4box annuncia la presa shuko con caricatore integrato: porta USB type-C e fino 3.0 A

4box annuncia la presa shuko con caricatore integrato: porta USB type-C e fino 3.0 A

Si chiama P40 USB3.0 ed è una classica presa shuko nella quale è stato integrato un caricatore USB con corrente massima di 3.0 A: una soluzione impiantistica che viene incontro a tutte quelle situazioni dove è primaria l'esigenza di ricaricare dispositivi USB senza dover per forza occupare una presa elettrica magari necessaria per altri utilizzatori

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Tecnologia
4box
 
18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
randorama09 Luglio 2020, 11:46 #11
l'indea non è malvagia, è il prezzo anche ragionevole (un frutto 10/16 universale costa 10 euro, uno USB altrettanto).
peccato che la stragrande maggioranza dei cavi che la gente ha in giro ha il connettore "lato alimentazione" formato usb full size.
cavi type C da entrambi i lati io non ne ho ancora visti...
!fazz09 Luglio 2020, 15:28 #12
Originariamente inviato da: randorama
l'indea non è malvagia, è il prezzo anche ragionevole (un frutto 10/16 universale costa 10 euro, uno USB altrettanto).
peccato che la stragrande maggioranza dei cavi che la gente ha in giro ha il connettore "lato alimentazione" formato usb full size.
cavi type C da entrambi i lati io non ne ho ancora visti...


io ne ho un paio, uno me lo hanno dato con il cellulare e l'altro con un box da 2.5 pollici
chaosblade10 Luglio 2020, 15:28 #13
La cosa migliore sarebbe impiegare un frutto con due usb e collegato ad un interruttore bipolare con lucina in questo modo si risolve il problema... il problema è allargare la scatola murale, per ora ne ho allargate 3 in casa e il costo per una presa da 6 non è del tutto trascurabile, 110 euro usando placchetta decorosa
!fazz10 Luglio 2020, 15:57 #14
Originariamente inviato da: chaosblade
La cosa migliore sarebbe impiegare un frutto con due usb e collegato ad un interruttore bipolare con lucina in questo modo si risolve il problema... il problema è allargare la scatola murale, per ora ne ho allargate 3 in casa e il costo per una presa da 6 non è del tutto trascurabile, 110 euro usando placchetta decorosa


non ti bastano 3 moduli per un bipolare e due usb?
a parte che non capisco a cosa ti serva un bipolare per un caricabatteria ma è fattibilisso con la classica scatola a 3 moduli (forse la spia non è agevole metterla in 3 moduli con alcune serie civili senza guardare i compatibili ma con l'unipolare non ci sono problemi)
con 3 moduli puoi fare
bipolare + doppio modulo usb
presa + bipolare + singolo modulo usb
bipolare + spia +singolo modulo usb
presa + unipolare con spia+ 1x singolo modulo con 2 usb (la combinazione migliore imho se vuoi la spia) senza opere murarie con molte serie civili
aqua8410 Luglio 2020, 16:04 #15
Originariamente inviato da: marcram
Bella soluzione.
Però costa molto più di un alimentatore esterno, non si può muovere, e si tratta di un trasformatore perennemente collegato alla corrente.
Al momento, secondo me, i contro sono maggiori dei pro.

basterebbe fare in modo che il circuito si chiude SOLO in presenza di un cavo inserito
non credo che nel 2020 sia così difficile da realizzare
marcram10 Luglio 2020, 18:03 #16
Originariamente inviato da: aqua84
basterebbe fare in modo che il circuito si chiude SOLO in presenza di un cavo inserito
non credo che nel 2020 sia così difficile da realizzare


Un microinterruttore così piccolo sulla 220? Un po' difficile, e pericoloso.
Allora meglio un interruttore nell'altro angolo della presa...
Qarboz10 Luglio 2020, 18:25 #17
Originariamente inviato da: aqua84
basterebbe fare in modo che il circuito si chiude SOLO in presenza di un cavo inserito
non credo che nel 2020 sia così difficile da realizzare


Vero, però in molti il cavo lo staccheranno raramente o mai, e a quel punto sarebbe come lasciare inserito il caricabatterie nella presa
aqua8411 Luglio 2020, 09:07 #18
Originariamente inviato da: Qarboz
Vero, però in molti il cavo lo staccheranno raramente o mai, e a quel punto sarebbe come lasciare inserito il caricabatterie nella presa

bè... però a quel punto sarebbe "colpa" dell'utente che lascia il cavo collegato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^