La ricarica costa cara? La soluzione di BMW potrebbe essere l'ideale

La ricarica costa cara? La soluzione di BMW potrebbe essere l'ideale

BMW sta per lanciare le sue auto elettriche negli Stati Uniti, ed i clienti avranno diritto a ricariche gratuite per due anni, tramite una inattesa collaborazione. È la soluzione ideale anche in Europa?

di pubblicata il , alle 10:04 nel canale Soluzioni di ricarica
BMW
 
29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LB207 Febbraio 2022, 12:17 #11
La parte più bella degli articoli su auto elettriche sono i commenti degli utenti. Incredibile quanto retrogradi, disinformati e gonfi di presunte verità siano gli italiani
supertigrotto07 Febbraio 2022, 12:31 #12
Domanda per molti: ma se la mobilità elettrica non è la soluzione,che alternative abbiamo?
Continuare con la benzina?
Usare l'idrogeno.
Questo ultimo elemento, è il più piccolo della tabella degli elementi, è difficoltoso stoccarlo,le sue molecole tendono a trapassare il materiale,anche se stanno sperimentando delle "paste ad idrogeno".
In caso di impatto è molto più pericoloso del metano,GPL e pure dell'acetilene.
Di alternative valide alla benzina ce ne sono poche,l'elettrico è il più promettente, è solo questione di batterie,se un giorno,durante quelache esperimento,come spesso accade,qualcuno scopre un elemento che riesce ad accumulare moltissime cariche elettriche in modo stabile e in pochissimo spazio,sono sicuro che avremmo una svolta,poi con l'accelerazione che sta avendo la fusione nucleare,e devo dire che ultimamente c'è un fermento notevole attorno alla fusione,il problema energia sarà superato.
ramses7707 Febbraio 2022, 13:40 #13
Originariamente inviato da: hackaro75
si droga il mercato per non ammettere l'amara verità (che si sapeva già prima!): le auto a pile sono troppo costose e troppo energivore, non solo sono per pochi ricchi ma non rappresentano nemmeno una soluzione di lungo termine per l'abbattimento della CO2 perché alla fine le rinnovabili non ce la fanno ad alimentare tutto il loro ed il nostro fabbisogno e si torna - pericolosamente - a produrre energie in modo "pericoloso".


Però è divertente dai.
Ad ogni articolo sulle elettriche c’è sempre qualcuno che se ne inventa sempre di più grosse.

Efficienza auto elettrica: >90%
Efficienza auto ICE: circa 30%.

Eh ma le auto elettriche sono energivore…

Originariamente inviato da: hackaro75
niente, non capite UN RAZZO...

non è un problema di confronto con il termico che io non ho MAI citato. E' un problema di consumo in ASSOLUTO!!!!!!!

Stiamo spostando TWh verso la mobilità elettrica e questo pone un problema di approvvigionamento grandissimo!!!! La fame di energia elettrica sta aumentando a dismisura perché ciascuna pila abbisogna di 50/80 kWh ogni 300/50km percorsi. Il motore elettrico può essere super efficiente ma se poi non hai l'energia per alimentarlo dove vai?!?!?!?


Quindi la soluzione qual’è, tu che ti intendi di RAZZI?
Estrarre più petrolio, che presto finirà, o produrre gradualmente più energia pulita e rinnovabile, come si sta facendo non certo grazie ai criticoni, in modo che i prezzi scendano?
È OVVIO che se paragoni la produzione elettrica di ADESSO con il parco auto elettriche circolante TRA DIECI ANNI il discorso salta, ma è scorretto farlo.

Per fortuna non ci stai tu a pianificare le strategie energetiche europee.

Stessa cosa vale per l’infrastruttura, che non deve essere pronta ora per i numeri tra anni, ma crescere di pari passo, che è ciò che sta succedendo.

Una transizione è lenta per definizione. Pretenderla istantanea e svalutarla perché non succede è un ragionamento molto infantile.
Posa il fiasco va.
Super-Vegèta07 Febbraio 2022, 14:07 #14
Originariamente inviato da: ramses77
Però è divertente dai.
Ad ogni articolo sulle elettriche c’è sempre qualcuno che se ne inventa sempre di più grosse.

