Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Cambiamenti Climatici, quanto tempo abbiamo? Un rapporto dice che auto elettriche, fotovoltaico e eolico devono dominare

Cambiamenti Climatici, quanto tempo abbiamo? Un rapporto dice che auto elettriche, fotovoltaico e eolico devono dominare

Eolico, solare, veicoli elettrici, sono le strategie (già note) per fermare i cambiamenti climatici prima del punto di non ritorno, ma solo se vengono attuate in tempo, cioè ora

di pubblicata il , alle 16:35 nel canale Energie Rinnovabili
 

Il più recente rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) - foro scientifico formato nel 1988 da due organismi delle Nazioni Unite, l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) e il Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP) – ha messo in luce le potenzialità dell’elettrificazione dei veicoli e del passaggio totale alle fonti rinnovabili per la produzione di energia ma anche le loro fragilità, legate a doppio filo alla natura umana tendente alla procrastinazione che ci sta facendo perdere tempo prezioso che – soprattutto – non abbiamo.

Climate Change

Il rapporto (potete leggerlo a questo link) afferma che le emissioni globali debbano raggiungere il picco entro il 2025 per avere la possibilità di limitare l'aumento della temperatura ad 1,5°C - come stabilito nell'accordo di Parigi - e devono quindi diminuire del 43% entro il 2030, oltre a una riduzione delle emissioni di metano di circa il 33%, rispetto ai livelli del 2019.

Tutto ciò è possibile e alla nostra portata perché abbiamo già sia la tecnologia sia la capacità finanziaria a livello globale per ridurre drasticamente le emissioni entro il 2030.

Wind and solar

Il sesto rapporto di valutazione del gruppo di lavoro III dell'IPCC, approvato da 195 fra i governi che ne fanno parte, è un lavoro enorme e completo; Hoesung Lee, presidente dell'IPCC, ha dichiarato: "Questo rapporto è un terribile avvertimento sulle conseguenze dell'inazione e dimostra che il cambiamento climatico è una minaccia grave e crescente per il nostro benessere e per un pianeta sano. Le nostre azioni di oggi daranno forma al modo in cui le persone si adatteranno e la natura risponderà ai crescenti rischi climatici."

Il documento elenca anche delle strategie per adattarsi ai cambiamenti climatici con azioni per ridurre le emissioni di gas serra e supportare uno sviluppo sostenibile per tutti, come l’installazione di impianti per la produzione di energia basati su eolico e solare, le due fonti più efficaci ed economiche per mantenere le temperature a 1,5°C. L'energia eolica, ad esempio, farebbe risparmiare 3,9 gigatonnellate di emissioni clima-alteranti entro il 2030 ed il solare 4,5 gigatonnellate; insieme possono ridurre di oltre un terzo le attuali emissioni di CO2, avvicinandoci al taglio necessario entro il 2030, ed è quindi importante che diventino la spina dorsale del nostro presente energetico.

Bear Climate Change

L'IPCC ci dice che abbiamo le conoscenze e la tecnologia per costruire un futuro sicuro per noi e le altre creature che popolano il pianeta, ma anche che il passaggio dai combustibili fossili alle rinnovabili deve essere rapido.

Solo 19,99€ per trasformare qualsiasi vecchio TV con HDMI in una moderna Smart TV. Oggi infatti Fire TV Stick Lite con Alexa è in offerta su Amazon!
178 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino07 Ottobre 2022, 16:42 #1
Il rapporto non dice per caso anche che le auto rappresentano meno del 10% delle emissioni globali di CO2?
Dice per caso anche che da qui al 2050 il consumo di energia elettrica mondiale dovrebbe raddoppiare?
Attualmente le rinnovabili coprono circa il 30% del fabbisogno mondiale, ma di questo oltre la metà è occupata dall'idroelettrico. Flash news: non si possono creare altri fiumi, e la siccità farà il resto.
Quindi se raddoppi la quota del solare e dell'eolico da qui al 2050, rimarrà comunque c.ca il 10% del totale.
Senza il nucleare con le rinnovabili ci puliamo il sedere (forse).
TorettoMilano07 Ottobre 2022, 16:54 #2
Originariamente inviato da: Ragerino
Il rapporto non dice per caso anche che le auto rappresentano meno del 10% delle emissioni globali di CO2?
Dice per caso anche che da qui al 2050 il consumo di energia elettrica mondiale dovrebbe raddoppiare?
Attualmente le rinnovabili coprono circa il 30% del fabbisogno mondiale, ma di questo oltre la metà è occupata dall'idroelettrico. Flash news: non si possono creare altri fiumi, e la siccità farà il resto.
Quindi se raddoppi la quota del solare e dell'eolico da qui al 2050, rimarrà comunque c.ca il 10% del totale.
Senza il nucleare con le rinnovabili ci puliamo il sedere (forse).


si parla positivamente del nucleare nel rapporto
ferste07 Ottobre 2022, 16:59 #3
Originariamente inviato da: Ragerino
Il rapporto non dice per caso anche che le auto rappresentano meno del 10% delle emissioni globali di CO2?
Dice per caso anche che da qui al 2050 il consumo di energia elettrica mondiale dovrebbe raddoppiare?
Attualmente le rinnovabili coprono circa il 30% del fabbisogno mondiale, ma di questo oltre la metà è occupata dall'idroelettrico. Flash news: non si possono creare altri fiumi, e la siccità farà il resto.
Quindi se raddoppi la quota del solare e dell'eolico da qui al 2050, rimarrà comunque c.ca il 10% del totale.
Senza il nucleare con le rinnovabili ci puliamo il sedere (forse).


