Android Auto: le novità annunciate al Google I/O 2016

Android Auto: le novità annunciate al Google I/O 2016

Aggiornamenti piccoli e grandi per la declinazione automotive del sistema operativo di Google. Dalla possibilità di utilizzarla anche tramite l'app stand-alone, alle nuove funzionalità che comprendono il supporto alla connettività wireless ed all'assistente vocale Google Now, sino alle prime dimostrazioni dell'integrazione di Android N in ambito automotive.

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 07:01 nel canale Infotainment
AndroidGoogle
 

Google non ha mancato di accordare attenzione alla piattaforma Android Auto, ovvero la declinazione del sistema operativo Android, adattata all'utilizzo con i sistemi di infotainment delle autovetture. Tra annunci più e meno rilevanti, è emersa con sufficiente chiarezza la volontà di portarne avanti lo sviluppo, servendosi della collaborazione di importanti aziende, tra le quali Qualcomm, cercando di far compiere alla piattaforma un ulteriore passo in avanti con Android N. 

android auto

La prime due novità riguardano le funzionalità della piattaforma in sé, che si arricchisce con il supporto alla connettività wireless. Al momento, il collegamento tra lo smartphone e il sistema Android Auto si può stabilire esclusivamente tramite cavetto USB, ma, in futuro, sarà possibile sfruttare la connettività WiFi per "proiettare" i contenuti dello smartphone alla dashboard, funzione che introduce un apprezzabile elemento di flessibilità nel sistema. 

L'altra novità riguarda il supporto al comando vocale "Ok Google", da tempo implementato negli smartphone Android, che permetterà una più agevole attivazione del sistema Android Auto, rendendo non indispensabile l'interazione tramite interfaccia tattile. La nuova feature della piattaforma automotive di Google non richiederà nuovo hardware, visto che sarà lo smartphone a ricevere l'input vocale e a trasmetterlo al sistema Android Auto. 

La terza e, per certi aspetti, più rilevante novità, riguarda la possibilità di utilizzare Android Auto anche senza ricorrere ad un impianto di infotainment dedicato. Basterà utilizzare l'apposita app standalone di Android Auto che sarà rilasciata entro fine anno. L'idea di base è quella di offrire gli stessi servizi della piattaforma Android Auto, sfruttando esclusivamente l'hardware dello smartphone.

android auto

Android Auto sarà disponibile nel corso dell'anno sotto forma di app standalone per smartphone

Tenuto conto che gli schermi dei moderni smartphone diventano sempre più ampi, svincolare la piattaforma dai sistemi automotive di bordo appare una scelta non eccessivamente penalizzante per l'utente finale che, pur in assenza di sistema di infotainment compatibile con Android Auto, potrà sfruttare le mdesime funzioni. L'app di Android Auto si presenterà con un'interfaccia semplificata rispetto a quella del sistema operativo Android e sarà fortemente incentrata sul controllo tramite comandi vocali. Accorgimenti necessari per semplificare l'interazione con il sistema durante la guida, riducendo al minimo i rischi di distrazione. 

Novità anche sul fronte del software ottimizzato per Android Auto con l'annuncio dell'app di Waze (popolare app dedicata alla navigazione GPS che si differenzia dalla proposte concorrenti per la natura crowdsourced: molte informazioni sul tragitto e sul traffico vengono fornite dalla community di utenti che la utilizza) e delle app che le singole case automobilistiche lanceranno per semplificare l'accesso ai propri servizi, Honda e Hyundai saranno tra le prime a presentare le proprie app Android Auto. 

Dal punto di vista hardware, Google può contare sulla rinnovata collaborazione con Qualcomm ai che equipaggerà i futuri sistemi Android Auto con le soluzioni Snapdragon 820A e Snapdragon 620A. SoC di derivazione mobile, che racchiudono CPU, GPU e modem X12 LTE Cat 12, ma opportunamente modificati per l'integrazione in ambito automotive. . 

maserati android n

Android N contiene apposite ottimizzazione per l'integrazione in ambito automotive. Google, in collaborazione con Qualcomm e Maserati hanno mostrato al Google I/O 2016 un concept dell'autovettura ''powered by Android N" 

Ma c'è di più, perchè Google, in collaborazione con Qualcomm e Maserati, ha presentato al Google I/O una Maserati Ghibli opportunamente modificata per consentire al pubblico di percepire la potenzialità del sistema operativo Android N in auto. Chiaro il tentativo di provare a superare i confini della piattaforma Android Auto, con la prima versione del sistema operativo mobile di Google che ha nativamente apposite ottimizzazioni per il settore automotive.

