I costi delle batterie per le auto elettriche si dimezzeranno entro il 2032, secondo un nuovo studio

I costi delle batterie per le auto elettriche si dimezzeranno entro il 2032, secondo un nuovo studio

La fornitura di litio supererà la domanda entro il 2032 grazie a un consistente miglioramento nella produzione, anche in Occidente dopo che misure molto efficaci sono state prese in Oriente.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Batterie
 

In alcuni paesi come la Cina le auto elettriche sono già alla portata di diverse classi sociali, anche non particolarmente abbienti. L’accessibilità economica è indissolubilmente legata ai bassi prezzi delle materie prime, principalmente quelle che servono alla produzione delle batterie delle auto elettriche. Questo non sembra ancora facilmente raggiungibile in Occidente, proprio perché la fornitura delle materie, e in particolare del litio, è ancora insoddisfacente rispetto alla potenziale domanda.

La produzione di batterie richiede minerali critici come litio, nichel, manganese e grafite e, l'aumento della domanda di auto elettriche a livello globale, negli ultimi anni ha comportato un consistente aumento della domanda di alcuni di questi minerali, e soprattutto del litio, tanto che viene spesso definito “oro bianco”. Le crescenti preoccupazioni ambientali che hanno riguardato i combustibili fossili e le nuove politiche hanno causato una corsa all’"oro bianco" in tutto il mondo e i governi, così come i produttori, si stanno muovendo per individuare delle modalità per estrarre e raffinare quanto più litio possibile.

Attualmente, la domanda mondiale di litio viene soddisfatta principalmente attraverso fonti di estrazione dislocate tra Australia, Argentina, Bolivia e Cile, ma ciò potrebbe cambiare nei prossimi anni, stando a una recente ricerca pubblicata dall'International Council On Clean Transportation (ICCT), un'organizzazione non governativa (ONG) indipendente e senza fini di lucro con sede negli Stati Uniti.

Secondo l'ICCT, gli Stati Uniti stanno aumentando in modo significativo le proprie capacità di estrazione e raffinazione del litio, con oltre 100 progetti attualmente in corso di attuazione negli Stati Uniti e nei paesi con cui hanno accordi commerciali. La ricerca evidenzia come gli Stati Uniti avrebbero bisogno di circa 340 kilotonnellate di carbonato di litio equivalente (una misura utilizzata per quantificare la quantità di litio contenuta in una certa quantità di materiale grezzo o finito) all'anno entro il 2032 da dedicare alla produzione di veicoli elettrici leggeri.

Entro il 2025, si prevede che le capacità di estrazione e raffinazione saranno rispettivamente pari a 1.310 ktpa (Kilotonnellate per anno) e 1.030 ktpa. Sempre stando alle previsioni dell'ICCT, entro il 2032 entrambe queste capacità aumenterebbero fino a oltre 2.000 ktpa.

Attualmente, gli Stati Uniti rappresentano meno del 2% della fornitura mondiale di litio, un dato che però dovrebbe crescere fino al 17% entro il 2032. L'attuale fornitura di litio proveniente dagli Stati Uniti, infatti, è insufficiente per coprire la domanda, mentre nei prossimi anni questo dato sarebbe destinato a crescere così rapidamente da portare a una fornitura di gran lunga superiore alla domanda, innescando un ciclo virtuoso che porterebbe al dimezzamento dei costi delle batterie per le auto elettriche.

Una stima approssimativa prevede che la domanda finirebbe per rappresentare tra il 17% e il 33% dell’offerta prevista entro il 2032. Questo non è chiaramente sufficiente per ridurre i costi delle batterie, perché anche la fornitura degli altri minerali critici come nichel, manganese e grafite dovrebbe aumentare.

Se questi saranno effettivamente i ritmi alla base dell'incremento delle forniture delle materie prime, i costi delle batterie dovrebbero diminuire dagli attuali 122 dollari per kilowattora a circa 91 dollari/kWh nel 2027 e a 67 dollari/kWh nel 2032. Naturalmente, un calo così consistente dei costi delle batterie porterebbe parallelamente ad auto elettriche più economiche e alla portata di una fascia di utenza più ampia.

Ciò significa che un nuovo veicolo elettrico capace di garantire un'autonomia di circa 480 chilometri costerebbe quanto un’auto con caratteristiche equivalenti alimentata a benzina entro il 2028-2029, secondo l’ICCT.

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Evilquantico23 Febbraio 2024, 15:09 #1
Oh meno male dai così tutti i pro batterie elettriche di questo forum potranno finalmente comprarsela e finalmente provare sulla loro pelle il FUTURO
Darkon23 Febbraio 2024, 15:13 #2
Notizia interessante più che per le auto per il fotovoltaico qualora si ribaltasse anche per le batterie di accumulo fotovoltaico.
phmk23 Febbraio 2024, 16:11 #3

Quando ...

saranno (almeno) a 1/5 di oggi ne riparliamo ...
giovanni6923 Febbraio 2024, 16:37 #4
Bene, così le batterie e relativi EV si svaluteranno e gli acquirenti saranno molto contenti... già oggi l'usato su EV...
Opteranium23 Febbraio 2024, 16:38 #5
ottimo, per altri 8 anni mi tengo la macchina
io78bis23 Febbraio 2024, 16:46 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
....
Naturalmente, un calo così consistente dei costi delle batterie porterebbe parallelamente ad auto elettriche più economiche e alla portata di una fascia di utenza più ampia.


Si, forse nel mondo dei sogni quel naturalmente avrebbe senso.

Quindi nonostante tutti gli annunci sono nuovi materiali per le batterie e tutto il resto tra dieci anni siamo ancora qua con il litio
Strato154123 Febbraio 2024, 18:41 #7
Diminuiscono i costi al produttore, ma al consumatore.....
Se è vero che dal punto di vista industriale i costi sono calati di circa 10 volte rispetto a 15 anni fa, è anche vero che non c'è una proporzione tra costo sostenuto dal produttore e rispettivo calo per il consumatore..
Solo Tesla riesce a fornire un pacco batteria a 15k euro per 75 kWh, gli altri non mantengono nemmeno la proporzione, ci sono pacchi da 40-50 kWh a 25-30k euro..
Quindi la strada è lunga e non è detto che sarà l'attuale tecnologia agli ioni di litio a fornire le batterie "popolari"..
Per ora vale la regola di tenere l'auto fino a quando è in garanzia il pacco e poi si lascia, perchè sostituirlo è antieconomico..
Ecco perchè le vetture elettriche in questa fase hanno una vita molto limitata e un'obsolescenza precoce.
Ombra7723 Febbraio 2024, 19:41 #8
Solite date buttare lì a caso.
Sono quindici anni che han trovato portentosi materiali per le batterie del futuro e andiamo ancora avanti a litio.
kbios23 Febbraio 2024, 19:56 #9
Ma invece di kilotonnellata non si potrebbe usare Gigagrammo come prescrive il sistema internazionale?
Notturnia23 Febbraio 2024, 22:30 #10
gli stipendi degli italiani saliranno del 75% entro il 2035 secondo nuovi studi..

:|

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^