Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Guerra ambientale: i devastanti effetti sul pianeta dell'invasione russa

Guerra ambientale: i devastanti effetti sul pianeta dell'invasione russa

Per Kiev ammontano ad almeno 36 mld di euro i danni all’ambiente direttamente correlati all’invasione militare di Putin; le emissioni di gas serra sono pari a quanto inquina ogni anno un paese come la Svezia o l’Irlanda

di pubblicata il , alle 18:14 nel canale Mercato
 

Restano ancora 200.000 km quadrati da sminare, e non solo, pertanto qualunque calcolo fatto finora è da considerare la cifra minima, la base con cui quantificare, una volta che tutto sarà alle nostre spalle, quanto costerà al nostro pianeta l’invasione russa dell’Ucraina. La conta dei danni registrati finora ha compreso anche 3 milioni di ettari di siti dell’Emerald Network, una rete paneuropea di aree di interesse speciale per la conservazione.

Ukraine war

La denuncia è stata fatta nella giornata di ieri, 3 ottobre 2022, dal ministro dell’Ambiente ucraino, Ruslan Strilets, durante una presentazione al parlamento europeo a Strasburgo: dati alla mano, Strilets ha riportato con precisione e puntualità i dati (ricavati da una stima dell’impatto degli oltre 2.000 casi di danni ambientali della guerra in Ucraina registrati dal 24 febbraio a ieri) relativi al disastro che la sua nazione sta affrontando e dovrà affrontare negli anni avvenire. Dei 36 miliardi calcolati finora, circa 2/3 (24,6 miliardi) derivano dall’inquinamento atmosferico mentre la parte restante (11,4 miliardi) attiene al danneggiamento dei suoli, di cui quasi 8 miliardi per danni legati alle risorse idriche.

Ukraine war

In 7 mesi, il genio militare ucraino ha recuperato quasi 225 mila ordigni inesplosi a cui vanno aggiunte oltre 2.100 bombe sganciate dall’aeronautica russa; ciononostante, "200.000 km quadrati di territorio hanno ancora bisogno di essere sminati", ha annunciato Strilets parlando in video collegamento con la commissione Ambiente dell’Europarlamento.

Per avere un’immagine visiva, stiamo parlando di un’area pari a 2/3 dell’Italia.

Ma non solo: a causa dei numerosi incendi che hanno colpito le foreste ucraine (per almeno un terzo del patrimonio forestale di Kiev) e dei numerosi depositi di petrolio e carburante e impianti industriali che sono stati attaccati, le emissioni in atmosfera hanno superato quota 67 milioni di tonnellate (Mt), di cui 31 Mt, secondo Strilets, direttamente collegabili all’invasione militare russa.

Ukraine war

In questo caso guardare al futuro delinea un quadro ancora più cupo: sempre secondo il ministro ucraino, le emissioni che deriveranno dalla ricostruzione delle infrastrutture necessarie e degli edifici distrutti potrebbero arrivare a 79 Mt CO2.

Costa solo 303€, fino ad esaurimento scorte, un ottimo TV Samsung 4K da 43 pollici! Una promozione Amazon da non perdere!
85 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlderLake7104 Ottobre 2022, 18:44 #1

il peggio deve arrivare

il peggio deve ancora arrivare, non manca molto all'atomica ormai
Hiei360004 Ottobre 2022, 19:27 #2
Immagino che tutti i civili in Ucraina che hanno perso la propria casa nei bombardamenti siano disperati per tutta quella brutta CO2 nell'aria causata dalla guerra! ...... perché non fare un articolo su quanto siano mal vestiti tutti i profughi di guerra già che ci siamo?

Qua rischiamo una guerra nucleare, forse su scala mondiale, ma scommetto che fino all'ultimo minuto questa gentaglia non farà che ciarlare dell'ambiente fino all'ultimo.... fanatici
fukka7504 Ottobre 2022, 19:28 #3
Grazie per averla chiamata per quello che è: "invasione russa dell'Ucraina" e non "guerra in Ucraina".
19giorgio8704 Ottobre 2022, 19:35 #4
invece le bombe atomiche su hiroshima e nagasaki, od i bombardamenti della NATO in Jugoslavia, o le bombe di Obama in medio oriente no...
sk0rpi0n04 Ottobre 2022, 20:02 #5
E via di propaganda!...
alexfri04 Ottobre 2022, 20:13 #6
Originariamente inviato da: 19giorgio87
invece le bombe atomiche su hiroshima e nagasaki, od i bombardamenti della NATO in Jugoslavia, o le bombe di Obama in medio oriente no...


E i romani in Gallia? E i Giapponesi in Manciuria? Che noia voi novax
Giulia.Favetti04 Ottobre 2022, 20:22 #7

Una parola

Buonasera a tutti,

generalmente passo sopra i commenti ma vedo che quando si tocca l'invasione russa dell'Ucraina (@fukka75, cerco di essere obbiettiva e chiamare le cose col loro nome, sono lieta tu abbia apprezzato), vi scatenate e io sfortunatamente sono allergica alle stupidaggini

Originariamente inviato da: sk0rpi0n
E via di propaganda!...


Cioè? Chi starei propagandando?


Originariamente inviato da: Hiei3600
Immagino che tutti i civili in Ucraina che hanno perso la propria casa nei bombardamenti siano disperati per tutta quella brutta CO2 nell'aria causata dalla guerra! ...... perché non fare un articolo su quanto siano mal vestiti tutti i profughi di guerra già che ci siamo?

