Volvo e Google insieme per un'esperienza di guida ancora più sicura e connessa

Volvo e Google insieme per un'esperienza di guida ancora più sicura e connessa

Precisamene tale partnership punta alla realizzazione congiunta di dispositivi e concetti per massimizzare l'esperienza di guida basata sulla semplicità e sull'ottimizzazione della strumentazione di bordo

di pubblicata il , alle 12:11 nel canale Infotainment
GoogleVolvo
 

Volvo è stata la prima casa automobilistica a introdurre sulle proprie vetture un sistema di infotainment basato su Android Automotive OS in abbinamento a Google Assistant, Google Maps e Google Play integrati. Ora il costruttore svedese punta ad ampliare la sua collaborazione strategica con Google per portare l'infotainment, la connettività e la sicurezza ad un livello superiore.

Precisamene tale partnership è volta alla realizzazione congiunta di dispositivi e concetti per massimizzare l'esperienza di guida basata sulla semplicità e sull'ottimizzazione della strumentazione di bordo, per una chiara suddivisione delle informazioni necessarie al conducente in base al loro livello di pertinenza.


Clicca per ingrandire

Le due aziende hanno intenzione di portare avanti lo sviluppo di un sistema di bordo nel quale un display head-up aiuterà a tenere le informazioni chiave davanti al conducente, senza dover distogliere lo sguardo dalla strada, mentre un ampio touchscreen centrale secondario offrirà contenuti più vari con un'interazione minimale e reattiva.

"I nostri team hanno trascorso molto tempo con Google per sviluppare e migliorare ulteriormente la nostra esperienza utente per la prossima generazione di auto Volvo. Soprattutto in termini di sicurezza, serenità e semplicità, abbiamo fatto passi da gigante grazie a una più profonda integrazione tra design e sviluppo tecnologico. Siamo convinti che ci consentirà di creare auto Volvo ancora migliori e di stabilire un nuovo standard del settore", ha affermato Henrik Green, Chief Technology Officer di Volvo Cars.

Il contributo di Google si concentra sullo sviluppo dei sistemi di bordo connessi, dall'utilizzo del proprio smartphone come chiave di accensione all'interconnessione con dispositivi remoti, nonché nel fornire interfacce grafiche efficaci e metodi di ricerca per avere qualunque informazione si voglia direttamente dalla strumentazione della vettura.

Tale collaborazione è volta principalmente ai futuri modelli elettrici di Volvo, con l'intenzione di sviluppare particolari settori ad essi dedicati come la gestione del veicolo da remoto o la possibilità di ricevere aggiornamenti software direttamente con tecnologia OTA (Over-The-Air).

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^