Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Rivian entra in borsa: con 76 miliardi di valutazione è già ottava nella classifica dei costruttori

Rivian entra in borsa: con 76 miliardi di valutazione è già ottava nella classifica dei costruttori

All'apertura delle contrattazioni del Nasdaq, Rivian farà il suo ingresso ufficiale in borsa. Parte da una valutazione di più di 70 miliardi di dollari, che la pone già all'ottavo posto tra le case automobilistiche, superando anche marchi come BMW e Stellantis

di pubblicata il , alle 16:59 nel canale Mercato
Rivian
 

Oggi è il gran giorno per Rivian. Dopo aver avviato la fabbrica in Illinois, il prossimo grande passo è l'ingresso in borsa, che avverrà tra poco, all'apertura delle contrattazioni.

Rivian è quotata al Nasdaq sotto il simbolo RIVN, ed ha preparato un'offerta pubblica di 153.000.000 di azioni, al prezzo di 78 dollari l'una. Attualmente la valutazione è di circa 76 miliardi, il che la piazzerebbe già all'ottavo posto della classifica mondiale tra i costruttori di automobili, per market cap.

Rivian si trova subito dietro Ford, lasciandosi alle spalle però marchi ben consolidati come BMW, Hyundai, Stellantis o Renault. Tesla al momento è ovviamente inarrivabile, avendo una valutazione pari alla somma delle prime nove inseguitrici, ma quello che spera il CEO di Rivian, RJ Scaringe, è che il momento d'oro per l'elettrico (e l'influenza di Amazon) possano portare anche la sua azienda a scalare diverse posizioni.

Rivian Stock

Per il momento si stima che l'IPO possa portare nelle casse di Rivian circa 11,9 miliardi, che serviranno per una ulteriore espansione delle operazioni, e portare a regime le consegne dei pick-up elettrici R1T, appena iniziate. Rivian afferma di avere al momento 54.500 prenotazioni, oltre ai 100.000 furgoni che deve consegnare ad Amazon.

Lo stesso Scaringe ha rilasciato una breve dichiarazione per celebrare l'importante data: "Per costruire il tipo di futuro che i nostri figli ei nostri nipoti meritano, devono essere compiuti passi straordinari per fermare la carbonizzazione della nostra atmosfera e preservare i nostri ecosistemi naturali. Nei prossimi due decenni abbiamo bisogno di trasformare completamente i trasporti e i sistemi energetici del nostro pianeta, e oggi segna un passo importante in quel viaggio".

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unax10 Novembre 2021, 17:03 #1
manca nel titolo ecco il rivale di tesla
Vash_8510 Novembre 2021, 17:13 #2
Originariamente inviato da: Unax
manca nel titolo ecco il rivale di tesla


Guardando bene non poteva non mancare...

Link ad immagine (click per visualizzarla)
marchigiano10 Novembre 2021, 17:18 #3
entrato a 120 e pronto a ballare parecchio

Link ad immagine (click per visualizzarla)
niky8910 Novembre 2021, 19:33 #4
Con quante auto prodotte?
paranoic10 Novembre 2021, 19:39 #5
Ma se nemmeno FIAT era quotata per azione ordinaria a queste cifre....ma nemmeno privilegiate o di risparmio.
Chi mai potrebbe voler partecipare praticamente una start up del settore metalmeccanico con costi di adesione simili? Personalmente lo escluderei a priori.
sniperspa10 Novembre 2021, 20:41 #6
Originariamente inviato da: paranoic
Ma se nemmeno FIAT era quotata per azione ordinaria a queste cifre....ma nemmeno privilegiate o di risparmio.
Chi mai potrebbe voler partecipare praticamente una start up del settore metalmeccanico con costi di adesione simili? Personalmente lo escluderei a priori.


Personalmente anche non mi sognerei, ma c'è gente a cui piace perder soldi alle IPO evidentemente
LMCH11 Novembre 2021, 03:23 #7
É tutta una manovra speculativa.
E nel frattempo in Svizzera l'ETH continua a lavorare su un altra fonte carbon-neutral che potrebbe in pochi anni fare implodere il settore delle auto elettriche:
https://ethz.ch/en/news-and-events/...i-refinery.html
Unrue11 Novembre 2021, 10:35 #8
Solite assurdità della borsa: un'azienda che vende ancora poco o nulla già vale più di BMW.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^