I Tesla Megapack delle Hawaii sono online, per sostituire l'ultima centrale a carbone

I Tesla Megapack delle Hawaii sono online, per sostituire l'ultima centrale a carbone

La centrale di accumulo è finalmente online, per bilanciare la rete, e sfruttare solare ed eolico al posto del carbone

di pubblicata il , alle 11:56 nel canale Energie Rinnovabili
Tesla
 

All'inizio del 2022 Tesla era stata scelta come fornitore per un importante progetto di accumulo energetico nelle Hawaii. L'intento era quello di sostituire l'ultima centrale a carbone dello stato, che sarebbe stata dismessa di lì a poco, per passare del tutto alle energie rinnovabili entro il 2045.

Nei giorni scorsi l'impianto Kapolei Energy Storage è entrato ufficialmente in funzione, anche se con un piccolo ritardo. Il progetto è stato realizzato con i moduli Tesla Megapack 2 XL, che scopriamo avere celle con chimica LFP.

Hawaii Megapack

La centrale di accumulo è situata nella zona industriale occidentale di Oahu, ed ha una potenza di 185 MW e una capacità di 565 MWh. Plus Power, la società che gestisce l'impianto, lo ha definito "il sistema di accumulo di energia a batteria su scala di rete più avanzato al mondo".

L'impianto utilizza 158 Megapack, che spostano il carico di rete con tempi di intervento pressoché istantanei, inferiori a qualsiasi tipo di centrale di supporto. Brandon Keefe, presidente esecutivo di Plus Power, ha spiegato: "Si tratta di una pietra miliare nella transizione verso l’energia pulita. È la prima volta che una batteria viene utilizzata da un'importante utility per bilanciare la rete: fornendo una risposta in frequenza rapida. Questo progetto è una cartolina dal futuro: presto le batterie forniranno questi servizi, su larga scala, sulla terraferma".

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TorettoMilano12 Gennaio 2024, 12:14 #1
vedremo nei prossimi mesi/anni i dati per trarre una conclusione, spero per gli hawaiiani sia stata una mossa vincente
Notturnia12 Gennaio 2024, 12:51 #2
Quindi la centrale è stata finalmente spenta adesso ?
Perchè, al netto dei costi, l’importante era spegnere la centrale a carbone.. ora che l’impianto è attivo e può stoccare quasi 40 minuti di energia elettrica della centrale.. questa è stat spenta o no ?
marqee12 Gennaio 2024, 12:56 #3
non capisco come un sistema di accumulo e bilanciamento possa sostituire una centrale di produzione......
F1r3st0rm12 Gennaio 2024, 13:06 #4
la centrale da 180 Megawatt (quindi le batterie hanno 3 ore di autonomia per una sua sostituzione) è stata spenta il 1 settembre 2022.
https://www.canarymedia.com/article...last-coal-plant
Strato154112 Gennaio 2024, 13:37 #5
Di fatto è una "batteria tampone" per la rete..
Non rende la rete autosufficiente..
La mia domanda rimane sempre la stessa, quando saranno esauste come si farà? Siamo sicuri che il bilancio energetico sia in positivo..
Notturnia12 Gennaio 2024, 13:43 #6
Originariamente inviato da: F1r3st0rm
la centrale da 180 Megawatt (quindi le batterie hanno 3 ore di autonomia per una sua sostituzione) è stata spenta il 1 settembre 2022.
https://www.canarymedia.com/article...last-coal-plant


Si visto.. era una piccola centrale.. pensavo a quelle che abbiamo qua da 800MW ma effettivamente era tascabile

Meglio, ora devono solo chiudere quelle a petrolio

Ed è buffo pensando a quanto geotermico potrebbero usare li…
TorettoMilano12 Gennaio 2024, 14:05 #7
vi posto la parte iniziale dell'articolo visti i dubbi/perplessità percepiti nei commenti precedenti

All'inizio del 2022 Tesla era stata scelta come fornitore per un importante progetto di accumulo energetico nelle Hawaii. L'intento era quello di sostituire l'ultima centrale a carbone dello stato, che sarebbe stata dismessa di lì a poco, per passare del tutto alle energie rinnovabili entro il 2045.
Notturnia12 Gennaio 2024, 14:09 #8
Originariamente inviato da: TorettoMilano
vi posto la parte iniziale dell'articolo visti i dubbi/perplessità percepiti nei commenti precedenti


già.. molto sarcastica la cosa.. 21 anni per passare al green in un'isola ...

isola che ha enormi potenzialità in geotermico ma dove non vogliono investirci molto.. sarebbero green in meno di 10 anni..
TorettoMilano12 Gennaio 2024, 14:11 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
già.. molto sarcastica la cosa.. 21 anni per passare al green in un'isola ...

isola che ha enormi potenzialità in geotermico ma dove non vogliono investirci molto.. sarebbero green in meno di 10 anni..


grazie alla prima riga di wikipedia ho scoperto questo, le parti in grassetto (di questo e del messaggio precedente) sembrano andare a braccetto

L'energia geotermica è la forma di energia ottenibile dal calore proveniente da fonti geologiche presenti nel sottosuolo; si tratta di una forma di energia alternativa e rinnovabile


https://it.wikipedia.org/wiki/Energia_geotermica
Notturnia12 Gennaio 2024, 14:21 #10
Originariamente inviato da: TorettoMilano
grazie alla prima riga di wikipedia ho scoperto questo, le parti in grassetto (di questo e del messaggio precedente) sembrano andare a braccetto



https://it.wikipedia.org/wiki/Energia_geotermica


non conoscevi l'energia geotermica e che alle Hawaii hanno la possibilità di sfruttarla ?

noi abbiamo un cliente che ha una centrale geotermica ma conosciamo la geotermia da molto tempo.. essendo l'Italia leader in questo settore.. non serviva Wikipedia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^