Colonnine fast da Starbucks e Decathlon in UK, nuovi hub in Croazia, la rete di ricarica europea cresce rapidamente

Colonnine fast da Starbucks e Decathlon in UK, nuovi hub in Croazia, la rete di ricarica europea cresce rapidamente

Quotidianamente assistiamo a nuove attivazioni e nuovi progetti. Due di questi sono in fase avanzata nel Regno Unito, un altro in Croazia

di pubblicata il , alle 16:15 nel canale Soluzioni di ricarica
 

Spesso si legge di come la rete di ricarica pubblica non sia ancora pronta per una massiccia adozione dei veicoli elettrici, ma in realtà assistiamo a novità da questo punto quasi quotidianamente, con una rete che cresce sfruttando molte occasioni, spesso grazie ad iniziative commerciali e private.

Come quella che vede protagonisti nel Regno Unito la catena Starbucks e Osprey Charging, azienda specializzata nella ricarica fast. Le due realtà hanno da poco stretto una collaborazione, che nei giorni scorsi ha dato i primi frutti, con l'apertura del primo hub di ricarica presso un punto vendita Starbucks. I clienti potranno sfruttare tre colonnine fast da 75 kW di potenza, per sei stalli di ricarica totali su Intown Road, Aberdeen. La prossima sede prevista è presso il St Johns Retail Park a Bedford, nel Bedfordshire.

Starbucks EV charge

Restiamo sempre nel Regno Unito per un'altra collaborazione commerciale, questa volta tra la catena di negozi sportivi Decathlon e Be.EV. L'azienda, con sede a Manchester, installerà le prime colonnine di ricarica presso il negozio di Stockport. In questo caso il numero di colonnine sarà molto più alto, 16 postazioni (quindi presumibilmente 8 colonnine), e di tipo ultrafast. I lavori dovrebbero terminare ad aprile 2024. Simili soluzioni saranno fornite a tutti i negozi Decathlon del Regno Unito, con un tempo di ricarica stimato di circa 20 minuti, che corrisponde alla permanenza media all'interno dei negozi.

Si muove qualcosa anche in Croazia, dove al momento la rete non è molto sviluppata. Nel Paese sono presenti circa 34 caricatori ogni 100.000 abitanti, ovvero 20 volte in meno del Paese con la media più alta, l'Olanda, e comunque tre volte meno della media europea. Ci penserà l'operatore polacco GreenWay a cambiare le cose, almeno in parte. Il programma prevede l'installazione di 300 stazioni lungo corridoi strategici, aree urbane e strutture commerciali, con colonnine da 100 a 400 kW di potenza. La costruzione inizierà nel gennaio 2024, con il primo sito nella città di Slunj.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mo4219 Dicembre 2023, 17:20 #1
Per gli ultra sostenitori dell'elettrico: se questo genere di iniziative suscitano ancora così tanto scalpore da scriverne (giustamente) degli articoli a riguardo, come pensate sarà possibile questa imminente adozione "en masse" di tali veicoli?
E poi si sente sempre più parlare di batterie sostituibili, saltando a piè pari queste lungaggini di "ricarica", pateticamente mascherate da "permanenza media" nei negozi (ma cosa ne sanno? e se c'è un'emergenza?).
Ad ogni modo, secondo una mia opinione strettamente personale, conviene attendere.
E l'attesa sarà ancora molto lunga, fidatevi.
Evilquantico19 Dicembre 2023, 17:22 #2
Tutti a fare benza al decathlon in UK dajeee regààà
Saturn19 Dicembre 2023, 17:25 #3
Originariamente inviato da: Evilquantico
Tutti a fare benza al decathlon in UK dajeee regààà