Qua rischiamo una guerra nucleare, forse su scala mondiale, ma scommetto che fino all'ultimo minuto questa gentaglia non farà che ciarlare dell'ambiente fino all'ultimo.... fanatici



Non riesco a capire quale volo pindarico abbia fatto la tua mente per mettere sullo stesso piano le due cose.

I civili in questo momento hanno altro a cui pensare, questo è talmente palese che non ho parole per commentare qualsiasi impulso ti abbia spinto a scrivere una cosa simile, allo stesso modo che il Ministro dell'Ambiente faccia una stima dei danni ambientali che il suo Paese dovrà affrontare nel prossimo futuro, mi sembra altrettanto logico.

Facciamo un parallelismo con le mine antiuomo, ok?

Se io avessi scritto che l'Ucraina è un campo minato e che in futuro ci saranno probabilmente decine di vittime (anche bambini) a causa delle mine disseminate nel presente, tu avresti avuto il coraggio di scrivere una roba simile?

Ah no ma aspetta... L'ho scritto!

"Restano ancora 200.000 km quadrati da sminare, e non solo.."

Tu hai guardato solo la parte della CO2 e hai deciso, dall'alto della tua umana empatia e comprensione, che, per aver parlato di un altro aspetto (non l'unico) di quello a cui stiamo assistendo, io faccia parte di quella "... gentaglia non farà che ciarlare dell'ambiente fino all'ultimo.... fanatici"

Sono fiera di essere una fanatica in grado di osservare, analizzare e comprendere il mondo che mi circonda da diversi punti di vista, senza scadere nell'arroganza di decidere cosa conti più di un'altra.
ningen04 Ottobre 2022, 20:52 #8
C'è chi santifica Zelensky.
C'è chi santifica Putin.
Io so solo che questi due criminali (chiamiamoli entrambi con la denominazione che gli compete) e tutti quelli che li sostengono da ambo le parti ci hanno portato alla crisi economica, energetica ed ecologica e continua ad aleggiare il disastro nucleare, con cui alcuni continuano a scherzare come se non ci fosse in gioco la vita di miliardi di persone.
In tutto questo l'Europa ne pagherà le conseguenze più di tutti come suo solito senza reagire, perchè siamo una "unione" ridicola di fantocci che con le sue scelte non rappresenta ne me, ne tanti altri.
zappy04 Ottobre 2022, 21:19 #9
Originariamente inviato da: Hiei3600
Immagino che tutti i civili in Ucraina che hanno perso la propria casa nei bombardamenti siano disperati per tutta quella brutta CO2 nell'aria causata dalla guerra! ...... perché non fare un articolo su quanto siano mal vestiti tutti i profughi di guerra già che ci siamo?

Qua rischiamo una guerra nucleare, forse su scala mondiale, ma scommetto che fino all'ultimo minuto questa gentaglia non farà che ciarlare dell'ambiente fino all'ultimo.... fanatici


perchè non taci?
qua l'unico che ciarla sei tu, dimostrando fanatismo nevrotico.

solidarietà all'autrice dell'articolo.
raxas04 Ottobre 2022, 21:25 #10
Originariamente inviato da: ningen
...
In tutto questo l'Europa ne pagherà le conseguenze più di tutti come suo solito senza reagire, perchè siamo una "unione" ridicola di fantocci che con le sue scelte non rappresenta ne me, ne tanti altri.


edit ore 22.29/ in passato i diritti (parlo a livello di relazioni tra stati) si [S]manifestavano[/S] annunciavano se si riusciva a sostenerli, /fine edit... non solo a parole;
nel mondo moderno, e l'europeo ne è la deriva più vasta, i diritti sono in fotocopismo, per giunta da stati tra di loro separati e senza una politica comune efficiente non dopo, come è stato nel caso del covid, ma prima... per cui: Europa=comunità Frankenstein e hanno avuto l'arroganza di essere punto di arrivo e manifestatori di associazionismo statale come compari in meeting a congressi,
e
prima di sostenere Zelensky, secondo rivalse annunciate da riunioni tipo arcobalenizzati di stato, o secondo copioni da buonfinale ollivudiano, me li immagino frequentare club cinematografici dopo le riunioni di stato nei tempi liberi, in cui si entusiasmano per i buonfinali o.w. che tentano, incoraggiati dai copioni, di replicare...
di cui guardacaso Zelensky è sperimentato interprete seriale... ha fatto l'uno e l'altro
e
occorreva farsi due conti, di quali sarebbero state le conseguenze sull'economia e le risorse energetiche, e il liberatore russo era convinto che l'europa non avrebbe interferito, non credeva che sarebbero stati così sforniti e maldestri valutatori, ingenui e anche improvvisati;

mentre il danno ambientale è il più diretto ovviamente, tutto il patrimonio naturale danneggiato da inquinamento, distruzione di foreste, ambienti e campi di semina, quantomeno

a quanto pare non ci hanno pensato, e continuano a non pensarci ancora ora, sulla dipendenza che avevano creato con la Russia, credevano che il benesserestantismo sarebbe stato la garanzia intoccabile, soprattutto per l'economia e le energie necessarie ad essa
ma i conti sono stati sbagliati, siamo in una fase sconosciuta ed imprevedibile
quello che un pò sosteneva l' Egregio Prof. Orsini,
uhm, più o meno riassumibile così:
non andare a comandare nella tana dell'orso, tana che ha un condotto di collegamento con te
ehm, scusate

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^