L'autovettura è equipaggiata con un display da 15" 4k installato in verticale (stile Tesla) e con un quadro strumenti formato da display 720p. Non è destinata alla vendita, ma permette di apprezzare la capacità della piattaforma Android N di controllare numerose funzioni del veicolo: dalla gestione della radio AM/FM, alla connettività Bluetooth, alla strumentazione di bordo, per arrivare all'impianto di riscaldamento/condizionamento e ai servizi di navigazione.

Obiettivo della casa di Mountain View è creare una piattaforma automotive sempre più open source che i singoli produttori di autoveicoli saranno liberi di modificare e personalizzare, in maniera simile a quanto accade in ambito smartphone. Tanti progetti e interessanti prospettive, anche se, per il momento, mancano tempistiche più dettagliate sull'arrivo delle novità appena descritte (eccezion fatta per il generico riferimento del rilascio entro fine anno dell'app standalone di Android Auto).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej20 Maggio 2016, 08:33 #1
ballo ma... lasciando a parte il concetto di integrazione ANDROID-PARAMETRI MACCHINA, quindi per un momento, immaginiamo:

-- un "tablet" (7-8-10 pollici quello che vogliamo) agganciato al cruscotto.. --

Ma è poi così difficile da realizzare? avrebbe tutto, quello che serve, radio AM-FM o digital radio, USB, navigatore e chi ne ha più ne metta... installo le app che voglio, il tutto utilizzando sistemi I/O dell'auto... (chiaramente estraibile altriementi te lo in*ulano!)

al solito, non lo si vuol fare altrimenti non potrebbero venderti a 600.00 il sistema audio EVOLUTO del momento...

IMHO visto così è un po' la scoperta dell'ACQUA CALDA....
qboy20 Maggio 2016, 08:52 #2
solo a me in auto piace vedere la strumentalizzazione old style? con numeretti e lancette ecc?
calabar20 Maggio 2016, 09:23 #3
Originariamente inviato da: Articolo
L'idea di base è quella di offrire gli stessi servizi della piattaforma Android Auto, sfruttando esclusivamente l'hardware dello smartphone.

Ecco, questo si che è interessante.
I sistemi integrati sono costosi ma soprattutto costosi da aggiornare. Per chi non ha eccessive esigenze di integrazione un tablet da meno di 100 euro, un supporto auto e si ottiene un buon risultato.
Ork20 Maggio 2016, 09:30 #4
Originariamente inviato da: Cappej
(chiaramente estraibile altriementi te lo in*ulano!)


eh si, c'è voluto qualche decennio per togliersi dai cog*ioni la seccatura di togliere il frontalino della radio e ora proponi di fare il tablet estraibile?
demon7720 Maggio 2016, 09:47 #5
Originariamente inviato da: Cappej
ballo ma... lasciando a parte il concetto di integrazione ANDROID-PARAMETRI MACCHINA, quindi per un momento, immaginiamo:

-- un "tablet" (7-8-10 pollici quello che vogliamo) agganciato al cruscotto.. --

Ma è poi così difficile da realizzare? avrebbe tutto, quello che serve, radio AM-FM o digital radio, USB, navigatore e chi ne ha più ne metta... installo le app che voglio, il tutto utilizzando sistemi I/O dell'auto... (chiaramente estraibile altriementi te lo in*ulano!)

al solito, non lo si vuol fare altrimenti non potrebbero venderti a 600.00 il sistema audio EVOLUTO del momento...

IMHO visto così è un po' la scoperta dell'ACQUA CALDA....


E' esatto.
E' solo che il mondo dell'automotive sotto questo aspetto arriva sempre con un decennio di ritardo.

