L'idrogeno blu è una soluzione all'inquinamento? Uno studio rivela che è peggio del metano e del carbone

L'idrogeno blu è una soluzione all'inquinamento? Uno studio rivela che è peggio del metano e del carbone

L'idrogeno blu è spesso citato da Governi e addetti ai lavori come una soluzione alla decarbonizzazione, ma un nuovo studio di ricercatori universitari mostra che la sua impronta di CO2 potrebbe essere peggiore del metano e anche del carbone

di pubblicata il , alle 17:30 nel canale Energie Rinnovabili
 

Tante case automobilistiche hanno investito pesantemente nell'elettrico, ma spesso si parla anche dell'idrogeno come possibile soluzione a lungo termine. Il prezioso gas viene visto, dai Governi in primis, come una alternativa utile al settore dell'energia in generale, e non solo legato alla mobilità.

Attualmente però quasi tutto l'idrogeno prodotto è quello cosiddetto grigio, ovvero che si ricava da un processo di steam reforming del metano, con emissione di anidride carbonica nell'atmosfera. Nel caso in cui queste emissioni vengano catturate e stoccate, allora si parla di idrogeno blu. Il gas così prodotto viene considerato dunque sostenibile, ma un nuovo studio, condotto dai ricercatori della Cornell University e da Stanford, suggerisce che l'impronta di carbonio dell'idrogeno blu potrebbe essere superiore del 60% rispetto al diesel usato per riscaldamento.

Una puntualizzazione allarmante, poiché questi cattivi risultati pongono l'idrogeno blu in cattiva luce, addirittura nei confronti del metano, e persino del carbone. Robert Howarth, professore di ecologia e biologia ambientale della Cornell University, non ha dubbi sull'esito della ricerca di cui è primo firmatario: "La nostra ricerca è la prima in una rivista peer-reviewed a definire la significativa intensità delle emissioni del ciclo di vita dell'idrogeno blu. Questo è un segnale di avvertimento per i governi che l'unico idrogeno "pulito" in cui dovrebbero investire fondi pubblici è quello davvero net zero, ovvero idrogeno verde ottenuto dall'energia eolica e solare".

Idrogeno Blu

Come si vede dal grafico, pubblicato all'interno della ricerca, le emissioni equivalenti di CO2 dell'idrogeno blu sono appena inferiori a quelle dell'idrogeno grigio, e sono sensibilmente superiori rispetto all'uso di metano e carbone. Il paragone peggiore però è quello con il diesel ad uso caldaie. Questo dato, sempre spiegato dal grafico, è dovuto alla fuga, più o meno involontaria, di metano nell'ambiente durante i processi di conversione. L'idrogeno verde invece non presenta nessuno di questi problemi, poiché è prodotto per elettrolisi dall'acqua, utilizzando energia 100% rinnovabile. Durante il procedimento il gas di scarto è ossigeno.

Anche le conclusioni degli autori della ricerca sono chiare e nette: "Non c'è davvero alcun ruolo per l'idrogeno blu in un futuro senza carbonio. Suggeriamo che l'idrogeno blu sia meglio visto come una distrazione, qualcosa che potrebbe ritardare l'azione necessaria per decarbonizzare veramente l'economia energetica globale".

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dado197917 Novembre 2021, 18:01 #1
E quanta CO2 costa produrre l'idrogeno per elettrolisi?
Axios200617 Novembre 2021, 18:01 #2
futuro senza carbonio


Mi raccomando, tassare adeguatamente la CO2 prodotta da incendi, vulcani e meteoriti. Suggerisco pure un misuratore individuale di respiri e flatulenze ed adeguata tassa. Crollo mondiale del consumo di fagioli.
!fazz17 Novembre 2021, 18:02 #3
Originariamente inviato da: dado1979
E quanta CO2 costa produrre l'idrogeno per elettrolisi?


l'elettrolisi non ne produce niente, produrre la quantità di energia elettrica necessaria al fine di effettuare l'elettrolisi ne può produrre da poca a tanta a seconda della fonte
rigelpd17 Novembre 2021, 18:07 #4
Originariamente inviato da: dado1979
E quanta CO2 costa produrre l'idrogeno per elettrolisi?



