Da Schaeffler arriva la bici elettrica senza catena e trasmissione

Da Schaeffler arriva la bici elettrica senza catena e trasmissione

L'azienda tedesca Schaeffler ha appena rivelato un nuovo sistema di azionamento per bici elettriche che non fa ricorso a catene o cinghie per la trazione, ma a un sistema completamente elettrico basato su un generatore

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale e-bike
Schaeffler
 

Il nuovo sistema è noto come Schaeffler Free Drive e si preannuncia come una delle trasmissioni per bici elettriche più innovative degli ultimi anni. Sviluppato in collaborazione con gli specialisti di Heinzmann, questo sistema si basa su un generatore installato sul movimento centrale della bici.

Schaeffler Free Drive: la bici elettrica che si ricarica da sola

Il generatore converte l'energia meccanica impressa dal ciclista sui pedali della bici in energia elettrica, eliminando la necessità di dotare la bici di una cinghia o di una catena o altre forme di trasmissione verso la ruota posteriore. Su quest'ultima è poi installato un secondo motore elettrico, che riconverte l'energia da elettrica a meccanica per far avanzare la bici.

Schaeffler Free Drive

Il secondo motore, inoltre, è anche in grado di gestire la frenata rigenerativa, utilizzando l'energia così prodotta per ricaricare la batteria di cui è dotata la bici. Si tratta di un motore non particolarmente potente, da soli 250W, in linea comunque con le disposizioni normative vigenti in Europa per i motori delle bici elettriche.

Schaeffler Free Drive

Il generatore è in grado di variare la resistenza dei pedali in base al rapporto selezionato. Se nel processo si crea energia in eccesso, questa viene immagazzinata nella batteria dell'e-bike per essere utilizzata in seguito. Anche se può sembrare un sistema ridondante per una normale bici elettrica, la capacità di stoccare energia può essere interessante. Inoltre, Schaeffler Free Drive può essere particolarmente utile per i veicoli di tipo e-bike cargo, in particolare quelli a tre o quattro ruote.

Schaeffler Free Drive

Questi veicoli possono diventare costosi e complessi con i tradizionali sistemi di trazione, mentre un sistema bike-by-wire come Schaeffler Free Drive darebbe più libertà ai produttori in termini di disposizione dei componenti del veicolo. Non sarebbero più costretti, infatti, a progettare lunghe catene, riduttori o complessi alberi di trasmissione. E, ancora più importante, a differenza delle normali bici elettriche, un sistema del genere permetterebbe ai veicoli di ricaricarsi da soli, perlomeno parzialmente.

Leggi anche: Schaeffler presenta l'inverter a 800 volt e 99% di efficienza. Ecco tutti i nuovi componenti

Schaeffer mostrerà il Free Drive all'Eurobike 2021 a Friedrichshafen, in Germania, all'interno dello stand del partner Heinzmann.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Techie01 Settembre 2021, 18:45 #1
Sarei curioso di vedere efficienza e perdite.
A parte questo, mi parrebbe interessante disaccoppiare completamente pedali e "acceleratore" (cioè escludere un eventuale sensore del movimento), in modo da poter pedalare da fermo al semaforo per ricaricare - questo ovviamente per i mezzi di trasporto a triciclo, che hanno la necessaria stabilità
tallines01 Settembre 2021, 18:46 #2
Interessante .
Cfranco01 Settembre 2021, 22:07 #3
Catena -> semplice, economica, efficiente e duratura
Generatore che carica una batteria -> complicato, costoso, inefficiente e delicato

Sostituiamo una cosa che funziona da secoli con qualcosa di peggiore e più costoso e lo spacciamo per "progresso"

È una boiata pazzesca
Cfranco01 Settembre 2021, 22:13 #4
Originariamente inviato da: Techie
Sarei curioso di vedere efficienza e perdite.

Le catene hanno efficienza attorno al 95%
Un generatore sta sul 90%, poi c' è il motore che sta ancora sul 90%, quindi hai già un 15% in meno, se la corrente passa per la batteria facile che se ne vada una fetta ancora più grossa

Originariamente inviato da: Techie
A parte questo, mi parrebbe interessante disaccoppiare completamente pedali e "acceleratore" (cioè escludere un eventuale sensore del movimento), in modo da poter pedalare da fermo al semaforo per ricaricare - questo ovviamente per i mezzi di trasporto a triciclo, che hanno la necessaria stabilità

E se al semaforo riposi le gambe e poi le usi per pedalare direttamente non è meglio ?
Qarboz01 Settembre 2021, 22:25 #5
È evidente che anche la Schaeffler ha un efficientissimo UCCS (Ufficio Complicazione Cose Semplici)
Techie02 Settembre 2021, 00:20 #6
Originariamente inviato da: Cfranco
Le catene hanno efficienza attorno al 95%
Un generatore sta sul 90%, poi c' è il motore che sta ancora sul 90%, quindi hai già un 15% in meno, se la corrente passa per la batteria facile che se ne vada una fetta ancora più grossa


E se al semaforo riposi le gambe e poi le usi per pedalare direttamente non è meglio ?


Grazie.

Boh, dipende dal tragitto, dalla velocità che si può tenere, dal numero di soste etc.
Se uno fa 2 km di cui 1.5 in coda, "conviene" continuare a pedalare.
Poi se l'(in)efficienza è quella, allora ciao.
Elli02 Settembre 2021, 00:22 #7
Ma soprattutto, visto che il motore smette di aiutare raggiunti i 25km /h questa è anche la velocità massima?
danylo02 Settembre 2021, 12:28 #8
Ma cosi' la bici non e' piu' a pedalata assistita.
Sembra piu' un metodo per vendere uno scooter, facendolo sembrare una bici.
Marko#8803 Settembre 2021, 07:49 #9
Originariamente inviato da: Cfranco
Catena -> semplice, economica, efficiente e duratura
Generatore che carica una batteria -> complicato, costoso, inefficiente e delicato

Sostituiamo una cosa che funziona da secoli con qualcosa di peggiore e più costoso e lo spacciamo per "progresso"

È una boiata pazzesca


Concordo, la catena funziona benissimo, la selezione dei rapporti come la conosciamo pure.


Originariamente inviato da: Elli
Ma soprattutto, visto che il motore smette di aiutare raggiunti i 25km /h questa è anche la velocità massima?


Nelle ebike puoi andare anche a 40 orari se le gambe e i rapporti te lo consentono. A 25 smette l'assistenza ma tu puoi spingere ancora.
Cfranco03 Settembre 2021, 08:00 #10
Originariamente inviato da: Marko#88
Nelle ebike puoi andare anche a 40 orari se le gambe e i rapporti te lo consentono. A 25 smette l'assistenza ma tu puoi spingere ancora.


Ma qui, essendoci solo l'assistenza ...
In effetti sarebbe interessante anche capire quanto sia a norma 'sta roba

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^