Airbus, aeroplani ad idrogeno pronti per il 2035: ecco alcuni primi concept

Airbus, aeroplani ad idrogeno pronti per il 2035: ecco alcuni primi concept

Ogni modello qui mostrato è frutto di un'esplorazione di diversi percorsi tecnologici e configurazioni aerodinamiche atta a studiare la miglior base di partenza sulla quale realizzare il loro primo aeroplano ad idrogeno

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
Airbus
 

Airbus ha rivelato, in un paio di interessanti immagini, tre concept di aerei commerciali alimentati a idrogeno e pensati per entrare in servizio entro il 2035.

Ogni modello qui mostrato è frutto di un'esplorazione di diversi percorsi tecnologici e configurazioni aerodinamiche atta a studiare la miglior base di partenza sulla quale realizzare il loro primo aeroplano ad idrogeno.


Clicca per ingrandire

I tre concept sono tutti identificati con nome in codice ZEROe ed ognuno mostra una propria configurazione per quanto riguarda fusoliera e sistema di propulsione.

Nell'imagine qui sopra riportata, nell'angolo in alto a sinistra, troviamo un aereo caratterizzato da una configurazione in grado di accogliere tra i 120 e i 200 passeggeri, offrendo un'autonomia di viaggio di oltre 2.000 miglia nautiche, l'ideale per voli transcontinentali, il tutto spinto da motori a turbina modificati per funzionare a idrogeno sfruttando un particolare processo di combustione e idrogeno liquido immagazzinato in vari serbatoi.

Invece, nella parte bassa dell'immagine, è raffigurato un velivolo dotato di motori ad eliche, anche in questo caso messi in moto da sistemi ad idrogeno, un aereo più compatto in grado di trasportare fino a 100 passeggeri e di viaggiare per più di 1.000 miglia nautiche, rendendolo un opzione perfetta per viaggi a corto raggio.

In alto a destra infine il concept dal design più particolare definito "blended-wing body", in grado di ospitare fino 200 passeggeri con una fusoliera eccezionalmente ampia in grado di offrire molteplici combinazioni di allestimenti interni nonché molto spazio per lo stoccaggio e la distribuzione dell'idrogeno per il sistema di propulsione in questo caso non meglio specificato.


Clicca per ingrandire

"Questi concept ci aiuteranno a esplorare e far maturare il design e il layout del primo aereo commerciale al mondo a emissioni zero, che puntiamo a mettere in servizio entro il 2035" ha dichiarato Guillaume Faury CEO di Airbus.

Progetti sicuramente ambiziosi e oltre ad un loro attento sviluppo avranno bisogno di una rete globale di produzione e distribuzione dell'idrogeno al fine di poter sostenere l'intero progetto.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200622 Settembre 2020, 13:45 #1
Idrogeno???? Nell'era dell'elettrico? Naaaaa.... Meglio creare elefanti volanti con tonnellate di inquinanti ed esplosive batterie al litio e che necessitano 50 ore di ricarica....
PHØΞИIX22 Settembre 2020, 13:56 #2
Originariamente inviato da: Axios2006
Idrogeno???? Nell'era dell'elettrico? Naaaaa.... Meglio creare elefanti volanti con tonnellate di inquinanti ed esplosive batterie al litio e che necessitano 50 ore di ricarica....


Se ci metti qualche altro luogo comune diventa un servizio di studio aperto
Ashitaka36022 Settembre 2020, 14:11 #3
Originariamente inviato da: Axios2006
Idrogeno???? Nell'era dell'elettrico? Naaaaa.... Meglio creare elefanti volanti con tonnellate di inquinanti ed esplosive batterie al litio e che necessitano 50 ore di ricarica....


Eh già perché l'idrogeno mica è potenzialmente pericoloso... Se vogliamo fare questo gioco facciamolo bene XD.

Originariamente inviato da: PHØ
Se ci metti qualche altro luogo comune diventa un servizio di studio aperto


Un pizzico ancora e diventa rete quattro, con quella bestia di giordANO che urla IL MONOPATTINOOOOO IL MONOPATTINOOOOO!!!
Ashitaka36022 Settembre 2020, 14:12 #4
DOPPIO, SCUSATE.
cronos199022 Settembre 2020, 14:12 #5
Originariamente inviato da: Ashitaka360
Eh già perché l'irogeno mica è potenzialmente pericoloso... Se vogliamo fare questo gioco facciamolo bene XD.
No, che dirai mai, l'idrogeno è un gas inerte...

...nel senso che dopo che è esploso non c'è più niente che si muove nel raggio di qualche chilometro
demon7722 Settembre 2020, 14:26 #6
L'idrogeno, con tutti i rischi del caso ma anche col suo enorme potenziale energetico, trova il suo impiego ideale proprio nel sttore degli aeromobili, e non certo nell'ambito delle auto private.

Un aereo di linea ha necessità di un combustibile altamente energetico per ridurre al minimo le questioni legate al peso dello stesso per le lunghe tratte.
Inutile dire che una turbina alimentata ad idrogeno batte sotto ogni aspetto possibile un motore elettrico con batterie al litio.
Ovviamente l'usdo di idrogeno liquido comporta importanti e costose procedure legate alla sicurezza.. ma non dimentichiamo che tutte queste procedure nel settore degli aeromobili sono di fatto già attuate ora, quindi non sarebbe chissà che rivoluzione.
mmorselli22 Settembre 2020, 14:27 #7
Originariamente inviato da: Ashitaka360
Eh già perché l'irogeno mica è potenzialmente pericoloso... Se vogliamo fare questo gioco facciamolo bene XD.


Non è che un 747 con 200 tonnellate di combustibile a bordo non sia una bomba vagante, ma proprio per questo gli standard di sicurezza e verifica per gli aerei sono elevatissimi.

D'altra parte se si vorrà continuare a volare quando il petrolio sarà finito, mica li possiamo fare a pedali.
cronos199022 Settembre 2020, 14:30 #8
Originariamente inviato da: mmorselli
D'altra parte se si vorrà continuare a volare quando il petrolio sarà finito, mica li possiamo fare a pedali.
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Ashitaka36022 Settembre 2020, 14:39 #9
Originariamente inviato da: cronos1990


Link ad immagine (click per visualizzarla)
dado197922 Settembre 2020, 15:51 #10
Originariamente inviato da: Axios2006
Idrogeno???? Nell'era dell'elettrico? Naaaaa.... Meglio creare elefanti volanti con tonnellate di inquinanti ed esplosive batterie al litio e che necessitano 50 ore di ricarica....

Si ma vale anche studiare dei libri eh?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^