Efficienza auto elettrica: >90%
Efficienza auto ICE: circa 30%.

Eh ma le auto elettriche sono energivore…



Magari fosse così. Devi includere tutta la filiera per come è concepita oggi:

1) Centrale turbogas moderna con rendimento del 35% (diamole tutte per moderne). Dell'energia chimica di partenza resta il 35%

2) Trasformatori e rete: minimo 3 in cascata Centrale-AT/AT-MT/MT-BT. Diamoli tutti al 2% di perdita con generosità (tutti recenti e nuovi di pacca) e diciamo che siano solo 3. Aggiungiamo il 2% di perdita sui cavi. Ogni segmento perde il 4% e resta così l'88% del 35% precedente.

3) Se in origine avevamo energia 100, arriva 31 alla presa BT e siamo stati assai ottimisti. A questo dobbiamo sommare le perdite di 2 inverter, relativi cavi (colonnina e auto), rendimento batterie. Sparisce altro 10%. Resta 25,5

4) Al 25,5% dobbiamo sottrarre ancora una conversione batteria-inverter, cavi e rendimento motore elettrico. Altro 8% circa. Siamo scesi al valore 23.5 dal valore 100 iniziale

Se prendiamo il petrolio con estrazione>raffineria>trasporto>mezzo di trasporto avremo un rendimento complessivo del 10-12%, includendo il recupero derivati indispensabili, cosa di cui l'energia elettrica non può beneficiare.

In termini pratici c'è uno scarto del 15% iperottimistico che è ben lontano dai valori che hai citato. Sto volutamente evitando di includere stoccaggi delle rinnovabili (avremmo inverter-batteria-perdita cavi e riconversione ulteriore) e stoccaggi alle colonnine (idem come prima). Non sto assolutamente considerando il rendimento per la tecnologia attuale delle batterie, altrimenti crolla il mondo.

La conclusione è che il rendimento salirebbe a livelli mediocri (oggi è terrificante) se si alimentasse tutto a rinnovabili NON stoccate ad alto rendimento. I sistemi eolici sono gli unici che possono farlo, ma le pale non hanno una durata sufficiente che dovrebbe essere non inferiore a 70 anni.

Ad oggi il rendimento dell'elettrica è pochissimo superiore a quello che abbiamo con la filiera petrolifera e siamo stati ottimisti. C'è tantissimo da fare...ce n'è per decenni. L'auto elettrica è il futuro non c'è dubbio. Ma oggi è un prodotto acerbo e di certo non green. Bisogna dire le cose come stanno
gas7807 Febbraio 2022, 14:21 #15
Originariamente inviato da: Super-Vegè
Magari fosse così. Devi includere tutta la filiera per come è concepita oggi:

1) Centrale turbogas moderna con rendimento del 35% (diamole tutte per moderne). Dell'energia chimica di partenza resta il 35%
[...]


Mi pare che tu dia per scontato che tutta l'energia elettrica sia prodotta con "turbogas".
Mi pare che, per oltre il 40% (in Italia nel 2020, immagino che questa % sia aumentata nel frattempo ma non ho trovato dati), l'elettricità venga da fonti rinnovabili (fonte, spero attendibile, qui)

Cmq interessante (non lo conoscevo) lo scarso rendimento delle turbogas, pensavo fosse molto più alto.
v1doc07 Febbraio 2022, 14:31 #16
Originariamente inviato da: hackaro75
niente, non capite UN RAZZO...

non è un problema di confronto con il termico che io non ho MAI citato. E' un problema di consumo in ASSOLUTO!!!!!!!

Stiamo spostando TWh verso la mobilità elettrica e questo pone un problema di approvvigionamento grandissimo!!!! La fame di energia elettrica sta aumentando a dismisura perché ciascuna pila abbisogna di 50/80 kWh ogni 300/50km percorsi. Il motore elettrico può essere super efficiente ma se poi non hai l'energia per alimentarlo dove vai?!?!?!?


