Le turbine eoliche rilasciano un inquinante, che riduce la fertilità entrando nel ciclo alimentare. L'allarme dalla Norvegia

Le turbine eoliche rilasciano un inquinante, che riduce la fertilità entrando nel ciclo alimentare. L'allarme dalla Norvegia

Desta preoccupazione la ricerca dell'Agenzia norvegese per la protezione dell'ambiente, secondo cui le microplastiche derivate dal deterioramento delle pale eoliche fanno da cavallo di troia per pericolosi inquinanti, fino ad entrare nell'organismo umano e animale

di pubblicata il , alle 11:27 nel canale Energie Rinnovabili
 

La crisi energetica globale sta spingendo sempre più aziende del settore a puntare sulle rinnovabili, nel tentativo di compensare l'uso del metano, il cui prezzo è salito alle stelle. Abbiamo visto nelle scorse settimane come le novità siano tante, soprattutto nel campo delle turbine eoliche. Dagli impianti giganti, a quelli finanziati dalla comunità, fino a tecnologie galleggianti innovative, il settore è in grande fermento.

Ma ora arriva un allarme dalla Norvegia, precisamente dall'Agenzia Norvegese per la Protezione dell'Ambiente, secondo cui un aspetto fondamentale della vita utile delle pale eoliche non è stato considerato. Tali strutture sono in buona parte costituite da fibra di vetro e resina, con ampia presenza di Bisfenolo A (detto anche BPA), un materiale che il registro delle sostanze chimiche della UE considera pericoloso da diverso tempo. Tuttavia la sua pericolosità è sempre stata considerata relativa, in quanto il degrado della molecola, quando rilasciato nell'ambiente, avviene abbastanza velocemente.

Bisfenolo A

La molecola del Bisfenolo A (BPA)

Ciò che invece la ricerca ha scoperto è che le pale eoliche, sottoposte alle difficili condizioni ambientali, specialmente se posizionate in mare, rilasciano microplastiche, in particelle o filamenti, che contengono appunto Bisfenolo A. Questo però non va incontro a rapido degrado, come dovrebbe accadere, proprio per la presenza delle microplastiche, che agiscono come uno scudo protettivo.

Le particelle dunque finiscono nell'ambiente, ed in particolare in mare, generando l'effetto "cavallo di Troia", portandosi appresso il Bisfenolo A. A partire dal plancton e dai pesci più piccoli, la sostanza entra dunque nella catena alimentare. Una volta che le microplastiche vengono ingerite, per effetto degli acidi digestivi, liberano il Bisfenolo A, che penetra nell'organismo attraverso l'intestino.

Uno studio preliminare condotto sulla trota iridea ha dimostrato che tale sostanza provoca danni genetici per diverse generazioni, soprattutto per quanto riguarda la capacità riproduttiva. Si evidenzia inoltre che tale problema sarebbe più rilevante nel Nord Europa (dove vengono installate la maggior parte delle turbine eoliche), poiché le temperature più alte del Sud tendono a catalizzare il rilascio del Bisfenolo A dalle microplastiche prima che arrivi nella catena alimentare. Alleghiamo l'intero documento della ricerca:

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
topolinik14 Ottobre 2021, 12:00 #1
Se fossi un alieno che guarda la Terra da lontano mi farei un mucchio di risate.
Questi non solo stanno causando un innalzamento della temperatura del pianeta che lo renderà inabitabile per loro stessi, ma riescono a sabotare i loro stessi meccanismi riproduttivi per assicurarsi l'estinzione!
hackaro7514 Ottobre 2021, 12:14 #2
Originariamente inviato da: topolinik
Se fossi un alieno che guarda la Terra da lontano mi farei un mucchio di risate.
Questi non solo stanno causando un innalzamento della temperatura del pianeta che lo renderà inabitabile per loro stessi, ma riescono a sabotare i loro stessi meccanismi riproduttivi per assicurarsi l'estinzione!


ma meritiamo l'estinzione per come ci stiamo comportando da generazioni !!!!
Comunque basta guardare una tabella di abbattimento della CO2 per renderci conto l'elemento che la riduce più rapidamente in assoluto è il fatto di avere un solo figlio...
Vash_8514 Ottobre 2021, 12:27 #3
Originariamente inviato da: hackaro75
ma meritiamo l'estinzione per come ci stiamo comportando da generazioni !!!!
Comunque basta guardare una tabella di abbattimento della CO2 per renderci conto l'elemento che la riduce più rapidamente in assoluto è il fatto di avere un solo figlio...