L'idrogeno da elettrolisi non produce CO2 se l'energia elettrica usata per separare l'idrogeno è presa da fonti rinnovabili
L'unico motivo per cui si parla di idrogeno blu (favola della buonanotte) è perché così è possibile continuare a usare combustibili fossili.... Indovina chi ha interessi a fare ciò?
Tommy5817 Novembre 2021, 18:11 #5
Si,Si. Produrre l'idrogeno dall'elettrolisi è proprio "verde".
Così invece di inquinare l'acqua la elimini direttamente.
Mparlav17 Novembre 2021, 18:34 #6
Originariamente inviato da: dado1979
E quanta CO2 costa produrre l'idrogeno per elettrolisi?


In termini economici il Green costa parecchio, siamo intorno al 2x-3x il costo del Blue.
Per farsi un'idea:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Per l'impatto ambientale invece, è solo CO2 impiegata per "costruire e manutenere" l'apparato di elettrolisi.
Ci stanno lavorando parecchio, sia lato efficienza, sia lato costo e tempi di sostituzione degli elettrodi, ma c'è tanta strada da fare per la produzione industriale su larga scala.

L'energia è quella prodotta da una fonte rinnovabile.
frncr17 Novembre 2021, 18:34 #7
Originariamente inviato da: Tommy58
Si,Si. Produrre l'idrogeno dall'elettrolisi è proprio "verde".
Così invece di inquinare l'acqua la elimini direttamente.

L'acqua che hai "consumato" nell'elettrolisi si riforma tal quale quando ricombini l'idrogeno con l'ossigeno nella combustione; è un ciclo chiuso.

Sciocchezze a parte, ci voleva uno "studio" per sapere che l'idrogeno non proveniente da elettrolisi con fonti rinnovabili è solo un'"arma di distrazione di massa" inventata dai petrolieri? Ma dai!
Peraltro anche l'idrogeno verde avrà senso solo in un futuro nel quale ci sia una tale abbondanza di energia elettrica pulita da renderne vantaggioso lo stoccaggio in forma di idrogeno (stazionario, perché portare a spasso l'idrogeno sarebbe una follia improponibile da ogni punto di vista).
steverm17 Novembre 2021, 18:37 #8
l'acqua non viene eliminata per sempre in quanto quando si utilizza l'idrogeno come fonte energetica (esempio nei motori) come scarto si ha... acqua!
Mparlav17 Novembre 2021, 18:56 #9
Originariamente inviato da: frncr
L'acqua che hai "consumato" nell'elettrolisi si riforma tal quale quando ricombini l'idrogeno con l'ossigeno nella combustione; è un ciclo chiuso.

Sciocchezze a parte, ci voleva uno "studio" per sapere che l'idrogeno non proveniente da elettrolisi con fonti rinnovabili è solo un'"arma di distrazione di massa" inventata dai petrolieri? Ma dai!
Peraltro anche l'idrogeno verde avrà senso solo in un futuro nel quale ci sia una tale abbondanza di energia elettrica pulita da renderne vantaggioso lo stoccaggio in forma di idrogeno (stazionario, perché portare a spasso l'idrogeno sarebbe una follia improponibile da ogni punto di vista).


L'energia da stoccare in surplus nei periodi di picco, c'è già.
Ed idrogeno da stoccare in loco sicuramente è meglio, o al massimo, da distribuire con i metanodotti (la proporzione tra CH4 ed H2 può essere variata a piacimento, così mi è parso di capire)

Per elettrodi ed efficienza, la vedo dura, ma non dispero.
bonzoxxx17 Novembre 2021, 20:04 #10
Originariamente inviato da: Tommy58
Si,Si. Produrre l'idrogeno dall'elettrolisi è proprio "verde".
Così invece di inquinare l'acqua la elimini direttamente.


Se solo tu sapessi di cosa stai parlando, e invece parli a vanvera...

Mi sono occupato personalmente di elettrolisi, gas di Brown e compagnia cantante nel 2007 e come un fesso non ho continuato dato che, con le dovute ottimizzazioni, è un'ottimo modo per stoccare energia senza bisogno di batterie e, nel caso dell'HHO, senza bisogno di serbatori speciali.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^