporaneità del 100%
E tutto questo per caricare una macchina elettrica in 5 minuti ?
Questa sarebbe dunque una scelta ecologica e sostenibile ?


La quantità di energia necessaria per muovere un veicolo non cambia in base al tipo di propulsione, è sempre la stessa. Il vantaggio dei carburanti fossili è avere un'alta densità energetica, per cui ciò che immetti nel serbatoio ti sembra sempre poco, ma in realtà quantitativamente è uguale, con l'aggravante che con il motore termico ne sprechi il 70% in calore. Quindi quanta potenza devi erogare per una ricarica non c'entra nulla con la sostenibilità. La sostenibilità la misuri in base a come è prodotta quella potenza.

Aggiungo, avere 900 kW per 5 minuti, oppure 200 kW per 20 minuti è la stessa identica cosa. Potrebbe esserci qualche leggera perdita in calore, ma in percentuale trascurabile.
kamon19 Ottobre 2021, 12:42 #3
Certo che sentire certe potenze in ricarica fa paura , chissà che razza di cavi per gestirla in sicurezza.

...Comunque figata.
gd350turbo19 Ottobre 2021, 12:44 #4
La sostenibilità è anche come fai a portare in giro questa potenza...
E non sarà un problema da poco, vedi i cellulari i primi si ricaricavano in 10-12 ore, ora si è arrivati a caricarli in pochi minuti.
Per le auto elettriche sarà lo stesso ma moltiplicato per un fattore x, in quanto non appena saranno un pò diffuse, tutti, nessuno escluso, la vorrano caricare nello stesso tempo che impiegavano a far benzina, occorrera quindi distribuire gigawatt e terawatt come noccioline, e se sarò ancora al mondo, sarò curioso di vedere come combineranno questo pianeta.
ninja75019 Ottobre 2021, 12:46 #5
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
La quantità di energia necessaria per muovere un veicolo non cambia in base al tipo di propulsione, è sempre la stessa. Il vantaggio dei carburanti fossili è avere un'alta densità energetica, per cui ciò che immetti nel serbatoio ti sembra sempre poco, ma in realtà quantitativamente è uguale, con l'aggravante che con il motore termico ne sprechi il 70% in calore. Quindi quanta potenza devi erogare per una ricarica non c'entra nulla con la sostenibilità. La sostenibilità la misuri in base a come è prodotta quella potenza.


visto che il tutto viene fatto sbandierando il concetto green, se usi dinosauri liquidi nei serbatoi delle auto o se usi dinosauri liquidi per alimentare le centrali che producono l'elettricità green, non cambia nulla e rimani non green

anzi, nel secondo caso hai quasi sicuramente una efficenza minore perchè sappiamo che ogni trasformazione non è mai gratis dal punto di vista fisico altrimenti utilizzeremmo più semplicemente auto elettriche con sopra un generatore a dinosauri liquidi (motore)
andbad19 Ottobre 2021, 12:51 #6
Originariamente inviato da: gd350turbo
La sostenibilità è anche come fai a portare in giro questa potenza...
E non sarà un problema da poco, vedi i cellulari i primi si ricaricavano in 10-12 ore, ora si è arrivati a caricarli in pochi minuti.
Per le auto elettriche sarà lo stesso ma moltiplicato per un fattore x, in quanto non appena saranno un pò diffuse, tutti, nessuno escluso, la vorrano caricare nello stesso tempo che impiegavano a far benzina, occorrera quindi distribuire gigawatt e terawatt come noccioline, e se sarò ancora al mondo, sarò curioso di vedere come combineranno questo pianeta.


Verso la fine dell'articolo trovi la soluzione: batterie nelle colonnine.
Ricaricano a "bassa potenza" (50kW) una batteria di accumulo, così poi quando arriva l'auto puoi prelevare ad alta potenza. In questo modo non hai problemi nel trasportare tutta quella la potenza.
Magari non caricherà effettivamente a 900kW, ma anche solo arrivare a 4-500 sarebbe un gran salto in avanti (nonostante la bassa densità.
Questo accumulo, tra l'altro, consentirebbe di ottimizzare la rete assorbendo i picchi di produzione da rinnovabile.

Nel complesso la cosa non è male, da qui passare alla pratica è tutto da vedere.

By(t)e
andbad19 Ottobre 2021, 12:55 #7
Originariamente inviato da: ninja750
visto che il tutto viene fatto sbandierando il concetto green, se usi dinosauri liquidi nei serbatoi delle auto o se usi dinosauri liquidi per alimentare le centrali che producono l'elettricità green, non cambia nulla e rimani non green

No, perché grossa parte dell'elettricità non proviene da fonti fossili già oggi, ed in futuro continuerà ad aumentare. I dinosauri che bruci nel motore, invece, continueranno ad essere dinosauri.

Originariamente inviato da: ninja750
anzi, nel secondo caso hai quasi sicuramente una efficenza minore perchè sappiamo che ogni trasformazione non è mai gratis dal punto di vista fisico altrimenti utilizzeremmo più semplicemente auto elettriche con sopra un generatore a dinosauri liquidi (motore)


Ancora no: un motore, per quanto piccolo e ottimizzato, sarà comunque meno efficiente di un grosso generatore. Certo, ci sono le perdite di trasporto, ma ci sono anche nella filiera del petrolio, se è per questo.
Senza contare costi e complessità di un ibrido in serie. Tant'è che praticamente nessuno si è azzardato a usare questa soluzione (a memoria la i3 con Extender e poco altro).

By(t)e
ninja75019 Ottobre 2021, 12:56 #8
Originariamente inviato da: andbad
Tant'è che praticamente nessuno si è azzardato a usare questa soluzione (a memoria la i3 con Extender e poco altro).


la chevrolet volt che infatti consuma più della prius, per dire
Massimiliano Zocchi19 Ottobre 2021, 12:57 #9
Originariamente inviato da: ninja750
visto che il tutto viene fatto sbandierando il concetto green, se usi dinosauri liquidi nei serbatoi delle auto o se usi dinosauri liquidi per alimentare le centrali che producono l'elettricità green, non cambia nulla e rimani non green

anzi, nel secondo caso hai quasi sicuramente una efficenza minore perchè sappiamo che ogni trasformazione non è mai gratis dal punto di vista fisico altrimenti utilizzeremmo più semplicemente auto elettriche con sopra un generatore a dinosauri liquidi (motore)


Assolutamente no, è proprio l’esatto contrario. L’efficienza di una centrale termica, più che altro a gas, è di molto superiore all’efficienza dei singoli motori termici. È già stato fatto l’esperimento: un’auto elettrica ricaricata tramite un generatore di elettricità a diesel ha percorso più strada di un’auto termica di pari potenza con motore diesel, con lo stesso quantitativo di carburante. Proprio perché la produzione a regimi termici fissi è molto più efficiente dei motori termici sulle auto
ninja75019 Ottobre 2021, 13:01 #10
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
un’auto elettrica ricaricata tramite un generatore di elettricità a diesel ha percorso più strada di un’auto termica di pari potenza con motore diesel, con lo stesso quantitativo di carburante. Proprio perché la produzione a regimi termici fissi è molto più efficiente dei motori termici sulle auto


parliamo di ibrido vs ibrido quindi prius vs volt

la prius consuma meno

confronti ibrido con termico puro?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^