Ne parlavo lo scorso giorno con un collega, delle persone della mia generazione che sono sposati/conviventi, circa la metà ha figli e la metà di questa metà ha più di un figlio....
Per assurdo qui dove vivo gli italiani che hanno figlio ne hanno 1 al massimo 2 rarissimamente 3 (giusto un mio conoscente la cui moglie ha avuto un parto trigemellare), mentre gli immigrati, specie quelli di etnia araba hanno tutti dai 3 ai 5/6 figli e lo vedi nelle scuole dove in alcune zone ci sono tipo 6/7 italiani per classe e i restanti 15/18 bambini sono figli di extracomunitari...
Axios200614 Ottobre 2021, 13:20 #4
Eh ma l'eolico e' green... L'eolico non inquina, non deturpa il paesaggio... L'urlatrice svedese lo approva...

1, 2 anni e scopriranno qualcosa di simile sui pannelli solari...
popye14 Ottobre 2021, 13:29 #5
Alla faccia del 100% green.
La realtà è che si può affermare con ragionevole certezza che tutto ciò che viene manipolato dall'uomo ha un effetto collaterale sull'ambiente e che altrettanto ragionevolmente l'effetto sia nocivo.
Questo perché madre natura (molto più antica e saggia del genere umano) tende a mantenere ciò da cui trae beneficio ed estingue ciò che è nocivo,se qualcosa fatto dall'uomo avesse effetti positivi la natura l'avrebbe "inventato" prima di noi.
Mettiamoci l'animo in pace presto o tardi il genere umano sparirà dalla faccia della terra.
voodooFX14 Ottobre 2021, 13:31 #6
Originariamente inviato da: Vash_85
Ne parlavo lo scorso giorno con un collega, delle persone della mia generazione che sono sposati/conviventi, circa la metà ha figli e la metà di questa metà ha più di un figlio....
Per assurdo qui dove vivo gli italiani che hanno figlio ne hanno 1 al massimo 2 rarissimamente 3 (giusto un mio conoscente la cui moglie ha avuto un parto trigemellare), mentre gli immigrati, specie quelli di etnia araba hanno tutti dai 3 ai 5/6 figli e lo vedi nelle scuole dove in alcune zone ci sono tipo 6/7 italiani per classe e i restanti 15/18 bambini sono figli di extracomunitari...


esatto a loro non interessa nessun tipo di sostenibilità o se sono in grado di sfamarli e crescerli come si deve, figuriamoci l'impatto ambientale

chi perché lo dice il Libbro, chi per "cultura", l'unica cosa importante è sfornarne tanti... e non ci vuole un genio a capire come andrà a finire.

cmq penso che nel 2021 non si possa parlare di queste cose perché infrange tutte le regole dell'ipocrisia, del buonismo e del politically correct fino alla morte, quindi
SpyroTSK14 Ottobre 2021, 14:30 #7
Originariamente inviato da: Vash_85
Ne parlavo lo scorso giorno con un collega, delle persone della mia generazione che sono sposati/conviventi, circa la metà ha figli e la metà di questa metà ha più di un figlio....
Per assurdo qui dove vivo gli italiani che hanno figlio ne hanno 1 al massimo 2 rarissimamente 3 (giusto un mio conoscente la cui moglie ha avuto un parto trigemellare), mentre gli immigrati, specie quelli di etnia araba hanno tutti dai 3 ai 5/6 figli e lo vedi nelle scuole dove in alcune zone ci sono tipo 6/7 italiani per classe e i restanti 15/18 bambini sono figli di extracomunitari...


