Stati Uniti, confermate per l'eolico offshore Vineyard Wind 1 ben 62 turbine GE da 13 MW

Stati Uniti, confermate per l'eolico offshore Vineyard Wind 1 ben 62 turbine GE da 13 MW

General Electric (GE) Renewable Energy ha annunciato questa settimana di aver ricevuto la conferma d'ordine da parte di Vineyard Wind, per la forniture delle turbine eoliche dell'omonimo progetto, prima installazione offshore su scala industriale negli Stati Uniti

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Energie Rinnovabili
General Electric
 

General Electric (GE) Renewable Energy ha annunciato questa settimana di aver ricevuto la conferma d'ordine da parte di Vineyard Wind, per la forniture delle turbine eoliche dell'omonimo progetto, prima installazione offshore su scala industriale negli Stati Uniti.

Tale fornitura è composta da ben 62 turbine tipo Haliade-X da 13 MW che andranno a costituire il lotto Vineyard Wind 1, un parco eolico da 800 MW a circa 24 km dalla costa di Martha's Vineyard in Massachusetts.

"Con l'ordine ora effettuato per le turbine Haliade-X di GE, stiamo preparando il terreno per una nuova industria, che creerà posti di lavoro, farà risparmiare ai contribuenti più di 1 miliardo di dollari e contribuirà notevolmente alla riduzione dell'inquinamento" ha dichiarato Lars T. Pedersen, CEO di Vineyard Wind.


Clicca per ingrandire

Il progetto Vineyard Wind 1, e frutto di una joint venture tra Avangrid Renewables e Copenhagen Infrastructure Partners, i quali hanno lavorato congiuntamente con nove banche internazionali, e con sede negli Stati Uniti, per raccogliere 2,3 miliardi dollari al fine di finanziare la costruzione di questo progetto eolico.

I lavori a terra inizieranno a breve presso la località di Barnstable, nel Massachusetts, dove verrà raccolta l'energia proveniente dal parco eolico, invece l'inizio dei lavori a largo della costa è previsto nei primi mesi del 2022; per maggiori dettagli a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale del progetto.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^