É online il più grande impianto solare di produzione e stoccaggio degli Stati Uniti

É online il più grande impianto solare di produzione e stoccaggio degli Stati Uniti

La California ha allacciato alla propria rete elettrica il parco solare con accumulo Edwards & Sanborn Solar + Energy Storage: con i suoi 875 MW di potenza, 2 mln di pannelli solari e oltre 3 GWh di accumulo, è il progetto produzione e stoccaggio più grande degli Stati Uniti

di pubblicata il , alle 14:12 nel canale Energie Rinnovabili
 

Terra-Gen e Mortenson hanno recentemente annunciato l'attivazione del progetto Edwards & Sanborn Solar + Energy Storage, il più grande progetto di produzione e stoccaggio di energia solare degli Stati Uniti: numeri alla mano si tratta di un hub di dimensioni ragguardevoli, con 1,9 milioni di pannelli First Solar fabbricati negli Stati Uniti (come da prassi da quando la presidenza Biden ha promulgato gli emendamenti Inflation Reduction Act e il Bipartisan Infrastructure Law, che abbiamo menzionato più volte) e un'estensione pari a 4.600 acri (poco più di 18 kmq).

Impianto solare e accumulo più grande USA

L'accumulo di energia è costituito da batterie LG Chem, Samsung e BYD e supera i 3 GWh di capacità: per realizzare questo mastodontico progetto sono stati necessari 98 miglia di cavi MV, oltre 361 miglia di cavi CC e 120.720 batterie.

Impianto solare e accumulo più grande USA

L'avvio ai lavori è iniziato nel 2020 e ha visto impegnati più di 1.000 artigiani, con oltre un milione di ore di lavoro senza infortuni. Il progetto è stato realizzato in due fasi, con altrettanti round di finanziamento, che hanno raccolto un totale di 1,7 miliardi di dollari, fra linee di credito garantite e prestiti.

Edwards & Sanborn è parzialmente situato nella base aeronautica Edwards nella contea di Kern, in California, in una zona divenuta un vero e proprio "hub" per molti dei più grandi progetti solari negli Stati Uniti: il progetto ricopre un ruolo estremamente importante anche dal punto di vista della collaborazione fra pubblico e privato nella storia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Secondo le previsioni delle società che hanno lavorato al progetto, l'energia prodotta sarà sufficiente ad ad alimentare circa 238.000 abitazioni della città di San José, con una riduzione stimata di 320.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica ogni anno. L'hub, inoltre, fornirà energia alla Southern California Edison, alla Pacific Gas & Electric, alla Clean Power Alliance e alla società Starbucks.

Impianto solare e accumulo più grande USA

"Solo in America possiamo conquistare terre aride, abbracciare la potenza del sole e creare una meraviglia dell'ingegneria", ha affermato il generale di brigata William Kale, comandante del centro di ingegneria civile dell'aeronautica militare. "Quindi, prenditi il tempo per riflettere, vedere il grande lavoro che è stato fatto e comprendere il significato di questo progetto e cosa può portare. Speriamo che questa sia solo la scintilla". 

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hiei360023 Gennaio 2024, 14:42 #1
Chissà quanto costerà sostituire tutte quelle batterie ogni 5-10 anni
emanuele8323 Gennaio 2024, 14:53 #2
Originariamente inviato da: Hiei3600
Chissà quanto costerà sostituire tutte quelle batterie ogni 5-10 anni


come al solito la politica fa le cose a metá. Occorre regolare il form factor delle batterie di modo che le batterie nuove al top della performance siano impiegate nel mercato consumer (automobili) e quelle a fine vita (80%!!!) in quel mercato siano rese disponibili a impianti di questo tipo e solo quando siano state usate al massimo delle loro capacitá finiscano a riciclo. ma per fare ció occorre legiferare imponendo standard alle case automobilistiche. ce lo sogniamo nel paese del liberismo sfrenato (e ignorante).

interessante in dualismo con il dipartimento della difesa. occorre spingere su soluzioni ibride per l'approvvigionamento energetico anche per motivi strategici. un sistema distribuito di solare e eolico con stoccaggio in area residenziale corroborato da centrali termiche (che possono tranquillamente essere a emissioni 0) permette a una nazione di affrontare al meglio possibili azioni militari (vedasi in ucraina dove i russi hanno fatto di tutto per annettersi zaporizhzhia e collegarla alla propria rete lasciando al freddo e al buio mezza nazione ucraina.

per la redazione:
98 miglia di cavi MV, oltre 361 miglia di cavi CC e 120.720 batterie.