All'atto pratico stanno facendo ciò che tutti fanno da anni semplicemente attaccando lo smartphone al vetro.
Va beh, mglio tardi che mai comunque.. almeno sulle auto di domani il telefono me lo terrò in tasca e avrò tutto il contenuto disponibile direttamente via wi-fi sull'auto.
djfix1320 Maggio 2016, 09:47 #6
io ho preso una eonon g2110f a 250 euro e fa tutto questo senza fastidi. integrata sulla Yaris Hybrid mi manca solo che arrivi l'ODB2 e posso gestire ogni cosa da lì.

usare lo smartphone come infotainment l'ho fatto fin'ora ma va bene per un uso sclusivo del mezzo, se poi guida anche la moglie e ha bisogno del navigatore?

cmq il lavoro figo Google/maserati resta su mezzi con prezzi per ricchi. fosse per me potrebbero integrare nell'auto un google glass e si sparagnano un sacco di touchscreen dato che sarebbe vocal-friendly.
Cappej20 Maggio 2016, 11:47 #7
Originariamente inviato da: Ork
eh si, c'è voluto qualche decennio per togliersi dai cog*ioni la seccatura di togliere il frontalino della radio e ora proponi di fare il tablet estraibile?


i motivi per cui non ti spaccano il vetro per l'autoradio è sono:

1) in linea di massima (salvo alcuni casi) l'autoradio è un oggetto che non vale una cippa, le trovi a 50 euro su subito.it
2) ce l'hanno tutte le auto non come hai tempi che era un costoso optional
3) sono dedicate alle auto a cui le cattubi quindi meno smerciabili.

sul fatto che sia una rottura di maroni staccarsi i tablet e portarlo via non lo metto in dubbio, sarei il primo a lasciarlo ma puoi aggiornarlo , cambiarlo come più preferisci. Poi ci sono mille soluzioni, anzichè con il tablet puoi farlo con lo smartphone, con i padelloni da 5,5 te la cavi alla grande! e quello è più difficile scordarlo...

se ci metti un ipad mini da 7 pollici scommetti che il vetro lo spaccano?!?!

MOD POLEMICA - ON
(se poi ci mettiamo la certezza della pena in Italia, bhe vale anche la pena provare a rubarlo no?!)
MOD POLEMICA - OFF
demon7720 Maggio 2016, 12:14 #8
Originariamente inviato da: Cappej
i motivi per cui non ti spaccano il vetro per l'autoradio è sono:

1) in linea di massima (salvo alcuni casi) l'autoradio è un oggetto che non vale una cippa, le trovi a 50 euro su subito.it
2) ce l'hanno tutte le auto non come hai tempi che era un costoso optional
3) sono dedicate alle auto a cui le cattubi quindi meno smerciabili.

sul fatto che sia una rottura di maroni staccarsi i tablet e portarlo via non lo metto in dubbio, sarei il primo a lasciarlo ma puoi aggiornarlo , cambiarlo come più preferisci. Poi ci sono mille soluzioni, anzichè con il tablet puoi farlo con lo smartphone, con i padelloni da 5,5 te la cavi alla grande! e quello è più difficile scordarlo...

se ci metti un ipad mini da 7 pollici scommetti che il vetro lo spaccano?!?!

MOD POLEMICA - ON
(se poi ci mettiamo la certezza della pena in Italia, bhe vale anche la pena provare a rubarlo no?!)
MOD POLEMICA - OFF


Se davvero volessimo immaginare la soluzione migliore per me sarebbe niente più che un comodo alloggiamento sul cruscotto per allogiarvi lo smartphone..
Ma così le case automobilistiche non trarrebero benefici economici.

A questo punto va bene l'android preinstallato con schermetto touch direttamente in plancia, purchè appunto si connetta direttamente con lo smartphone.
A patto chiaramente che non pensino di farlo pagare oro
amd-novello20 Maggio 2016, 17:01 #9
ora si parlerà anche per le auto di ram e soc.


un incubo
Leonard8920 Maggio 2016, 17:50 #10

non corriamo troppo

dall'immagine che vedo sopra non c'è solo il display tra i sedili ma anche sul cruscotto, davanti al volante, c'è un display che mostra la velocità e altre info.

Su quest'ultimo non sono d'accordo. Se per qualche motivo il sistema (ancora giovane) dovesse andare in stallo spegnendo o bloccando la visuale su questo display a causa di un bug o altro cosa succederebbe?
Già vedo l'automobilista andare in crisi sperando che non sbandi o altro.

Il sistema di guida e tutto il resto dovrebbero rimanere separati! Va bene Android per sfruttare navigazione, radio, musica offline, lettura messaggi, Google Assistant, e altro... ma tutto ciò che concerne la sicurezza e la stabilità alla guida di un autoveicolo va lasciata analogica, almeno fino a quando questi sistemi non saranno più maturi!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^