Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Tesla pronta a lanciare la batteria domestica Powerwall 3: fino a 11,5 kW di potenza

Tesla pronta a lanciare la batteria domestica Powerwall 3: fino a 11,5 kW di potenza

La popolare soluzione Tesla per l'accumulo domestico sta per ricevere un nuovo upgrade, che porterà più potenza di erogazione, e forse anche una maggiore capacità

di pubblicata il , alle 10:19 nel canale Batterie
Tesla
 

Tesla ha annunciato mesi fa la volontà di migliorare ancora uno dei suoi prodotti di punta, ovvero la batteria domestica Powerwall. Fin dalla sua prima versione il prodotto si è imposto come soluzione preferita da molti clienti, per diversi fattori.

Facilità di installazione, qualità costruttiva, estetica, e adattamento a una grande varietà di impianti rinnovabili già esistenti. Sembra che il lancio della terza versione, Powerwall 3, sia ormai imminente, in quanto la dicitura è apparsa nelle schede tecniche di installazione.

Powerwall 3

Lo scopriamo tramite un documento diffuso dal magazine Electrek.co, che ha pubblicato una scheda che arriva direttamente dalle mani di un installatore americano. Tramite questa anteprima scopriamo un dato molto interessante: la potenza di erogazione sale fino a 11,5 kW.

Un incremento notevole rispetto alla precedente generazione, che mostra un miglioramento nelle prestazioni di circa il 50%. Non sappiamo ancora nulla riguardo la capacità della batteria domestica alla sua terza versione, ma se il salto dovesse essere simile, significherebbe un accumulo tra 16 kWh e 20 kWh, ancora una volta tra i più alti sul mercato.

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sk000ks24 Maggio 2023, 11:30 #1
costo?
impiantistica necessaria?
che cavo ci vorrà? con sezione da 5 cm....?
con quei kWh ci si mandano avanti due abitazioni per un giorno
bio8224 Maggio 2023, 11:45 #2
Originariamente inviato da: sk000ks
costo?
impiantistica necessaria?
che cavo ci vorrà? con sezione da 5 cm....?
con quei kWh ci si mandano avanti due abitazioni per un giorno


tra i 10 e i 16 mmq a seconda della distanza è sufficiente per 11kW a 220..

io direi 16 a priori

bio
acerbo24 Maggio 2023, 12:14 #3
Originariamente inviato da: sk000ks
costo?
impiantistica necessaria?
che cavo ci vorrà? con sezione da 5 cm....?
con quei kWh ci si mandano avanti due abitazioni per un giorno


Ad un amico che ha ristrutturato la casa con i soldi dello Stato gli hanno montato due batterie huawei da 5KWh, quindi siamo li come potenza. In inverno se hai la pompa di calore accesa h24 + il forno, il boiler, la cucina con le placche a induzione, il frigo, la lavatrice, la lavastoviglie, la/le TV, il PC, ecc... li consumi tutti, se poi hai pure la macchina elettrica da ricaricare manco ti bastano.
Utonto_n°124 Maggio 2023, 12:22 #4
le abitazioni normali hanno forniture dai 3 ai 6 kW, cosa te ne fai di 11,5 kW? serve nelle case americane, dove hanno consumi spaventosi, ma non credo in Italia, oltretutto, se hai accumulo da 16 o 20 kWh, ti dura un paio d'ore e poi fine. Quindi non applicabile nelle case italiane, senza contare che, per riuscire a caricare un accumulo da 16 kWh, ci vuole un impianto fotovoltaico bello grosso, credo almeno da 18 kW, quindi un centinaio di mq di superficie esposta a sud
Personaggio24 Maggio 2023, 13:18 #5
Originariamente inviato da: Utonto_n°
le abitazioni normali hanno forniture dai 3 ai 6 kW, cosa te ne fai di 11,5 kW? serve nelle case americane, dove hanno consumi spaventosi, ma non credo in Italia, oltretutto, se hai accumulo da 16 o 20 kWh, ti dura un paio d'ore e poi fine. Quindi non applicabile nelle case italiane, senza contare che, per riuscire a caricare un accumulo da 16 kWh, ci vuole un impianto fotovoltaico bello grosso, credo almeno da 18 kW, quindi un centinaio di mq di superficie esposta a sud


Non è così. 20KWh di accumulo sono necessari se si vuole evitare di consumare energia del fornitore. Se hai un impianto che produce poco di più della media di consumi. Mettiamo 1Kwh in più al giorno, impiega 20 giorni per ricaricarsi, ma se poi ti fa due giorni di temporali puoi usare finché ce n'è l'energia accumulato. In realtà si si vuole staccarsi completamente dalla rete servirebbero almeno 100KWh.
Riguardo invece ai consumi massimi, nel prossimo futuro ogni casa avrà 10KW, perché se eliminiamo il gas, dovremmo avere la pompa di calore e la cucina ad induzione, poi ci dovremmo caricare anche la macchina, 10KW saranno necessari. E dico 10KW solo perché la rete elettrica di accesso in bassa tensione in Italia è configurata per poter fornire massimo 10KW per fase. Se vuoi più di 10KW ti serve la trifase, se ne vuoi più di 30 devi fare un contratto di Media Tensione. E avere la trifase o la media tensione aumenta notevolmente i costi fissi, mentre passare da 3 o 6 a 10KW i costi fissi aumentano di molto poco.
bio8224 Maggio 2023, 13:45 #6
Originariamente inviato da: Utonto_n°
le abitazioni normali hanno forniture dai 3 ai 6 kW, cosa te ne fai di 11,5 kW? serve nelle case americane, dove hanno consumi spaventosi, ma non credo in Italia, oltretutto, se hai accumulo da 16 o 20 kWh, ti dura un paio d'ore e poi fine. Quindi non applicabile nelle case italiane, senza contare che, per riuscire a caricare un accumulo da 16 kWh, ci vuole un impianto fotovoltaico bello grosso, credo almeno da 18 kW, quindi un centinaio di mq di superficie esposta a sud


