Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Giorgia Meloni: "Stellantis è francese". Stellantis risponde: "esportiamo all'estero le auto prodotte in Italia"

Giorgia Meloni: "Stellantis è francese". Stellantis risponde: "esportiamo all'estero le auto prodotte in Italia"

Dopo le recenti critiche verso gli incentivi italiani da parte di Carlos Tavares, il presidente del consiglio Meloni non ci sta, ma a sua volta Stellantis risponde agli attacchi

di pubblicata il , alle 14:42 nel canale Mercato
Stellantis
 

Super sconti Amazon su decine di articoli Apple (AirPods, iPhone, MacBook Pro, iPad e Watch): eccoli tutti!

Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato le critiche rivolte agli incentivi italiani, fatte da Carlos Tavares, il CEO di Stellantis, che si è detto preoccupato dal poco supporto del governo italiano verso la transizione energetica.

Oggi arriva, in modo non certo inaspettato, la risposta del presidente del consiglio Giorgia Meloni. La premier non ci sta, e punta il dito contro Stellantis, accusandola di aver trasformato FCA in un'azienda francese. Non solo, anche la sede aziendale si trova all'estero, e tutto ciò desta preoccupazione nell'esecutivo, che vorrebbe preservare il valore industriale italiano.

Giorgia Meloni

Secondo Giorgia Meloni, la percezione all'esterno dell'azienda è che ci si trovi davanti ad un gruppo francese, dove la parte oltralpe ha la predominanza anche nelle decisioni strategiche.

A stretto giro è arrivata la contro risposta di Stellantis, tramite le parole di un portavoce. Meloni non accetta critiche agli incentivi italiani da parte di un'azienda che considera non italiana, ma il gruppo automobilistico, a sua volta, fa sapere che produce comunque molto in Italia, ma esporta fuori dal Belpaese il 63% dei veicoli prodotti.

Stellantis non lo dice apertamente, ma questa contro critica, in buona sostanza significa "contribuiamo all'economia italiana con la produzione, ma per vendere dobbiamo esportare i veicoli". E dunque si tornerebbe al punto di partenza, ovvero il poco supporto del governo italiano.

Siamo sicuri che questo non sarà l'ultimo episodio di questo scontro a distanza. È arrivata quindi la nuova risposta di Tavares e Stellantis contro le dichiarazioni di Giorgia Meloni

78 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue25 Gennaio 2024, 14:54 #1
Secondo Giorgia Meloni, la percezione all'esterno dell'azienda è che ci si trovi davanti ad un gruppo francese, dove la parte oltralpe ha la predominanza anche nelle decisioni strategiche.


In effetti sembra proprio così. Ma Exor nel mentre dorme? Perché in teoria sono loro azionisti di maggioranza. Mah.
WarSide25 Gennaio 2024, 14:57 #2
Togli il sembra. FCA è per metà francese e metà americana.

Gli agnelli non contano una ceppa di niente.
riaw25 Gennaio 2024, 15:02 #3
beh, holding olandese, ad portoghese, partecipazioni di privati italiani sotto al 15%. tutti i torti non glieli si può dare...
idroCammello25 Gennaio 2024, 15:10 #4
e quindi?

rischiamo la Fiat Camembert ?

The_Hypersonic25 Gennaio 2024, 15:14 #5
Ma infatti mica ha detto una cosa differente da come stanno i fatti. Di italiano ormai c'è rimasto solo un briciolo di partecipazioni in quel gruppo che, attenzione, potrebbe tranquillamente portare via dall'Italia anche quello che già attualmente produce. Tanto, non avremmo voce in capitolo in quel consiglio di amministrazione.

Non abbiamo più una sovranità tecnologica, non abbiamo più una sovranità industriale, nemmeno quella automobilistica per non parlare delle due ruote. C'è solo da rimboccarsi le maniche e creare da zero nuove realtà solo che questa non è più l'Italia degli anni 50 e 60 in cui era sicuramente più facile tutto e c'era molto ottimismo per il futuro del paese.
Bartsimpson25 Gennaio 2024, 15:27 #6
Si sapeva che sarebbe finita così. Noi italiani ci siamo svenduti tutto quello che si poteva, soprattutto grazie ad anni ed anni di politici che pensavano solo al loro rendiconto. E ancora oggi si continua in quella direzione, che è un biglietto di sola andata
Marko#8825 Gennaio 2024, 15:37 #7
Però se una Model 3 viene venduta a 42mila euro e per una 500 dimmerda se ne chiedono quasi 40mila forse Tavares dovrebbe chiedersi come mai e non puntare il dito sugli incentivi...
popye25 Gennaio 2024, 15:41 #8
Come piegare la "verità" ai propri interessi, sarà pure vero che quello prodotto in Italia viene esportato per il 63% però omette di dire quanto di prodotto all'estero viene importato in Italia.
Saturn25 Gennaio 2024, 15:44 #9
C'è veramente poco da commentare.

Il "portavoce" di Stellantis (ma è anonimo ?) taccia, taccia che è meglio.

Notizia dopo notizia riescono a farmi star sempre più simpatico Elon Musk e Tesla.

C'è da riflettere.

p.s. per quanto non mi interessi, la Premier ha ragione.
paolo cavallo25 Gennaio 2024, 16:01 #10
mi fa riflettere che cis ono auto di altre marche o cinesi elettriche che costano molto meno e quelle di stellantis e altri gruppi molto di piu... come mai questa differenza ? e poi danno la colpa ai governi che non danno gli incentivi ?.....mmmmmm

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^