Progetto Fenix: sorgerà in Sicilia il più grande parco fotovoltaico d'Italia con potenza di 245 MW

Progetto Fenix: sorgerà in Sicilia il più grande parco fotovoltaico d'Italia con potenza di 245 MW

I lavori partiranno nel mese di marzo e si prevede che il parco possa soddisfare i bisogni energetici di 140 mila famiglie evitando al tempo stesso emissioni per 119 mila tonnellate di anidride carbonica ogni anno.

di pubblicata il , alle 14:54 nel canale Energie Rinnovabili
Iberdrola
 

L'energia rinnovabile si sta sempre di più diffondendo nel panorama energetico italiano, e il progetto Fenix, annunciato dalla spagnola Iberdrola, si propone di essere un punto di svolta in questo settore. Con una potenza di 245 MW, il parco fotovoltaico che si trova alla base di questo progetto sarà il più grande d'Italia, segnando un nuovo traguardo nell'uso delle energie pulite nel paese.

Il progetto, che verrà realizzato in Sicilia, è stato accolto con grande entusiasmo dalle autorità locali e dagli esperti del settore energetico. Questo parco fotovoltaico avrà la capacità di fornire energia sufficiente per soddisfare i bisogni energetici di oltre 140 mila famiglie italiane, riducendo contemporaneamente le emissioni di anidride carbonica di circa 119 mila tonnellate all'anno. I lavori inizieranno a marzo e porteranno all'installazione di un totale di 424.638 moduli fotovoltaici, che genereranno circa 400 GWh all'anno.

Campo fotovoltaico

Attualmente il parco solare più grande d'Italia è da 103 MW e si trova in provincia di Foggia, realizzato dalla danese European Energy. Ma non è sufficiente, insieme alle circa 60 centrali solari che si trovano nel nostro paese per soddisfare la crescente domanda di energia verde nel settore industriale italiano.

Valerio Faccenda, CEO di Iberdrola Renovables Italia, ha sottolineato l'importanza di questo progetto per l'Italia, definendolo un evento senza precedenti nel panorama energetico del paese. Inoltre, Marco Calzavara, responsabile delle soluzioni industriali di Iberdrola, ha anticipato che l'energia prodotta sarà resa disponibile alle aziende attraverso contratti PPA (Power Purchase Agreement) a lungo termine.

Oltre alla significativa produzione di energia, il progetto Fenix avrà un impatto positivo sull'occupazione locale. Durante la fase di costruzione, sono previsti circa 500 posti di lavoro mentre, una volta che il parco fotovoltaico entrerà in funzione, altri 100 lavoratori verranno impiegati a tempo pieno per la gestione e la manutenzione dell'impianto.

Il progetto Fenix è parte di un trend più ampio di investimenti nel settore delle energie rinnovabili in Italia. L'utilizzo delle risorse naturali del paese, come il sole in questo caso, per produrre energia pulita e sostenibile è un passo fondamentale per soddisfare le richieste di un futuro energetico più responsabile.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia28 Febbraio 2024, 15:55 #1
è prevista anche l'espansione dell'impianto nel fase 2
+Benito+28 Febbraio 2024, 16:00 #2
100 assunzioni per gestione e manutenzione sono una presa in giro. Gli danno il microfibra e passano le giornate a pulire i pannelli? Forse 5 addetti sono giustificabili, 10 sono un regalino a qualcuno, 100 sono una compensazione a tenere gente a far nulla.
jepessen28 Febbraio 2024, 16:32 #3
Originariamente inviato da: +Benito+
100 assunzioni per gestione e manutenzione sono una presa in giro. Gli danno il microfibra e passano le giornate a pulire i pannelli? Forse 5 addetti sono giustificabili, 10 sono un regalino a qualcuno, 100 sono una compensazione a tenere gente a far nulla.


Affermazioni basate esattamente su cosa?
csavoi28 Febbraio 2024, 17:33 #4
Originariamente inviato da: jepessen
Affermazioni basate esattamente su cosa?


Mi permetto di rispondere io con una stima un po' più ragionata:

calcoliamo 365gg anni pari a 52 settimane quindi 365-(52*2)= 261 giorni lavorativi da cui togliamo (e sono stato largo) 61gg tra festività, ferie e malattie.