La maggior parte di quelli che hanno scritto il rapporto ne saprebbero più di tutti noi forumisti anche se subissero una lobotomia, parti da questo presupposto, quindi i tuoi dubbi dovrebbero essere risolti.
Quello che spiega è che il cambiamento di ottica deve essere completo e deve riguardare non solo l'aspetto della mobilità (quindi, toh, lo sanno che non dipende tutto da quello, non hanno bisogno di iscriversi) ma deve riguardare tutti gli ambiti, dall'edilizia, all'agricoltura, all'industria, alla nutrizione, al commercio.
Dice inoltre, tra le righe, "fate che cacchio volete, ma quando sarete nella m3rda in modo irreversibile non venite a romperci le palle".
viper-the-best07 Ottobre 2022, 17:06 #4
Cosa non si scrive per spingere le vendite...
Eraser|8507 Ottobre 2022, 17:36 #5
Originariamente inviato da: viper-the-best
Cosa non si scrive per spingere le vendite...


queste frasi mi fanno imbestialire. Ma come ti permetti, e soprattutto sulla base di cosa, affermi che l'IPCC subisca ingerenze da chissà quale lobby? Ma almeno hai capito che organo è l'IPCC, chi ci fa parte e la sua misson?

Capisco il buttarla sempre in caciara da bar, ma questa è palese ignoranza.
RuBino2507 Ottobre 2022, 17:38 #6
Vedremo come si assesterà il mercato. Oggi per circa 10kw e 16 di accumulo ci vanno dai 20 ai 25k. Non per tutti. Anche con le detrazioni.
Sp3cialFx07 Ottobre 2022, 17:43 #7
il prox che parla di nucleare a vanvera vale come test del QI

prendete questo foglio:

https://docs.google.com/spreadsheet...N-EzXvw5s#gid=0

questi sono TUTTI I REATTORI LA CUI COSTRUZIONE E' INIZIATA DAL 1990 AD OGGI IN EUROPA / USA

tempi di costruzione astronomici
costi astronomici
tempi e costi che si dilatano enormemente rispetto al preventivato

ora, investire 100 miliardi di euro per avere 5 reattori online per un totale di 8 GW tra 40 anni a me sembra idiota

100 miliardi di euro = 100 GW di solare, finito e online

poi certo, il capacity factor del solare è 15% mentre quello del nucleare è il 70; ma il 15% di 100 mi sembra comunque vantaggioso rispetto al 70% di 8

oltre al fatto che mi sembra meglio avere il 15% di 100 GW entro un lustro rispetto ad avere il 70% di 8 GW tra mezzo secolo

cmq per me la keyword "nucleare" è diventata una sorta di test del QI / della capacità critica. Fatecela una buona volta
Sp3cialFx07 Ottobre 2022, 17:44 #8
Originariamente inviato da: Eraser|85
queste frasi mi fanno imbestialire. Ma come ti permetti, e soprattutto sulla base di cosa, affermi che l'IPCC subisca ingerenze da chissà quale lobby? Ma almeno hai capito che organo è l'IPCC, chi ci fa parte e la sua misson?

Capisco il buttarla sempre in caciara da bar, ma questa è palese ignoranza.


è per costringerci a fare i vaccini. Lo sapevo
Super-Vegèta07 Ottobre 2022, 17:44 #9
Fermo restando la scissione tra inquinamento e cambiamento climatico di origine antropica (presunto), con il primo che deve assolutamente avere fine...la domanda è altra.

Ad oggi non esiste prova incontrovertibile riguardo l'origine antropica del cambiamento climatico, bensì modelli (con errori) basati su dati di altri modelli (con errori). I modelli di questo tipo, sviluppati negli anni 90, hanno fallito totalmente, benchè dati per certi. Quelli attuali anch'essi ovviamente darti per certi, non si spingono alla percentuale del 100% riguardo la causa antropica e ce ne sono altri opposti.

Nella scienza per provare una teoria, occorre dimostrazione incotrovertibile. Diversamente, l'IPCC (a guida ONU, quindi POLITICA) ha il ruolo di sintetizzare ricerche, valutare aspetti socio-ECONOMICI, ecc. Subisce per tanto intereferenze politiche e commerciali, le sue valutazioni finali sono quindi poco affidabili e non con percentuale del 100% (impossibile come detto prima)

In questa situazione siamo lontani dalle certezze, conosciamo pochissimo il sistema climatico, meno ancora le sue interazioni con l'esterno.

Gli allarmismi climatici potrebbero essere giustificati. La monotematicità della causa benchè NON provata con certezza assoluta, ci rende vulnerabili. "Soluzioni" come quella appena proposta sono palesi televendite alla Alfonso Claps, persino agli occhi di un ragazzino alle elementari.

Se (ribadisco SE) la causa fosse altrove che non nell'uomo, saremmo del tutto impreparati a gestire i problemi che verranno e potremmo pagare un conto molto alto.
Sp3cialFx07 Ottobre 2022, 17:51 #10
per capirci

il nucleare è sicuro? SI
il nucleare è un ottimo sistema per abbattere le emissioni serra? SI
ho qualcosa contro il nucleare? NO

l'unico problema sono COSTI E TEMPI

riconduciamo la cosa su una scala maggiormente comprensibile

avete 10 mila euro per casa vostra, li spendete:
a) per 5 KW di pannelli solari sapendo che a) funziona per il 15% del tempo b) è installato tra 6 mesi
b) per 0,4 KW di un generatore che funziona il 70% del tempo e viene installato tra 5 anni?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^