Toyota sta studiando una nuova Prius a idrogeno, bruciato direttamente nel motore

Toyota sta studiando una nuova Prius a idrogeno, bruciato direttamente nel motore

La nuova generazione di Toyota Prius potrebbe essere ancora ibrida plug-in, ma con la parte a combustione alimentata direttamente da idrogeno. Per farlo userebbe una versione di serie del motore testato nelle gare endurance

di pubblicata il , alle 14:44 nel canale Mercato
Toyota
 

Toyota potrebbe presentare la Prius di quinta generazione verso la fine del 2022 ma, secondo un report dal Giappone, potrebbe esserci una sorpresa per l'anno successivo. Secondo quanto riportato da Best Car Web, un magazine online giapponese, Toyota starebbe studiando anche una versione ibrida plug-in per la nuova Prius.

Detta così, la notizia non suonerebbe strana, in quanto una motorizzazione simile è stata già utilizzata per la best seller di Toyota. La differenza però starebbe nell'alimentazione, che a quanto pare sarebbe a idrogeno. E non come la Toyota Mirai, che produce corrente elettrica tramite fuel cell, ma bruciando l'idrogeno direttamente nel motore endotermico, al posto della benzina. Ci sarebbe poi una normale parte plug-in, con batteria al litio e due motori elettrici.

New Toyota Prius

Una scelta sicuramente insolita, che però Toyota sta sperimentando ormai da un po' di tempo. L'ultimo test si è svolto durante una gara di endurance, con una Corolla modificata proprio in questo modo: idrogeno bruciato in un normale motore a cilindri.

Secondo quanto dichiarato dalla casa giapponese, un motore così costruito ha una prontezza superiore rispetto a un motore endotermico classico, poiché l'idrogeno brucia più rapidamente della benzina, senza però emettere CO2 come prodotto di scarto. Ci sarebbero comunque emissioni di ossidi di azoto, per via dell'olio lubrificante, sempre necessario.

Non è detto che il progetto si concretizzi davvero, almeno fuori dal Giappone, e per ora c'è confusione su una possibile data di lancio; alcune fonti parlano del 2023, altre si spingono fino al 2025.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor11 Ottobre 2021, 14:51 #1
ma l'idrogeno non è un vettore? ha senso "bruciarlo"?
marchigiano11 Ottobre 2021, 15:01 #2
lo bruci per generare calore e pressione, solo non vedo la novità, motori a scoppio che bruciano idrogeno esistono da decenni
ninja75011 Ottobre 2021, 15:36 #3
toyota dovrebbe creare un modello prius più accessibile perchè l'attuale listino è troppo alto
Kenichi8011 Ottobre 2021, 15:42 #4
La frase "Ci sarebbero comunque emissioni di ossidi di azoto, per via dell'olio lubrificante, sempre necessario" non mi sembra corretta. L'olio lubrificante non c'entra nulla. https://it.wikipedia.org/wiki/NOx al paragrafo "Termico NOx".
TigerTank11 Ottobre 2021, 15:54 #5
Originariamente inviato da: ninja750
toyota dovrebbe creare un modello prius più accessibile perchè l'attuale listino è troppo alto


Purtroppo i listini aumenteranno già a livello generale.
A me piacciono le Toyota, anche la nuova Corolla la trovo stupenda.
rigelpd11 Ottobre 2021, 16:02 #6
Toyota dovrebbe decidersi a licenziare tutti quei manager che hanno investito in modo fallimentare sull'auto ad idrogeno e che per non voler ammettere di aver sbagliato stanno facendo accumulare all'azienda enormi ritardi nell'elettrico che diventerà sempre più difficile colmare.
Mparlav11 Ottobre 2021, 16:08 #7
Originariamente inviato da: Paganetor
ma l'idrogeno non è un vettore? ha senso "bruciarlo"?


Già idrogeno + fuel cell è più costoso ed inefficiente dell'elettrico (bastare guardare i prezzi delle auto)
Figuriamoci direttamente l'idrogeno in un endotermico.
Tra parentesi, testato per anni da Mercedes/Toyota in join venture, ed anche da BMW.
demon7711 Ottobre 2021, 16:23 #8
Originariamente inviato da: Paganetor
ma l'idrogeno non è un vettore? ha senso "bruciarlo"?


Vettore o non vettore brucia comunque..
E' che usarlo come fosse GPL dentro ad un tradizionale motore endoterminco mi pare una cazzata.
Vuol dire fare un passo indietro sia per l'inquinamemto che per il rendimento.
WarDuck11 Ottobre 2021, 17:11 #9
Originariamente inviato da: demon77
Vettore o non vettore brucia comunque..
E' che usarlo come fosse GPL dentro ad un tradizionale motore endoterminco mi pare una cazzata.
Vuol dire fare un passo indietro sia per l'inquinamemto che per il rendimento.


Se ci fosse un metodo per convertire gli attuali motori termici ad andare ad idrogeno, in maniera simile a quanto avviene per il GPL, forse si potrebbe evitare di rottamare auto perfettamente funzionanti, con la scusa della "transizione energetica".

Ricordo a tutti che abbiamo piazzali pieni di auto usate, in nome dell'"ecologismo"

Dopodiché non a tutti piace l'idea dell'appiattimento dell'industria automobilistica attorno all'elettrico e agli schermi touch.

L'importante è che si possa scegliere, ma credo che con i burocrati europei che ci ritroviamo, sarà l'ennesima imposizione dall'alto a danno dei cittadini.
Vash_8511 Ottobre 2021, 17:14 #10
Originariamente inviato da: WarDuck
Se ci fosse un metodo per convertire gli attuali motori termici ad andare ad idrogeno, in maniera simile a quanto avviene per il GPL, forse si potrebbe evitare di rottamare auto perfettamente funzionanti, con la scusa della "transizione energetica".

Ricordo a tutti che abbiamo piazzali pieni di auto usate, in nome dell'"ecologismo"

Dopodiché non a tutti piace l'idea dell'appiattimento dell'industria automobilistica attorno all'elettrico e agli schermi touch.

L'importante è che si possa scegliere, ma credo che con i burocrati europei che ci ritroviamo, sarà l'ennesima imposizione dall'alto a danno dei cittadini.


Mi sembra di ricordare che le pressioni in gioco sono molto più alte che su un normale diesel moderno (che pure ha pressioni di esercizio molto alte se confrontati ad un benzina), bisognerebbe rivedere tutte le tenute se lo si volesse trasformare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^