Quindi diciamo che ogni dipendente mi lavora 200gg/anno pari a 1600 ore/anno.

Adesso immaginiamo che i pannelli vengano puliti ogni mese, abbiamo:
424638*12=5095656 pannelli/anno da pulire.

Bene, ora, con la giusta attrezzatura per pulire un vetro, piatto, di 2mt*1mt ci vogliono 30 secondi, ma noi diciamo anche 60 sec = 1 minuto, un operaio mi pulisce 60 pannelli l'ora, e visto che mi lavora 1600 ore/anno mi pulirà 60*1600=96000 pannelli/anno

Alla fine mi serviranno 5095656/96000 = 53 (approssimato) dipendenti pulitori ogni anno.

Ovviamente basta pulire i pannelli ogni 2 mesi (invece che 1) per necessitare solo di 26,5 pulitori.

A questi bisogna aggiungere la manutenzione, che verrà sicuramente appaltata a ditte esterne essendo difficilmente stimabile il guasto di pannelli nuovi (benchè tanti).

Il tutto IMHO
Bastiancontrario_99928 Febbraio 2024, 18:10 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Affermazioni basate esattamente su cosa?

Ad esempio il recente articolo sul parco fotovoltaico nel Colorado (https://auto.hwupgrade.it/news/energie-rinnovabili/una-tribu-di-nativi-americani-sta-per-costruire-un-parco-fotovoltaico-da-1-miliardo-di-dollari_124483.html) Stimano 10-50 addetti fissi per 2,2 milioni di pannelli...
Sandro kensan28 Febbraio 2024, 19:16 #6
Questo impianto produce 400 GWh all'anno?

Un'auto elettrica consuma circa 100 Wattora per kilometro, quindi per fare 20 mila chilometri/anno consuma 2000 kWh

Quante auto elettriche alimenta questo impianto?

Esattamente: 200 mila auto

Quanti camion? probabilmente qualche migliaio.

Quante industrie? forse uno o due che consumano parecchia energia.
phicrand_635828 Febbraio 2024, 22:34 #7
Originariamente inviato da: csavoi
Mi permetto di rispondere io con una stima un po' più ragionata:
...
Il tutto IMHO


Fai i conti del ricottaro, come se dal primo minuto all'ultimo dell'orario di lavoro si pulissero pannelli come una macchinetta, che nessuno si ammali, che nessuno abbia ferie, che non ci siano altri tipi di manutenzione da fare o altri tipi di imprevisti (tipo sfalcio erba, danni provocati dalla fauna locale, piccoli incendi da controllare e varie ed eventuali).

Quindi lascia perdere l'hobby dello "stimatore" che non fa per te neanche da lontano...
colemar29 Febbraio 2024, 09:16 #8

Un altro aeroporto a Catania...

245 MW è probabilmente la potenza di picco, cioè quando il sole è al massimo.
400 GWh di energia in un anno equivalgono a una potenza media di 46 MW, cioè una piccola centrale, se paragonata alla potenza di 1000 MW di una centrale termoelettrica tipica.
Iberdrola non dice dove esattamente sarà posizionato l'impianto.
Con irradiazione solare al massimo e a picco ogni mq di pannelli (orientati correttamente) riceve circa 1 KW di potenza, di cui solo il 20% viene convertito in potenza elettrica, quindi 0,2 KW. Dividendo 245 MW per 0,2 KW troviamo 1,225 milioni di mq, vale a dire un quadrato con lato lungo circa 1107 metri. Ma l'inclinazione media dei raggi solari in sicilia corrisponde circa a 90 gradi meno la sua latitudine, ovvero 90-37=53 gradi (sicilia meridionale), quindi dobbiamo dividere la superficie per sin(53) trovando 1,534 milioni di mq, corrispondenti a un quadrato di lato lungo 1238 metri.
Considerando lo spazio fra i pannelli per la manutenzione, le attrezzature, edifici, strade di accesso, in pratica il consumo di suolo equivale all'aeroporto di Catania.
Guarda caso tale impianto sarebbe sufficiente ad alimentare tutte le abitazioni della città di Catania. Il problema è che di notte non genera nulla, nei giorni nuvolosi è insufficiente, mentre nei giorni sereni sarebbe eccessivo.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^