potete spiegare cosa sono i cavi MV e CC perchè visto che non vi siete sbattuti a trasformare miglia in chilometri (siamo in europa, usate il sistema internazionale, grazie) di sicuro google translate non vi ha aiutato con gli acronimi....

ecco appunto (edit) https://www.mortenson.com/projects/...ar-plus-storage
Over 98 miles of MV Wire
Over 361 miles of DC Wire


google translate (o chat GPT) arriva a fare il dualismo DC - CC ma non MV - MT (si dice Media Tensione in italiano) Che poi la media tensione italiana sia come quella americana non ci giurerei visto che per loro LV (BT) sono 115V e non 220V
Riedit - fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Media_tensione alla faccia del sito italiano sulla tecnologia.
ZeroSievert23 Gennaio 2024, 15:06 #3
Per fare un confronto: in CAISO vengono prodotti 200 TWh ogni anno.
Ovvero circa 550 GWh al giorno.

Questo mastodontico progetto puo' sostenere la rete per 7-8 minuti.
IMHO serve di piú a dare tempo alle centrali a gas di entrare in funzione (in California hanno rampe vertiginose quando cala il sole) e a smorzare la variabilità a scala temporale brevissima che a fare accumulo anche solo giornaliero. Figurarsi stagionale dove servirebbero TWh, ovvero accumuli migliaia-decine di migliaia di volte piú grandi.

EDIT:

Il grafico mostra la differenza tra domanda elettrica e produzione solare.
Ormai in California c'e' la necessita' di 'accendere' 20 GW di centrali in quattro ore quando il sole cala.
Immagino che questo dia non pochi grattacapi agli operatori di rete.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
https://www.eia.gov/todayinenergy/detail.php?id=56880

EDIT2:

CAISO e' la rete che si occupa della distribuzione elettrica nella maggior parte della California

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Cal...System_Operator
Mars9523 Gennaio 2024, 15:09 #4
Originariamente inviato da: Hiei3600
Chissà quanto costerà sostituire tutte quelle batterie ogni 5-10 anni


Io le cambierei settimanalmente già che ci siamo.
20 anni li fanno tutti sicuro.
Unrue23 Gennaio 2024, 15:33 #5
L'accumulo di energia è costituito da batterie LG Chem, Samsung e BYD


Tutti stranieri, chissà perché non hanno usato quelli della Tesla. Boh.
!fazz23 Gennaio 2024, 15:35 #6
su questi mega impianti sono sempre su scettico sul perchè abbiano fatto fotovoltaico + accumulo a batteria rispetto ad un termodinamico a sali
io78bis23 Gennaio 2024, 15:37 #7
Originariamente inviato da: ZeroSievert
Per fare un confronto: in CAISO vengono prodotti 200 TWh ogni anno.
Ovvero circa 550 GWh al giorno.
.....


In ogni caso hanno incrementato il contributo del solare

Sito veramente ben fatto, vedremo come varia la produzione
https://www.caiso.com/TodaysOutlook/Pages/supply.aspx
io78bis23 Gennaio 2024, 15:40 #8
Originariamente inviato da: Unrue
Tutti stranieri, chissà perché non hanno usato quelli della Tesla. Boh.


In effetti i pannelli sono Tesla, forse per capacità di produzione all'inizio del progetto?
Pino9023 Gennaio 2024, 16:20 #9
Originariamente inviato da: !fazz
su questi mega impianti sono sempre su scettico sul perchè abbiano fatto fotovoltaico + accumulo a batteria rispetto ad un termodinamico a sali


Credo che fondamentalmente sia perché lo puoi spegnere facilmente.
ZeroSievert23 Gennaio 2024, 17:17 #10
Originariamente inviato da: io78bis
In ogni caso hanno incrementato il contributo del solare

Sito veramente ben fatto, vedremo come varia la produzione
https://www.caiso.com/TodaysOutlook/Pages/supply.aspx


Il problema e' che, stando ad energy map, la California non ha diminuito sostanzialmente le emissioni del suo sistema elettrico degli ultimi 7 anni nonostante le centinaia di miliardi in rinnovabili

Emissioni CAISO 2017: 246 gCO2eq / kWh
Emissioni CAISO 2023: 240 gCO2eq / kWh

Ad un certo punto, con tanto solare, devi compensare con combustibili fossili la variabilita'. E visto che le peaker plant sono poco efficienti, il vantaggio in termini di emissioni e costi si riduce...

Con le batterie puoi mitigare la cosa.. Ma ripeto, si parla di 7-8 minuti su 24 ore per il piu' grande impianto di stoccaggio degli Stati Uniti..

https://app.electricitymaps.com/zone/US-CAL-CISO

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^