Se, moh' stai a vède che per fa er pieno me tocca annà fuori europa...ah rigà tocca smette de taja er the con la maria che poi ce se resta sotto de brutto, 'tacci vostri...
TorettoMilano19 Dicembre 2023, 17:26 #4
Originariamente inviato da: Mo42
Per gli ultra sostenitori dell'elettrico: se questo genere di iniziative suscitano ancora così tanto scalpore da scriverne (giustamente) degli articoli a riguardo, come pensate sarà possibile questa imminente adozione "en masse" di tali veicoli?
E poi si sente sempre più parlare di batterie sostituibili, saltando a piè pari queste lungaggini di "ricarica", pateticamente mascherate da "permanenza media" nei negozi (ma cosa ne sanno? e se c'è un'emergenza?).
Ad ogni modo, secondo una mia opinione strettamente personale, conviene attendere.
E l'attesa sarà ancora molto lunga, fidatevi.


model y è l'auto in assoluto più venduta del 2023 e non incontro in giro gente strapparsi i capelli.
in merito allo swap è stata proprio tesla la prima a proporlo per poi abbandonarlo praticamente subito
https://www.youtube.com/watch?v=H5V0vL3nnHY
si stanno provando infinite vie in questo momento di transizione, banalmente a me piace molto la ricarica a domicilio. la notte una colonnina su ruote va a ricaricare in automatico chi ha bisogno, semplice e efficace
Mo4219 Dicembre 2023, 17:40 #5
Originariamente inviato da: TorettoMilano
model y è l'auto in assoluto più venduta del 2023 e non incontro in giro gente strapparsi i capelli.
in merito allo swap è stata proprio tesla la prima a proporlo per poi abbandonarlo praticamente subito
https://www.youtube.com/watch?v=H5V0vL3nnHY
si stanno provando infinite vie in questo momento di transizione, banalmente a me piace molto la ricarica a domicilio. la notte una colonnina su ruote va a ricaricare in automatico chi ha bisogno, semplice e efficace


Nulla da obiettare, mi fa molto piacere che tu creda in un'esistenza così calma e ben pianificata. Soprattutto priva d'imprevisti o emergenze.
Per me l'auto non deve e non può avere l'usabilità e le tempistiche di un mezzo pubblico. Forse un domani, quando le cose saranno più diffuse e mature, magari cambierò idea.
LB219 Dicembre 2023, 17:51 #6
AHAHAHAHAHAHAH
AHAHHAA
IL TITOLO É „cresce rapidamente…la rete…europea….“
L´articolo riporta…qiuante ? 10-20 njove colonnine ? Ahahahaha fate troppo ridere
Notturnia19 Dicembre 2023, 18:30 #7
certo.. poi magari a 0,9 €/kWh per la ricarica
un affarone.. per chi vende
Evilquantico19 Dicembre 2023, 18:37 #8
Originariamente inviato da: Saturn
Se, moh' stai a vède che per fa er pieno me tocca annà fuori europa...ah rigà tocca smette de taja er the con la maria che poi ce se resta sotto de brutto, 'tacci vostri...


hahahahahaha
Enderedge20 Dicembre 2023, 02:38 #9
Sempre però senza dire come viene prodotta l’energia per queste (pochissime) nuove colonnine.
Immaginate una città di medie dimensioni tipo Firenze con 6milioni di auto elettriche … quante colonnine necessiterebbe?
E le area per far stare tutte le macchine in carica?
AarnMunro20 Dicembre 2023, 08:20 #10
Originariamente inviato da: TorettoMilano
...banalmente a me piace molto la ricarica a domicilio. la notte una colonnina su ruote va a ricaricare in automatico chi ha bisogno, semplice e efficace

Quindi far sprecare l'energia di un'altra auto ed un altro posto auto per ricaricarne una sola? Se tutti facessero così?
Uno spreco totale!
Ma ragionare un attimo prima di pensare SOLO ai proprii comodi?


Originariamente inviato da: LB2
AHAHAHAHAHAHAH
AHAHHAA
IL TITOLO É „cresce rapidamente…la rete…europea….“
L´articolo riporta…qiuante ? 10-20 njove colonnine ? Ahahahaha fate troppo ridere

Se un disfattista! si parla anche di 25-30 colonnine!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^