Concordo, se vogliamo dismettere i motori a combustione interna dobbiamo aumentare in modo sostanziale la produzione di energia elettrica e potenziare il sistema di distribuzione dell’energia elettrica.
Non è una cosa impossibile da fare, ma richiede investimenti massivi e va pianificata con anni di anticipo mentre i politici italiani mi sembrano più concentrati nell’elargire incentivi alla membro di segugio per l’acquisto di auto elettriche.
Vash_8507 Febbraio 2022, 14:40 #17
Originariamente inviato da: Utonto_n°
Che le auto elettriche siano energivore è una vera e propria cavolata, sai che 10 litri di carburante ti conviene di più metterli in un generatore e caricarti l'auto elettrica, che metterli nel serbatoio di un'auto?
10 litri di carburante sono 100 kWh di energia, con una Tesla ci fai più di 500 km, con una termica, con 10 litri quanto km fai?


Ehmm non è così.... il rendimento del ciclo del generatore ICE e poi i relativi rendimenti di passagio/stoccaggio/ e del motore elettrico stesso ti farebbero fare meno km rispetto ad un auto solo ice che abbia lo stesso ciclo del generatore...

Per favore se non sappiamo certe cose non spariamo cavolate che poi la gente ci crede ed inizia a caricare l'auto a pile con il generatore del leroy merlin peggiorando solo la situazione...
LMCH07 Febbraio 2022, 15:20 #18
Allo stato attuale le auto elettriche assorbono investimenti che invece dovrebbero essere concentrati sulla ricattura della CO2 e sulla riduzione dell'inquinamento da microparticelle di plastica.
Già obbligando (e controllando) che le navi siano dotate di sistemi di ricattura di polveri e CO2 si ridurrebbe molto di più inquinamento ed effetto serra che convertendo all'elettrico il 100% dei trasporti su strada.
Aggiungiamo la rimessa in funzione e l'attivazione di nuove linee ferroviarie "versatili"(con carico e scarico rapido dei container da treno a camion e viceversa) e si abbatte alla grande il traffico stradale di veicoli pesanti.
Sembra a prima vista una cosa più costosa, ma alla fine é più vantaggiosa sia per l'ambiente che per l'economia).
An.tani07 Febbraio 2022, 15:44 #19
Originariamente inviato da: Utonto_n°
10 litri di carburante sono 100 kWh di energia, con una Tesla ci fai più di 500 km, con una termica, con 10 litri quanto km fai?


ah la termodinamica e le sue leggi, queste sconosciute !

Trova il modo di trasformare 10 l di benzina in 100KWh di energia elettrica e diventerai più ricco di Musk e Bezos messi assieme

nota: è impossibile 10l di benzina sono 96,11111 KWh... ma anche se ne riesci ad ottenere "solo" 90 diventerai più ricco di Bezos e Musk
PeK07 Febbraio 2022, 17:14 #20
Originariamente inviato da: hackaro75
altra cavolata!!! il mercato non è drogato di benzina, il mercato va benzina!!!

E ci andrà per molti anni ancora perché, semplicemente, l'elettrico NON è un'alternativa valida se non in piccola scala (monopattini, bici, moto, trasporto leggero). Almeno con le attuali tecnologie.

Certo che ci sono stati gli incentivi anche per il termico, nessuno dice il contrario. Ma il mercato del termico ti dà la possibilità di avere un mezzo di mobilità individuale a prezzi ragionevoli anche SENZA gli incentivi. Una Panda te le compri (o forse compravi) con 10K e SENZA incentivi. Una Zoe te ne costa 35K sempre SENZA incentivi. Capisci che non regge? Stiamo creando una generazione di poveri privi di mobilità individuale.

Quindi il mercato dell'elettrico puro senza incentivi (/che poi son soldi nostri) non sta in piedi. Adesso tutte le aziende automobilistiche stanno alzando a dismisura i listini del termico per pagarsi la transizione all'elettrico.

Una transizione dove ad oggi manca completamente un'infrastruttura che possa darci l'energia di cui queste megapile han bisogno. E non parlo solo di colonnine, ma di centrali elettriche.


non ci sono solo gli incentivi per comprare l'auto, ci sono anche i regali alle compagnie petrolifere. ma non ti lamenti che quei soldi finiscono direttamente nelle tasche del barone del petrolio di turno

la panda 10k euro costa 10k euro perchè fiat fa auto a benzina da 100 anni ed è finanziata dallo stato italiano

vai a vedere quanto consuma una raffineria

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^