Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Tesla Electric è prossima al debutto in Australia

Tesla Electric è prossima al debutto in Australia

Tesla ha presentato domanda all'operatore del mercato energetico australiano (AEMO) per entrare nel mercato elettrico in Australia, portandovi il suo nuovo servizio 'Tesla Electric'

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Energie Rinnovabili
Tesla
 

Alla fine dell'anno scorso, dopo aver maturato esperienza attraverso le sue centrali elettriche virtuali (VPP), Tesla ha fatto un ulteriore passo avanti con il lancio di "Tesla Electric"; il nuovo servizio avrà come scopo acquistare e vendere attivamente e automaticamente elettricità per i proprietari di Tesla Powerwall fungendo da un cuscinetto contro i picchi dei prezzi.

Tesla Electric

Tesla Electric è attualmente disponibile solo per i proprietari di Powerwall in Texas, ma l'azienda ha in programma di espandere i propri prodotti attraverso questa nuova divisione, che arriva a stretto giro dopo un recente annuncio su Tesla Electric nel Regno Unito.

Robert Millar e Jon Sibley, esperti di energia distribuita e consulenti presso la società enX in Australia, hanno scoperto che Tesla ha presentato domanda all'Australian Energy Market Operator (AEMO) per diventare un "market customer" all'interno del mercato elettrico.

Secondo Sibley questo potrebbe indicare due cose:

"Tesla potrebbe diventare il FRMP [ndr, Financially Responsible Market Participant]per le sue batterie su larga scala e le sue risorse di ricarica pubbliche. Oppure – e sarebbe più interessante – Tesla diventerà un rivenditore di energia elettrica, offrendo servizi energetici direttamente ai clienti finali, potenzialmente con una prospettiva EaaS/MaaS. Tesla Energy Ventures era il nome utilizzato per la registrazione al dettaglio in Texas. Non ci sono ancora informazioni su un processo di autorizzazione o esenzione del rivenditore AER per Tesla."

Quest'ultimo significherebbe che Tesla si starebbe preparando a lanciare il suo servizio Tesla Electric in Australia, dove l'energia elettrica ha prezzi molto alti e la qualità della fornitura è molto bassa, sebbene il recente lavoro del Governo volto a smantellare le infrastrutture obsolete per rimpiazzarle con reti moderne e FER [Fonti di Energia Rinnovabile], nel medio termine, andrà a risolvere verosimilmente entrambi i problemi.

Elon Musk è entrato in contatto con la realtà australiana in occasione della fornitura dei suoi Powerpack per il progetto di stoccaggio di energia di proprietà di Neoen che divenne noto come "Tesla Big Battery".

Mentre si trovava nella regione, il CEO è stato intervistato e ha illustrato le notevoli difficoltà che gli alti prezzi dell'elettricità in Australia stanno causando alle famiglie a basso reddito, portate spesso a dover scegliere fra pagare la bolletta o fare la spesa.

Tesla Electric

Il patron di Tesla si è detto colpito dalla situazione, e ha assicurato che avrebbe messo a disposizione alcune risorse per trovare una soluzione. Pochi mesi dopo, Tesla ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il governo del Sud Australia per installare pannelli solari e Powerwall su un massimo di 50.000 case, molte delle quali di famiglie a basso reddito.

L'obiettivo è fornire tariffe elettriche più basse utilizzando i Powerwall insieme in una grande centrale elettrica virtuale in grado di fornire servizi di rete.

Ora sembra che Musk sia pronto per il passo successivo.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor15 Settembre 2023, 09:18 #1
non conosco la situazione dei consumi in Australia, ma se è simile a quella americana bisognerebbe lavorare anche sul fronte dell'efficientamento dei carichi...

Non è possibile impegnare decine di kWh al giorno e poi lamentarsi del costo dell'energia: hanno elettrodomestici che non considerano minimamente l'efficienza (solo ora qualche azienda comincia a fare qualche passo in quella direzione)...
Notturnia15 Settembre 2023, 13:55 #2
È così alto che pagano quasi il 50% meno di noi…

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^