Il fatto che per famiglia ora si ha (forse) un figlio, è dovuto anche alla comunità nel senso più ampio.
Ovvero, siamo tutti "meno tolleranti" verso gli altri, nessuno vuole relazioni che possano causare un ben chè minimo problema (anche stupido), di conseguenza ci sono molte persone single o divorziate.
Diverso è quello ad esempio degli arabi o africani, dove un figlio ha già magari poche probabilità di vita, ma siccome servono, per il futuro della famiglia (compresi i genitori) ne fanno molti.
Ti faccio un esempio: Mettiamo caso che tizio X di 40 anni, non abbia figli, non è sposato/fidanzato, non ha fratelli o sorelle e i suoi genitori sono appena mancati. Augurandogli la miglior vita, prima o poi qualche acciacco lo avrà, a 90 anni, se non è auto sufficiente, sia economicamente sia fisicamente, cosa fà? Chi lo aiuta? Sconosciuti? lo Stato? Gli Amici?

Inoltre, avere un figlio o più è "stressante" (nel senso buono), di conseguenza crea malumori verso la coppia, perché uno vuole andare a calcetto, l'altra fare lezioni di cucito, ma entrambi non vogliono scendere a compromessi e quindi le soluzioni sono 2:
1) lasci i figli al loro "destino" facendoli giocare con il tablet o davanti alla TV, causando problemi comportamentali, spesso gravi, ad esempio, depressione, bullismo, arroganza, maleducazione o vandalismo.
Sia chiaro: Se un figlio guarda la TV/Tablet 1-2h alla settimana non succede nulla, ma tutto ha un limite e che alcune persone, pur di non sentire il figlio piagnucolare o se il figlio richiede il movimento da parte del genitore di alzare il culo per giocare con lui, lo pianta davanti al tablet.
2) Non fai figli.

Detto ciò, io ho un figlio, non sono sposato per ora (per scelta), ma convivo con la madre di mio figlio da 14 anni, lavoriamo entrambi, lei part time, io full a volte anche di 10 ore. Ma nostro figlio è la cosa più importante rispetto al calcetto, alla playstation o la giornataccia che ho avuto al lavoro. Quindi, educare il figlio, anche giocando o dandogli attenzioni, anche quando si è stanchi, è la cosa più intelligente e corretta da fare, ma non è per tutti, purtroppo e in alcuni casi, per fortuna.

Detto questo, non è di certo colpa delle pale eoliche che non abbiamo figli, ma delle persone e le situazioni in cui viviamo.
benderchetioffender14 Ottobre 2021, 15:39 #8
si vabbè, questo è voler proprio fare le punte agli stronzi però... per quanto ne disperdano nell'ambiente, non sarà MAI peggio di tante altre tecnologie energeriche, senza contare che domani volendo le pale si possono sempre cambiare/rivestire/smaltire etc etc

cioè, bisogna anche dare una scala, un ordine di grandezza a queste notizie


non che io creda realistico un mondo mandato avanti a pale eoliche, ma da qua a sputare sentenza come molti detrattori che commentano.....
silviop14 Ottobre 2021, 17:44 #9
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Ma nostro figlio è la cosa più importante


Si tratta di concentrasi su quell' cosa una decina max 15 anni , poi i frutti arrivano e si ha tutta la vita davanti per calciare,cucire o giocare alla play..
rockroll15 Ottobre 2021, 03:51 #10
Originariamente inviato da: Vash_85
Ne parlavo lo scorso giorno con un collega, delle persone della mia generazione che sono sposati/conviventi, circa la metà ha figli e la metà di questa metà ha più di un figlio....
Per assurdo qui dove vivo gli italiani che hanno figlio ne hanno 1 al massimo 2 rarissimamente 3 (giusto un mio conoscente la cui moglie ha avuto un parto trigemellare), mentre gli immigrati, specie quelli di etnia araba hanno tutti dai 3 ai 5/6 figli e lo vedi nelle scuole dove in alcune zone ci sono tipo 6/7 italiani per classe e i restanti 15/18 bambini sono figli di extracomunitari...


Se ogni coppia attuale facesse un solo figlio, nel giro di una generazione la popolazione mondiale dimezzerebbe, anzi ancor meno, magari 1/3, considerando una rilevante percentuale di single per scelta di vita.

E questo, IMHO, sarebbe un gran bene per la futura umanità! O no?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^