Ricarica Duferco D-Mobility, il caro energia ha fatto sparire l'offerta flat?

Ricarica Duferco D-Mobility, il caro energia ha fatto sparire l'offerta flat?

Duferco aveva avvisato di alcuni disservizi nella notte, ed oggi pare che le vecchie proposte per clienti privati non siano più attivabili. Colpa del caro energia che costringe a rivedere le tariffe?

di pubblicata il , alle 10:18 nel canale Soluzioni di ricarica
Duferco Energia
 

Dopo l'introduzione delle nuove tariffe a consumo da parte del gestore A2A, e la relativa sparizione (momentanea?) della tariffa a prezzo fisso mensile, sembra che un altro popolare provider stia riallineando l'offerta in queste ore.

Parliamo di Duferco Energia, nota tra i proprietari di auto elettriche per la sua tariffa flat dal prezzo molto vantaggioso, che grazie al monte di 300 kWh mensili consentiva di ricaricare praticamente al prezzo della corrente dei contratti residenziali. Nella notte però il gestore aveva avvisato di possibili disservizi, ed oggi infatti le condizioni sono mutate.

Sul sito istituzionale non c'è più traccia della tariffa flat, ma è disponibile solo il dettaglio della proposta a consumo. Per la precisione i prezzi indicati ora sono i seguenti:

  • 0,40 €/kWh + IVA su colonnine Quick e Fast fino a 50 kW di potenza
  • 0,65 €/kWh + IVA su colonnine Ultra Fast oltre 50 kW di potenza

Ancora presente invece l'offerta per le sessioni attivate via SMS, ma utilizzabile solo su colonnine di proprietà di Duferco, con i seguenti costi:

  • 2,50 €/ora (IVA inclusa) su colonnine Duferco Energia Quick Charge (fino a 22 kW)
  • 2,50 €/10 minuti (IVA inclusa) su colonnine Duferco Energia Fast Charge (fino a 50 kW)

Al momento sembra che i contratti flat sottoscritti in precedenza continuino a funzionare regolarmente. C'è poi uno stringato comunicato che avvisa i clienti dello studio in corso per nuove tariffe e proposte di vario genere, senza però scendere nei dettagli: "Stiamo lavorando a un set di prodotti completamente nuovi che usciranno con il nuovo anno, per rimanere in sintonia con i cambiamenti della mobilità elettrica e soprattutto di chi la utilizza. Abbiamo in progetto abbonamenti su misura, tariffe e pacchetti per tutti: dai grandi viaggiatori a zero emissioni a chi vuole una riserva di kWh sempre pronti nel portaoggetti".

Chi fosse interessato alle novità, è invitato a compilare un form, con la promessa di essere ricontattato entro due giorni. Anche sull'app D-Mobility sembrano già attive le novità, e provando a richiedere la sottoscrizione di un nuovo contratto si ottiene in risposta un errore, con un pop-up che avvisa che in questo momento le procedure di attivazione sono sospese.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Heartfox12 Gennaio 2022, 11:16 #1

Si cambia ......... mmmmmm

Il nuovo che avanza.....
Le braghe sono sempre le solite quindi nulla di nuovo all'orizzonte.
baruk12 Gennaio 2022, 12:12 #2
Aspettate che diventi l'alimentazione principale per i trasporti personali e BAM! si parte col le accise anche li...
gd350turbo12 Gennaio 2022, 12:31 #3
Originariamente inviato da: baruk
Aspettate che diventi l'alimentazione principale per i trasporti personali e BAM! si parte col le accise anche li...


Ah bè ora è 0,0125 euro/kWh, stiamo a vedere nel 2031 quanto sarà !

Io cerco di tenermi un auto a combustione termica, mi sa che diventerà merce pregiata tipo come sono le schede video 30xx ora !
Strato154112 Gennaio 2022, 12:45 #4
A Pin Head questo post non piace

Comunque le varie sirene che vantavano i bassi costi di ricarica delle auto presto spariranno, già ora rispetto a solo 2 anni fa i costi sono raddoppiati anche a casa!

Resteranno gli irriducibili del "io ho il fotovoltaico" come se fare un impianto fosse gratis, dimenticando che l'ammortamento si da in 6-7 anni con l'incentivo..

Inoltre i questo periodo produce moltissimo il fotovoltaico..

Mah credo si andrà verso una mobilità sempre più d'élite, per le bestie da soma ci saranno i servizi di sharing e i fantastiliosi mezzi pubblici, o la classica "motoscarpa"...
Felici e per la decrescita felice..
nickmot12 Gennaio 2022, 12:58 #5
Originariamente inviato da: Strato1541

Mah credo si andrà verso una mobilità sempre più d'élite, per le bestie da soma ci saranno i servizi di sharing e i fantastiliosi mezzi pubblici, o la classica "motoscarpa"...
Felici e per la decrescita felice..


Vabbé, basta nettere nel conto la cementificazione dovuta allo spostamento in massa di persone dagli oltre 7000 piccoli comuni verso centri abitati piú grandi.
Notturnia12 Gennaio 2022, 13:49 #6
Quando però io avvisavo del problema etc etc tanti a prendermi in giro…
Vash_8512 Gennaio 2022, 14:41 #7
Noooo ed adesso come faranno a fare uscire l'articolo intitolato: Dalle vette delle alpi alla sicilia con l'auto a pile spendendo 37€ e 18 cent?
Ritorneranno al naftone?
Strato154112 Gennaio 2022, 15:19 #8
Originariamente inviato da: Notturnia
Quando però io avvisavo del problema etc etc tanti a prendermi in giro…


Anch'io evidenziai il problema anni fa e fui deriso..
Le risposte più classiche erano : con le rinnovabili l'energia costerà sempre meno, oppure io ho il fotovoltaico...

Inoltre quando evidenziavo (e evidenzio) il discorso degrado batterie e quindi sostituzione ben prima del fine vita del mezzo continuavano a deridere..
Ma in diversi forum con le auto a pile più datate sono loro a non ridere più... Quando arrivano le fatture dal 15-20 mila euro per la sostituzione...Le altre risposte tipiche di qualche anno fa in merito erano, le batterie stanno scendendo di prezzo da anni tra poco costeranno nulla.. Sì a livello industriale magari.. poi però...Evviva la mobilità del salasso!
Vincent1712 Gennaio 2022, 23:51 #9
Ottimo, a questo prezzi conviene il diesel...
gsorrentino13 Gennaio 2022, 11:12 #10
Farei notare che l'aumento dell'elettricità (e del gas, non dimentichiamolo) non impatta solo sulle auto elettriche.
Impatta su tanti altri fronti, anche sui veicoli endotermici, in maniera più o meno marcata e parzialmente limitata grazie al fatto che abbiamo un parco macchine anziano, specie nel settore trasporto su gomma.

Non vedere questo significa non rendersi conto del mondo che abbiamo (o ci hanno secondo alcuni) costruito.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^