Renault ci ripensa, niente sbarco in borsa per la divisione auto elettriche Ampere

Renault ci ripensa, niente sbarco in borsa per la divisione auto elettriche Ampere

Secondo una nota del gruppo francese, la IPO è stata annullata per le mutate condizioni di mercato. Ampere continua la normale attività autofinanziata

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Mercato
Renault
 

Come avevano anticipato alcuni analisti nelle scorse settimane, Renault ha fatto un passo indietro per i piani che riguardano la divisione che si occupa di auto elettriche Ampere, che non sbarcherà in borsa.

Annullata quindi la IPO annunciata tempo fa dal CEO Luca de Meo, perché, secondo la nota ufficiale del Gruppo, "ritiene che le attuali condizioni di mercato non siano soddisfatte per continuare il processo Ipo e servire al meglio gli interessi del Gruppo, dei suoi azionisti e di Ampere".

Ampere

Ampere è già una realtà indipendente dallo scorso novembre 2023, ed ha circa 11.000 dipendenti che lavorano sulle auto elettriche e sulle soluzioni software e innovative, e l'attività continuerà senza variazioni. Renault, infatti, ci tiene a precisare che "il piano strategico del Gruppo è autofinanziato. I risultati attesi per il 2023 confermano la capacità del Gruppo di generare cassa in modo sostenibile per finanziare il proprio futuro, incluso lo sviluppo di Ampere".

Secondo i piani iniziali, la valutazione di Ampere doveva aggirarsi intorno agli 8-10 miliardi di euro, ma pare sia scesa fino a 6-7 miliardi di euro, motivo della rinuncia all'ingresso nelle piazze finanziarie di Parigi e Francoforte. Renault continuerà dunque a finanziare Ampere, finché la nuova realtà non avrà raggiunto l'equilibrio finanziario, e gli obbiettivi restano ambiziosi: arrivare a vendere, nel 2025, 300.000 veicoli elettrici, contro i 45.000 del 2023.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ombra7730 Gennaio 2024, 16:08 #1
"..arrivare a vendere, nel 2025, 300.000 veicoli elettrici, contro i 45.000 del 2023.".
Essere positivi è sicuramente buono, ma affermare di voler decuplicare le vendite in poco più di un anno è essere tossicodipendenti.
Kal30 Gennaio 2024, 16:49 #2
Se si fossero quotati in borsa, sarebbero in fallimento dopo 10 minuti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^