io non ho ancora i pannelli (dovevo scegliere tra mettere i pannelli e rifare il bagno e mia moglie ha preferito il bagno...) ma ieri il mio capo mi ha mostrato che a metà pomeriggio aveva già prodotto 30.5 kWh con un impianto da 7kW di picco (zona brescia)...

certo, nel momento in cui hai anche la pompa di calore e i fornelli accesi il consumo sale ma non così tanto e non per così tante ore... per il resto attingi dalla rete... il mio consumo giornaliero (escluso caldaia e fornelli) è di circa 10 kWh...

bio
gd350turbo24 Maggio 2023, 13:50 #7
Originariamente inviato da: Personaggio
E dico 10KW solo perché la rete elettrica di accesso in bassa tensione in Italia è configurata per poter fornire massimo 10KW per fase. Se vuoi più di 10KW ti serve la trifase, se ne vuoi più di 30 devi fare un contratto di Media Tensione. E avere la trifase o la media tensione aumenta notevolmente i costi fissi, mentre passare da 3 o 6 a 10KW i costi fissi aumentano di molto poco.

Permettimi una correzione:
Oltre i 30 kw montano un contatore senza limitatore, ma con indicazione della potenza massima prelevata che viene utilizzata per la fatturazione.
La media tensione, di solito la danno oltre i 100 kw ma è discrezione del distributore, ma ha costi talmente alti che solo aziende di una certa dimensione se la possono permettere.
Notturnia24 Maggio 2023, 13:55 #8
Originariamente inviato da: Personaggio
Non è così. 20KWh di accumulo sono necessari se si vuole evitare di consumare energia del fornitore. Se hai un impianto che produce poco di più della media di consumi. Mettiamo 1Kwh in più al giorno, impiega 20 giorni per ricaricarsi, ma se poi ti fa due giorni di temporali puoi usare finché ce n'è l'energia accumulato. In realtà si si vuole staccarsi completamente dalla rete servirebbero almeno 100KWh.
Riguardo invece ai consumi massimi, nel prossimo futuro ogni casa avrà 10KW, perché se eliminiamo il gas, dovremmo avere la pompa di calore e la cucina ad induzione, poi ci dovremmo caricare anche la macchina, 10KW saranno necessari. E dico 10KW solo perché la rete elettrica di accesso in bassa tensione in Italia è configurata per poter fornire massimo 10KW per fase. Se vuoi più di 10KW ti serve la trifase, se ne vuoi più di 30 devi fare un contratto di Media Tensione. E avere la trifase o la media tensione aumenta notevolmente i costi fissi, mentre passare da 3 o 6 a 10KW i costi fissi aumentano di molto poco.


Un appunto.. non diciamo fesserie sulla media tensione.. fino a 200 kW in bassa tensione non ci sono problemi di consegna e ho alberghi con 800 kW e consegna in bassa tensione.
Inoltre la distinzione fra mono fase e trifase non è così rigida, ci sono posti dove già i 10 kW vengono dati solo in trifase e altri dove anche i 15 kW possono essere concessi in monofase.

Detto questo per una casa NUOVA non ci sono problemi ad aere un 15 kW trifase e molte ville hanno agevolmente 20-25 kW trifase la dove ci sono anche impianti da 20 kW di fotovoltaico.

Di fatti la notizia di tesla che finalmente fa qualcosa di più grande dei suoi standard è una non notizia visto che accumuli domestici da 20 kWh con potenze di picco di 15 kW ne sono stati fatti già in molte case

Se poi sono 11 kW di picco in monofase sono ridicolmente inutili visto che non possono essere veicolati in quasi nessuna abitazione italiana visto che tutti avranno dorsali da 6mmq se tutto va bene e 11 kW in monofase sono troppi..
Se sono pensati per case più importanti allora sono in ritardo di molti anni sul mercato
gd350turbo24 Maggio 2023, 14:05 #9
Giustissima la considerazione di Notturnia.

Dai miei trascorsi da elettricista tanti anni orsono, ricordo che la scelta mono/tri bassa/media dipendeva dal distributore, se eri vicino ad un cabina mt/bt te lo davano anche in bassa, così come se magari eri sotto una cabina sottoutilizzata te li concedevano sempre in bassa.
xpeco24 Maggio 2023, 14:07 #10
@utonto perchè non sono kw ma kwh?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^